Legge n. 120/2001

 legge sugli ufficiali giudiziari e le attività di esecuzione (codice di esecuzione) e sulla modifica di altri atti

Testimonial

“I can’t believe it took us this long to make a change. So happy that we did. Numbers don’t lie.”

 

LEGGE

del 28 febbraio 2001

sugli ufficiali giudiziari e l’esecuzione (ordine esecutivo) e sulla modifica di altri atti

Il Parlamento ha risolto questa legge della Repubblica ceca:

PARTE PRIMA

REGOLE ESECUTIVE
TITOLO I

DISPOSIZIONI DI BASE
§ 1

(1) L’esecutore (in seguito denominato “esecutore”) è una persona fisica che soddisfa i prerequisiti previsti dalla presente legge, che lo Stato ha autorizzato l’autorità di esecuzione.

(2) Entro i distraners mandato esecutore svolge l’applicazione di titoli di esecuzione, tra cui l’istituzione di un esecutore pegno (l ‘ “azione Enforcement”) e le altre attività previste dal presente atto.

§ 2

(1) L’ esecutore esegue l’attività di esecuzione in modo indipendente. Nello svolgimento dell’esecuzione di una prestazione, è vincolato solo dalla Costituzione della Repubblica ceca, dalle leggi, da altre norme giuridiche e dalle decisioni giudiziarie emesse nei procedimenti di esecuzione e nei procedimenti di esecuzione.

(2) L’esecutore è obbligato a esercitare la sua professione con coscienza e nelle prestazioni e nella civica ritornello vita da tutto ciò che potrebbe minare la dignità della professione ufficiale giudiziario o minare la fiducia in un esercizio indipendente, imparziale e corretto delle attività di esecuzione.

§ 3

(1) L’ Esecutore esegue l’esecuzione e altre attività a pagamento.

(2) L’attività dell’esecutore è incompatibile con altre attività lucrative, ad eccezione dell’amministrazione della proprietà. Tuttavia, l’esecutore può svolgere attività a pagamento, accademica, l’editoria, l’insegnamento, l’interpretazione, esperto, e le attività artistiche in organi consultivi del governo, ministeri e altri organismi governativi centrali e le autorità locali.

§ 4

(1) Il termine “ufficiale giudiziario” o “ufficio di esecutore”, derivato dalle forme di parole o segni sono in grado di creare un rischio di confusione con tali segni non ha diritto a essere quello che non si basa sulla applicazione della legge di titoli di esecuzione.

(2) Una persona che non basa sulla applicazione della legge di titoli di esecuzione, non ha diritto a segnare la sua attività di “esecuzione”, “esecuzione” o “provvedimento di applicazione” forme di parole da esse derivate, né la designazione in grado di causare un rischio di confusione con quei segni .

§ 5

(1) L’ esecutore può assumere dipendenti.

(2) Sulla base di un mandato scritto emesso dall’esecutore, i suoi dipendenti possono compiere atti di esecuzione e altre attività alle condizioni e nella misura stabilita dalla presente legge.

(3) Un apposito regolamento legale si applica all’impiego dei dipendenti dell’esecutore. 2 )

§ 6

La Camera esecutiva della Repubblica ceca (in seguito denominata “Camera”) è il corpo dell’esecutore.

§ 7

(1) Supervisione statale delle attività di esecuzione, sull’attività dell’esecutore in conformità dell’articolo 74 (1) c) e § 76a e oltre l’uso del conto speciale in accordo con § 46 par. 5 o sopra l’utilizzo dei fondi in un conto speciale, il Ministero della Giustizia (di seguito il “Ministero”). Il Ministero svolge anche la supervisione statale sulla base di osservazioni scritte di persone fisiche o giuridiche.

(2) Il Ministero del l’esercizio della vigilanza dello Stato verifica la legittimità del procedimento giudiziario ordine conformità ufficio e la continuità e la durata del procedimento di esecuzione.

(3) Il Ministero avrà diritto nell’esercizio della supervisione statale

a) effettua controlli regolari sulle autorità di esecuzione,

b) ispezionare gli scritti, i documenti e le registrazioni dell’esecutore, per ottenerne estratti e copie,

(c) chiedere, entro un termine da determinare, una dichiarazione scritta dell’esecutore di una questione soggetta al controllo dello Stato,

d) di richiedere spiegazioni orali esecutore o suoi dipendenti fino al punto, che è soggetta al controllo dello Stato, la dichiarazione scritta di cui alla lettera c) non è necessario o è insufficiente,

(e) entrare nei locali dell’Ufficio Esecutivo,

f) esaminare i documenti e sistemi informativi esecutore, che contengono informazioni sulla gestione del conto speciale ai sensi del § 46 par. 5 o trattare i capitali in un conto speciale, prendere estratti da loro una copia.

(4) L’ Esecutore sarà tenuto a fornire al Ministero la necessaria cooperazione nell’esercizio della vigilanza statale mediante:

(a) entro il termine stabilito dal Ministero, inviare copie dei documenti richiesti o dei dati di cui al paragrafo 3 f) , se necessario per il tempo necessario per il file,

(b) fornire osservazioni scritte conformemente al paragrafo 3 c)

(c) appaiono sulla convocazione per fare una spiegazione orale in conformità con il paragrafo 3 d).

(5) La Camera supervisiona l’attività di esecutore testamentario, esecutore delle attività di gestione dell’ufficio e del rispetto degli obblighi previsti dal funzionario di polizia su alcune misure contro la legalizzazione dei proventi di reato e il finanziamento del terrorismo. Per l’esercizio della supervisione, i paragrafi 3 e 4 si applicano mutatis mutandis.

(6) Supervisione statale delle attività di esecuzione e delle attività di cui all’articolo 74, paragrafo 1 (c) è esercitato anche dal Presidente del tribunale distrettuale nel cui distretto è nominato l’esecutore; nel caso del controllo pubblico in singoli casi, anche presidente del tribunale competente ai sensi § 45 (di seguito denominato “corte eseguire”). Per la sorveglianza dello stato del presidente del tribunale distrettuale si applica mutatis mutandis ai paragrafi da 2 a 4. Il presidente della Corte distrettuale esegue il controllo dello stato sulla base di contributi scritti da parte di persone fisiche o giuridiche. Il presidente del tribunale distrettuale può affidare l’esercizio della vigilanza statale al vicepresidente della Corte. Con atti individuali nell’esercizio della vigilanza statale, il presidente del tribunale distrettuale può nominare un cancelliere di grado superiore.

§ 7a

(1) difetti minori in esecuzione e altre attività di un esecutore, difetti minori nei paesi candidati attività di esecutore (di seguito denominato “candidato”) o l’allievo esecutore (di seguito “apprendista”) o decade minori nel comportamento del Ministero, la Camera o il Presidente della esecutore Tribunale distrettuale, candidato o per iscritto al tirocinante.

(2) a meno che non sia provato che l’esecutore svolge le misure che potrebbero essere ragionevolmente richieste nella gestione dell’ufficio esecutore ai sensi del § 13 par. 1, ammonisce il Ministero, la Camera o il Presidente della ufficiale giudiziario distrettuale e piccole carenze dell’attività o decade minori nel comportamento candidato o imprenditore che sono i suoi dipendenti.

Sezione 8

Il ministro della giustizia (in appresso denominato “il ministro”)

a) revoca e, su proposta della Camera, nomina gli esecutori,

b) dopo aver negoziato con la Camera, determina o aumenta il numero di ufficiali giudiziari nel distretto di ogni tribunale distrettuale e il loro possibile cambiamento,

c) su proposta della Camera, gli esecutori possono tradurre con il loro consenso gli esecutori esecutivi nel distretto di un altro tribunale distrettuale,

(d) nomina un terzo dei membri della commissione giudicatrice e due terzi dei membri del gruppo disciplinare,

e) annuncia la procedura di gara alle condizioni previste al § 10 comma 2 e presenta una proposta ai membri della commissione giudicatrice ai sensi dell’articolo 115a capoverso 1.

Sezione 8a

(1) La Camera sarà obbligata a presentare al Ministero, entro 30 giorni, tutti i regolamenti dello stato adottati dai suoi organi. Ciò non pregiudica l’articolo 110, paragrafo 8.

(2) Se il Ministro ritiene che la regolamentazione professionale della Camera è contro la legge, ha diritto di presentare entro due mesi dalla data di adozione della sua proposta di revisione giudiziaria.

Sezione 8b

Su richiesta, la Camera trasmette al Ministero, senza indugio, copia dell’atto della Camera e dei relativi documenti.

Sezione 8c

(1) Se una risoluzione, una decisione o altra misura della Camera è contraria alla legge o ad altra regolamentazione legale, e se non è un verdetto, il Ministero può annullare tale atto della Camera. La decomposizione non ha un effetto sospensivo.

(2) Le disposizioni del paragrafo 1 non si applicano in caso di violazione del diritto civile, commerciale, familiare o del lavoro. Inoltre, le disposizioni del paragrafo 1 non si applicano alle decisioni e ad altri atti della Camera formulati ai sensi del codice di procedura amministrativa o della legge sull’amministrazione fiscale.

§ 8d

(1) Se la Camera viola ripetutamente l’obbligo previsto dalla legge, il Ministro può decidere l’amministrazione forzata della Camera. Nessuna decisione può essere presa contro una decisione sull’amministrazione forzata. Il primo atto nel procedimento relativo all’introduzione dell’amministrazione obbligatoria può essere l’emanazione di una decisione sull’amministrazione forzata della Camera. Il ministro può cambiare la decisione sull’amministrazione forzata della Camera.

(2) Sulla data in cui la decisione sul commissariamento della Camera diviene definitiva, nella misura specificata in questa decisione di sospendere il funzionamento degli organi della Camera, fatta eccezione per il ricorso in tribunale contro questa decisione. Le decisioni sulle questioni che rientrano nell’ambito di applicazione degli organi della Camera, in quel momento diventa la misura in cui l’esercizio delle loro funzioni sospeso al ministero. Il Ministero in questi casi agisce per conto della Camera all’esterno nella misura specificata nella decisione sul commissariamento della Camera.

(3) A meno che le prestazioni dei corpi sospesi della Camera o la misura in cui è stato sospeso, queste autorità in questioni che rientrano nella loro competenza per governare solo con il consenso del Ministero, altrimenti la decisione non è valido. Nei casi in cui il ministero non è esternamente per conto della Camera, la Camera può legalmente agire solo con il consenso del Ministero, altrimenti tali procedimenti legali validi. frase Primo e secondo non si applicano ad un’azione in giudizio contro la decisione di imporre la somministrazione forzata della Camera.

(4) I costi relativi all’esecuzione dell’amministrazione forzata sono a carico del Ministero.

(5) L’ amministrazione forzata terminerà con la decisione del Ministro sulla sua risoluzione, entro e non oltre tre anni dalla sua introduzione. Alla prossima riunione dell’Assemblea, il ministero riferirà sull’esecuzione dell’amministrazione forzata e sullo stato di economia e proprietà della Camera.

TITOLO II

esecutori
Parte 1

Esecutore ed Esecutore
§ 9

(1) Un esecutore può essere nominato cittadino della Repubblica ceca che,

(a) ha pieno diritto,

(b) ha conseguito un diploma universitario in giurisprudenza

1. nel programma di laurea magistrale in giurisprudenza e scienze giuridiche, studiando presso un’università nella Repubblica ceca 28 ) , o

Secondo lo studio in un’università all’estero, se tale formazione nella Repubblica Ceca riconosciuto equivalente alla formazione di cui al paragrafo 1, in virtù di un trattato internazionale con il quale la Repubblica ceca sia vincolata, o se tale formazione è riconosciuto da un regolamento speciale 29 ) , e allo stesso tempo tale formazione corrisponde al contenuto e la portata della formazione generale che può essere ottenuto in legge il programma di master e la scienza giuridica nel diritto presso l’università nella Repubblica Ceca

c) è di buon carattere,

(d) ha completato almeno tre anni di pratica come ufficiale giudiziario, e

e) superato l’esame di exequatur.

(2) Pratica dell’esecutore indica la pratica dell’esecutore, del candidato e del tirocinante ai sensi della presente legge. Ministero contato pienamente in esecuzione pratica pratica, i giudici, giudice della Corte Costituzionale, assistente giudice, pubblico ministero, avvocato, notaio, l’avvocato commerciale, pubblico ministero, sostituto procuratore, tirocinante giudiziario, ufficio tirocinante legale del procuratore, impiegato legge, tirocinante notaio, candidato notaio, tirocinante legale l’ufficio del pubblico ministero e la cameriera legale presso un avvocato commerciale; da altre pratiche legali può contare fino a 2 anni.

(3) L’ esame dell’esecutore è un esame professionale dell’esecutore ai sensi della presente legge. Il ministero riconosce l’esame giudiziario professionale, l’esame magistratura, la magistratura unificata e l’esame Bar, esame prokurátorskou, esame di avvocato, notaio esame, esame professionale all’avvocato commerciale e un esame finale per il tirocinante legale l’esame esecutore ai sensi della legge.

§ 10

(1) esecutore esecutore nominato alla carica di Segretario alla proposta della Camera entro 1 mese dal ricevimento della proposta della Camera per la nomina di un esecutore, e alla sede del tribunale distrettuale. La proposta di nomina di un ufficiale giudiziario deve essere presentata dalla Camera entro un mese dalla fine della procedura di selezione. La procedura di selezione si conclude con l’emanazione di una decisione del Presidium della Camera in cui il candidato è stato posto in primo luogo o che è riuscito a soddisfare i requisiti per la nomina.

(2) La Camera ha tenuto una gara d’appalto non più tardi di un mese dopo il rilascio di Office esecutore o, nel caso di aumentare il numero di uffici di ufficiali giudiziari, entro 1 mese dopo la Camera viene a sapere circa l’aumento del numero di cariche ufficiali giudiziari. Se la Camera non dà al ministro una proposta di nominare un esecutore entro 1 mese dal completamento della gara o l’offerta non avviene entro il termine prescritto, il ministro annuncerà una gara d’appalto sulla base di un esecutore nominato senza questa proposta.

(3) Qualsiasi persona che soddisfi le condizioni di cui alla Sezione 9 può applicare alla procedura di selezione entro il termine specificato dalla Camera.

§ 11

(1) L’ Esecutore può svolgere le sue attività solo se

(a) per passare la promessa al ministro,

(b) ha stipulato un contratto di assicurazione per la perdita di responsabilità che potrebbe sorgere in relazione all’esecuzione dell’attività di esecuzione.

(2) L’esecutore è obbligato a concludere un accordo in materia di assicurazione di responsabilità per i danni che potrebbero sorgere in relazione con attività di applicazione, e di dare prova di una copia o una copia certificata conforme alla Camera entro 30 giorni dopo il suo esecutore appuntamento. Se l’esecutore impiega dipendente è tenuto a stipulare un contratto di assicurazione che copre la sua responsabilità per i danni causati dai suoi dipendenti in relazione alle attività ai sensi della presente legge.

(3) L’ assicurazione di responsabilità civile per danni che possono sorgere in relazione all’esecuzione dell’attività di esecuzione deve durare per l’intero periodo di esecuzione dell’autorità di esecuzione.

§ 12

(1) Il candidato selezionato per la nomina di un ufficio di esecutore fatta al ministro prima della sua nomina questa promessa: “Prometto sulla coscienza e l’onore civica che io osservare la Costituzione della Repubblica Ceca, costituzionali ed altre leggi e regolamenti e li applica a partire ufficiale giudiziario il meglio della loro scienza e coscienza, nell’esercizio delle attività di esecuzione agirò in modo indipendente e abbastanza e io osservare l’obbligo di riservatezza su tutti i fatti di cui essi imparano in relazione con le prestazioni di esecuzione o di altre attività di un esecutore. “

(2) Il rifiuto da parte del richiedente di prestare giuramento e il giuramento soggetto, non può essere nominato esecutore e il Ministro nomina al candidato all’ufficio esecutore che è un tenero posto in un altro posto l’ordine per il candidato che si rifiutò di prestare giuramento o fece un voto a soggetto.

§ 13

(1) L’ Esecutore dovrà gestire l’attività dell’Ufficio dell’Esecutivo, il quale, per suo conto, svolge tutti i compiti necessari per la corretta esecuzione dell’attività di esecuzione. L’Esecutore usa il Certificato dell’Esecutore, il Timbro e il Sigillo che contengono

(a) nome, cognome e titolo,

(b) il termine “ufficiale giudiziario”;

c) l’indirizzo dell’esecutore,

d) l’ emblema nazionale della Repubblica ceca.

(2) L’ufficiale giudiziario, il timbro e il sigillo devono essere consegnati all’ufficiale giudiziario della Camera.

(3) Il modello del timbro e del sigillo dell’esecutore è riportato nell’appendice n. 1 della presente legge.

§ 14

(1) L’ufficio dell’autorità di esecuzione è la sede del tribunale distrettuale nel cui distretto è stato nominato l’esecutore. Un altro tribunale del distretto di questo tribunale può scegliere l’esecutore solo previo consenso della Camera.

(2) L’ ufficio dell’Esecutore deve essere contrassegnato in conformità all’Allegato n. 2 della presente legge.

§ 15

(1) L’esecuzione dell’Ufficio dell’Esecutore cesserà

(a) la morte dell’esecutore,

b) una dichiarazione dell’esecutore per i morti,

c) l’ appello dell’esecutore,

d) la perdita della cittadinanza della Repubblica ceca,

e) se l’autorità di exequatur è stata limitata,

f) il giorno della legittimità della decisione che impone un provvedimento disciplinare di appello da parte dell’ufficiale giudiziario,

g) la data di efficacia della decisione del tribunale era esecutore punibile con la squalifica giudiziario o esecutore che è stato condannato ad una pena detentiva incondizionata,

h) alla scadenza dei sei mesi di calendario successivi al mese in cui il ministero ha ricevuto una richiesta dall’esecutore per porre fine all’esecuzione dell’ufficio dell’ufficiale giudiziario.

(2) Il Ministro dell’Esecutore deve revocare,

(a) se l’esecutore è stato condannato per un reato intenzionale o un reato commesso in relazione a un’attività di esecuzione,

b) Se l’esecutore non presenta alla Camera una copia o una copia autenticata del assicurazione della sua responsabilità per i danni entro 30 giorni dalla sua nomina come esecutore o cessa di esistere quando la sua assicurazione di responsabilità civile per danni ed esecutrice non risolva entro 30 giorni,

c) se l’esecutore entro 3 mesi dopo aver prestato giuramento, senza una buona ragione non si apre presso la sede di ufficio di esecutore al quale è stato nominato, e l’ufficio sarà pronto a svolgere attività di applicazione

(d) se il giudice, su proposta del Ministero, ha deciso che l’Esecutore non può, per un periodo di almeno un anno, eseguire l’esecuzione delle sue attività a causa della sua condizione medica.

(3) L’esecuzione dell’ufficio dell’ufficiale giudiziario è sospesa il giorno della consegna della decisione sul suo licenziamento.

(4) Qualora la Camera trovi i motivi del ricorso ai sensi del paragrafo 2, ne informa immediatamente il Ministero.

(5) L’esecutore nominato alla carica di esecutore, il cui andamento è scaduto assume scritti di ufficio esecutore ed effettuata un’ulteriore esecuzione e altre attività. Le parti alla procedura di esecuzione informano e informano la persona interessata che può chiedere una modifica dell’esecutore. Esecutore, scomparso ufficio potere esecutore, assicurando la trasmissione di file, riempimento recuperato in esecuzione, fissata cose balivo custodia e registra il neo esecutore e di trasferimento francobolli, le licenze e le guarnizioni ai sensi del § 103. In primo luogo

(6) Condividi esecutore, scomparso ufficio potere esecutore, o dei suoi eredi o legatari a pagare esecutore di nuova nomina è determinato di comune accordo. Se l’accordo non viene consegnato alla Camera entro due mesi dalla nomina del nuovo esecutore, la Camera deciderà sui principi di equità.

Parte 2

Rappresentanza dell’esecutore
§ 16

(1) La nomina di un esecutore esecutore nella sua camera ufficio nomina un rappresentante alla sua proposta per la malattia, lasciare, sospensione o cessazione del potere e dell’autorità esecutore o altri motivi validi che non possono esercitare il suo ufficio. Camera nomina il vice balivo anche se lui stesso non ha proposto un rappresentante a un mese della sua nomina, e anche in caso di sospensione dell’esercizio del suo ufficio. L’esecutore rappresentato e l’agente devono concordare la quota del rappresentante sulla remunerazione dell’esecutore rappresentato. Se l’accordo non viene consegnato alla Camera entro due mesi dalla nomina di un rappresentante, la Camera deciderà sui principi di equità.

(2) Un rappresentante è nominato tra i candidati esecutore, in caso contrario, tra gli esecutori nominati nel tribunale circoscrizionale del distretto o dei loro candidati, e se non, tra gli esecutori nominati nel distretto della corte regionale o loro candidati. Un candidato può essere nominato come rappresentante dell’esecutore solo se soddisfa le condizioni di cui al § 11 par. b).

(3) L’ Esecutore è tenuto, senza indebito ritardo, a notificare alle Comore e al suo rappresentante designato il verificarsi o la cessazione del fatto ai sensi del paragrafo (1). La notifica del verificarsi dei fatti di cui al paragrafo 1 comprende, in particolare, il motivo e il giorno a partire dal quale l’esecutore non può esercitare la propria carica. L’avviso di estinzione dei fatti di cui al paragrafo 1 deve contenere il motivo e il giorno a partire dal quale l’esecutore può esercitare la propria carica. Rappresentare iniziano quando il vice appreso i fatti di cui al paragrafo 1, e fini, se è stato dopo la scomparsa del l’esecutore prestazioni nominato alla carica di ufficio esecutore nuovo esecutore o cessato di esistere altri motivi per i quali è stata fondata la rappresentazione. Senza indebito ritardo, dopo la data di cessazione della rappresentanza, sarà effettuata una transazione tra il rappresentante e l’esecutore rappresentato, oi suoi eredi o parenti, a partire dalla data di cessazione della rappresentanza.

(4) Se la rappresentazione persiste, l’esecutore rappresentato non può eseguire l’esecuzione. Il rappresentante dell’esecutore ha l’obbligo di risarcire il danno causato dalla violazione dell’obbligo di riservatezza. L’esecutore rappresentativo è responsabile per il danno causato dal dipendente dell’esecutore rappresentato. Ciò non pregiudica le disposizioni di una regolamentazione legale speciale.

(5) Le disposizioni di un rappresentante candidato sono soggette al consenso dell’esecutore in cui il candidato è nel rapporto di lavoro.

(6) Un ricorso legale alla corte può essere presentato contro la decisione della Camera di nominare un rappresentante e determinare la quota della remunerazione dell’esecutore rappresentato.

(7) L’ accordo di cui al paragrafo 1 e ai sensi dell’articolo 15, paragrafo 5, è conservato dalla Camera.

§ 17

(1) Il rappresentante dell’esecutore deve firmare i documenti in base al cognome e al cognome, insieme al nome e cognome dell’esecutore che rappresenta.

(2) Se il rappresentante è un esecutore, usa il suo timbro e sigillante. Se lui / lei è un candidato, lui / lei usa il timbro e il sigillo dell’esecutore che rappresenta.

(3) Le disposizioni della presente legge applicabili all’esecutore si applicano anche al candidato se esercita la funzione di esecutore come rappresentante dell’esecutore.

(4) Il candidato che rappresenta l’esecutore, che ha cessato l’esecuzione dell’ufficio dell’ufficiale giudiziario, agirà in modo indipendente. Il paragrafo 32 si applica mutatis mutandis.

§ 18

(1) La Camera nominerà un nuovo rappresentante per l’esecutore,

(a) se l’agente nominato è un esecutore e l’esecuzione dell’ufficio dell’ufficiale giudiziario è scaduta,

b) se il rappresentante designato è un candidato per la Camera lo rimosse dalla lista di candidati scade o se la sua assicurazione di responsabilità civile per danni e anche dopo lo avverte della Camera non si risolva entro il termine prescritto o se è stata inflitta una misura di revoca disciplinare della rappresentazione,

(c) se il rappresentante designato chiede di essere destituito dall’incarico,

(d) se richiesto da un esecutore rappresentato.

(2) L’ articolo 16 si applica mutatis mutandis alla nomina di un nuovo rappresentante.

(3) Le disposizioni del nuovo rappresentante terminano le disposizioni del rappresentante precedente.

Parte 3

Dipendenti dell’esecutore
apprendista
§ 19

(1) Il tirocinante è un dipendente del contraente iscritto nell’elenco dei tirocinanti.

(2) L’ elenco degli impiegati è guidato dalla Camera.

§ 20

(1) La Camera entra nell’elenco dei tirocinanti su proposta dell’esecutore di un cittadino della Repubblica ceca che,

a) soddisfa le condizioni di cui all’articolo 9, paragrafo 1 da (a) a (c),

(b) è in servizio presso l’Esecutore.

(2) L’iscrizione nell’elenco dei commessi deve essere effettuata dalla Camera entro un mese dalla data di consegna del boia esecutore. L’esecuzione della registrazione, così come il rifiuto di registrazione, devono essere notificati dalla Camera al collaboratore e all’esecutore in cui il collega è nel rapporto di lavoro.

(3) Una persona che non è entro il tempo è entrato nella lista dei tirocinanti, come il suo consenso ed esecutore, in cui colui che non era nel periodo indicato nella lista di impiegati, impiegati, ha il diritto di richiedere l’ingresso nella proposta in tribunale. Si astiene dal depositare se nessuna delle azioni persone elencate entro 2 mesi dalla notifica della Camera di rifiuto di registrazione non più tardi di sei mesi dopo il ricevimento della registrazione nella lista degli impiegati della Camera, il diritto di registrazione della persona che era entro il termine incluso nella lista del tirocinante , si spegne.

§ 21

(1) L’ esecutore può incaricare il contraente per iscritto di eseguire atti che sono oggetto di esecuzione o altre attività.

(2) Tuttavia, l’Esecutore non può incaricare il Contraente di emettere un ordine di esecuzione. Allievo può eseguire all’asta immobili o la creazione di imprese ( “gara”) ha emesso una decisione in esecuzione della vendita di beni immobili o di un impianto o di stabilire un esecutore pegno.

§ 22

(1) La Camera rimuoverà dall’elenco delle

a) che è morto e che è stato dichiarato morto,

b) chi ha perso la cittadinanza della Repubblica Ceca,

(c) che è stato limitato a se stante,

(d) che è stato infine condannato per un reato intenzionale o di un reato commesso in relazione a un’attività di esecuzione,

(e) chi ha chiesto alla Camera per iscritto di rimuoverlo da questa lista,

f) chi ha interrotto il rapporto di lavoro con l’esecutore,

(g) Chi è stato inserito nell’elenco delle sostanze candidate.

(2) L’ allontanamento dall’elenco degli impiegati deve essere notificato dalla Camera all’addetto e all’esecutore in cui è o è stato un collaboratore.

(3) Una persona che è stata cancellata dalla lista delle persone in formazione, così come il consenso dell’esecutore, in cui colui che è stato cancellato dalla lista di impiegati, impiegato, ha il diritto di cercare proposta di protezione in tribunale. Si astiene dal depositare Se una di queste azioni persone entro 2 mesi dalla notifica della Camera di impiegati delisting, il diritto alla tutela di quelli cancellati dalla lista di impiegati, scade.

candidato
Sezione 23

(1) Il candidato è un dipendente dell’esecutore che viene inserito nell’elenco dei candidati.

(2) La lista dei candidati è tenuta dalla Camera.

Sezione 24

(1) La Camera, sulla base di una richiesta scritta del tirocinante, entra nella lista dei candidati del candidato

a) è registrato nell’elenco dei tirocinanti alla data della registrazione e a chi non vi è motivo di rimuoverlo in base al § 22 par. da (a) a (f),

(b) aver completato almeno tre anni ‘

c) superato l’esame di exequatur.

(2) La composizione dell’esame di exequatur è messa a disposizione di chiunque soddisfi le condizioni di cui al paragrafo 1 a) eb).

(3) La registrazione di cui al paragrafo 1 è effettuata dalla Camera entro un mese dalla data di ricevimento della domanda. La Camera deve notificare il candidato al candidato e all’esecutore con cui il candidato è occupato.

(4) Una persona che non è nel periodo indicato nella lista dei candidati, con il consenso ed esecutore in cui la persona che era entro il termine incluso nella lista dei candidati in un rapporto di lavoro, ha il diritto di chiedere la registrazione nella lista della proposta candidati in tribunale. Si astiene dal depositare se nessuna delle azioni persone elencate entro 2 mesi dalla notifica della Camera di rifiuto di registrare la lista dei candidati, ma non più tardi di sei mesi dopo il ricevimento della registrazione nella lista dei candidati alla Camera, il diritto di fare la registrazione di chi era nel termine prescritto registrati nella lista dei candidati, si estingue.

§ 25

L’esecutore può incaricare il candidato per iscritto di eseguire atti di esecuzione o altre attività.

§ 26

(1) La Camera rimuove il candidato dall’elenco dei candidati per le ragioni indicate nella Sezione 22 (1) da (a) a (f).

(2) Lo sciopero deve essere comunicato al candidato e all’esecutore con cui il candidato è o è stato nel rapporto di lavoro.

(3) Una persona che è stata cancellata dalla lista dei candidati, così come il consenso dell’esecutore, in cui colui che è stato cancellato dalla lista di candidati, in un rapporto di lavoro, ha il diritto di cercare proposta di protezione in tribunale. Si astiene dal depositare Se una di queste azioni persone entro 2 mesi dalla notifica della Camera di rimozione dalla lista dei candidati, il diritto alla protezione di coloro eliminato dalla lista dei candidati scade.

§ 27

Esecutore dell’Esecutore e altri dipendenti dell’Esecutore
(1) L’ esecutore può impiegare nell’ufficiale giudiziario l’esecutore e altri dipendenti.

(2) L’esecutore può esecutore funzioni di esecuzione delegato di scrittura esecutore che l’esecuzione sotto procedura civile esecutore esegue 3a ) . Altri dipendenti possono delegare compiti semplici che sono soggetti a esecuzione o altre attività.

(3) L’esecutore dell’esecutore può essere un cittadino della Repubblica ceca che,

(a) ha pieno diritto,

(b) è impeccabile,

(c) ha l’istruzione secondaria completa,

(d) ha lavorato per almeno sei mesi con l’Esecutore,

(e) ha superato un esame di qualificazione dell’esecutore dell’esecutore.

(4) La portata e le modalità dell’esame di qualificazione dell’esecutore dell’esecutore sono determinate dalla Camera ai sensi dell’articolo 110, paragrafo 7 c) e § 110, paragrafo 8.

TITOLO III

ATTIVITÀ ESECUTIVE
Parte 1

Disposizioni generali
§ 28

L’esecutore è l’esecutore, che l’esecutore designa nella proposta di esecuzione e che è inserito nel registro delle esecuzioni iniziate. Gli atti dell’esecutore sono considerati atti del tribunale di esecuzione.

Sezione 29

(1) L’ Esecutore sarà escluso dal procedimento di esecuzione se sussistono motivi per dubitare della sua inidoneità in relazione al suo rapporto con il caso, alle parti del procedimento di esecuzione o ai suoi rappresentanti.

(2) Il motivo dell’esclusione dell’esecutore non sono le circostanze del procedimento dell’esecutore nel procedimento nella presente causa.

(3) Non appena l’esecutore viene a conoscenza del fatto per cui è espulso, deve immediatamente notificarlo al tribunale di esecuzione. Nel procedimento, può farlo solo in un modo che non può essere ritardato.

(4) Le parti del procedimento di esecuzione hanno il diritto di commentare la persona dell’esecutore; deve essere istruito a farlo.

(5) Il partecipante è obbligato a esercitare l’obiezione di bias esecutore entro 8 giorni dal giorno in cui è stato notificato avviso di avvio della esecuzione; se al momento non fosse a conoscenza del motivo dell’esclusione, o se questa ragione fosse successiva, potrebbe sollevare l’obiezione entro 8 giorni dalla sua presa di coscienza. Più tardi, l’obiezione di bias partecipante si applica anche se l’esecutore non è stato informato del suo diritto di commentare un’esecutore persona. Le obiezioni alla persona dell’esecutore non hanno effetto sospensivo.

(6) L’obiezione di bias deve includere la designazione di esecutore e ponendo le circostanze che danno ragione dubbi sulla sua imparzialità o indicazione di quando il partecipante applica questo motivo, obietta imparato e quali prove può essere dimostrato la sua affermazione.

(7) L’esecutore deve presentare senza indugio una decisione sull’opposizione di parzialità al tribunale di esecuzione; nel procedimento, può solo compiere tali azioni che non possono essere ritardate. Questo non si applica se l’opposizione è stata sollevata al più tardi il giorno della chiusura del procedimento di esecuzione o arrestato, o se esercitato se il ricorso partecipante nelle stesse circostanze, che non erano più applicabili decisione del tribunale, o se l’opposizione è apparentemente ritardata.

(8) Il giudice dell’esecutore decide sull’esclusione dell’esecutore.

(9) La decisione sull’esclusione dell’esecutore deve essere consegnata alla parte autorizzata, al debitore e all’esecutore.

(10) Non vi è alcun rimedio legale contro la decisione emessa nel procedimento per l’esclusione dell’esecutore.

(11) Quando si è deciso che l’esecutore è esclusa, l’esecuzione continua l’esecutore, che suggerisce una legittima e che è inserito nel registro avviato esecuzione in modo che rende una modifica ai dati conformemente al § 35b paragrafo. 1 punto. (a) o (b); il nuovo esecutore registrato ordina il pagamento dei costi di esecuzione dei costi sostenuti nell’esecuzione.

(12) Se si esclude impiegato, candidato o di un altro esecutore dei dipendenti, così come esperti o interprete decide esecutore; i paragrafi da 1 a 4, 6 e 9 si applicano mutatis mutandis. Non esiste alcun rimedio legale contro il suo ordine.

§ 30

L’Esecutore può rifiutarsi di eseguire l’azione richiesta per uno dei seguenti motivi:

a) se è contrario alla legge o alla regolamentazione,

b) se la persona avente diritto non ha pagato un ragionevole anticipo al costo dell’esecuzione, se l’esecuzione non è finalizzata al recupero della manutenzione del minore.

§ 31

(1) L’ Esecutore sarà tenuto a mantenere la riservatezza su tutti i fatti che ha appreso durante l’esecuzione dell’esecuzione o di altra attività.

(2) Il dovere di riservatezza può essere revocato dall’organo della Camera, solo per ragioni di speciale considerazione, nella misura necessaria e per un caso individuale.

(3) L’ Esecutore è tenuto a mantenere la riservatezza sui fatti che possono pregiudicare gli interessi legittimi delle parti coinvolte nei procedimenti di esecuzione. Una parte in giudizio con un legittimo interesse in materia è in grado di esentare l’exequatur dell’obbligo di riservatezza. Se un partecipante ha espresso procedimento di esecuzione accordo con la comunicazione dei dati coperti dal segreto professionale sotto una legge speciale scritte 30 ) , l’esecutore di tali dati all’istituzione competente comunicare.

(4) L’esecutore non è obbligato a mantenere la riservatezza in relazione ai suoi dipendenti, che istruisce Esecuzione di atti individuali secondo la legge, se tale persona è obbligata a mantenere obbligo di riservatezza in sé.

(5) L’obbligo di riservatezza non è vincolato dall’exequatur nella misura necessaria per il procedimento dinanzi al giudice. Inoltre, non è vincolato da un obbligo di riservatezza nella misura necessaria per il procedimento dinanzi un’altra autorità, è oggetto di una controversia tra la direzione e lui o obbligatoria o loro successori, e per l’esercizio della vigilanza di Stato autorizzati.

(6) Le mansioni di riservatezza non possono essere invocate dall’esecutore nei procedimenti disciplinari ai sensi della presente legge.

(7) L’obbligo di riservatezza non pregiudica l’obbligo imposto dalla legge di impedire la commissione di un reato. 4 ) violazione del dovere di riservatezza non adempie obblighi verso l’autorità competente ai sensi della legge su alcune misure contro il riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo Act e l’attuazione di sanzioni internazionali. Violazione della riservatezza di non fornire informazioni alle autorità fiscali in adempimento degli obblighi previsti dal codice tributario come esecutore obbligato persona ai sensi della legge relativa a talune misure contro la legalizzazione dei proventi di reato e il finanziamento del terrorismo.

(8) L’obbligo di riservatezza di cui al paragrafo 1 deve essere mantenuto anche dopo l’esecuzione dell’esecuzione dell’Ufficio dell’Esecutore.

(9) Il dovere di riservatezza per quanto specificato nei paragrafi 1-8 si applicano, mutatis mutandis, al personale l’esecutore, l’attività di esecutore all’interno della Camera ai componenti degli organi della Camera e dei suoi collaboratori, nonché a tutte le persone che sono coinvolte in un procedimento disciplinare sotto il della legge. Continuano a lavorare per queste persone dopo la cessazione del rapporto di lavoro con l’esecutore o con la Camera, o dopo il loro ufficio alla Camera.

(10) La violazione del dovere di riservatezza nei paragrafi precedenti basati esecutore responsabilità disciplinare e l’obbligo, per compensare violazione di tale obbligo.

§ 32

(1) Salvo quanto diversamente previsto dalla legge speciale, l’esecutore è obbligato a risarcire la persona che l’ha causata in relazione all’attività ai sensi della presente legge. L’Esecutore è obbligato a risarcire i danni anche se il danno è stato causato nell’esecuzione dell’esecuzione o ulteriore attività da parte del suo dipendente; non viene in tal modo compromesso l’obbligo per tale persona di risarcire il danno derivante da regolamenti speciali.

(2) L’ Esecutore sarà sollevato dagli obblighi di cui al paragrafo 1 se dimostrerà che il danno non può essere evitato anche se viene esercitato tutto lo sforzo richiesto da lui / lei.

(3) L’obbligo dello Stato di risarcire il danno ai sensi di una specifica regolamentazione legale 5 ) non deve essere pregiudicato in tal modo.

Collaborazione di terze parti
§ 33

(1) I tribunali, governi statali e locali, i comuni e le loro agenzie, notai e persone fisiche e giuridiche, quando determinano i diritti ei doveri, sono tenuti a comunicare le informazioni richiesta scritta dell’ufficiale giudiziario su beni del debitore, che sono conosciuti nella loro attività ufficiali.

(2) La polizia della Repubblica ceca fornirà all’ufficiale giudiziario, su sua richiesta, protezione e cooperazione ai sensi della legge sulla polizia della Repubblica ceca.

(3) organi di amministrazione Lo Stato, gli enti locali e le persone giuridiche che d’ufficio sono regolamentazione speciale incaricato di tenere un registro di persone o proprietà o al soggetto delle sue attività, tenere un registro delle persone e le loro proprietà sono tenuti a notificare richiesta scritta dell’ufficiale giudiziario i dati necessari per eseguire l’esecuzione; tale obbligo ha particolare autorità incaricata della Autorità amministrativa catasto, imposta l’autorità di tenere un registro dei veicoli a motore, l’autorità responsabile del sistema informativo della pubblica amministrazione, che include i dati sulle armi, munizioni e di ripresa di funzionamento Condizioni, enti previdenziali, compagnie di assicurazione sanitaria , borse delle materie prime, organizzatore del mercato regolamentato 27 ), il depositario centrale, altre persone autorizzate a tenere un registro degli strumenti di investimento e la camera dei notai della Repubblica ceca in relazione alla lista dei documenti di proprietà matrimoniale. Il dipendente dell’amministratore fiscale, l’autorità di previdenza sociale e l’assicurazione malattia non possono, in risposta a una richiesta scritta dell’esecutore, invocare l’obbligo di riservatezza in base a una specifica regolamentazione legale. Nei procedimenti di esecuzione, l’esecutore ha lo status di un’unità organizzativa dello stato 7f ) allo scopo di ottenere l’accesso remoto ai file di computer in cui sono conservati i dati del catasto .

(4) le banche, le filiali estere, cooperative di credito, istituti di moneta elettronica, istituti di moneta elettronica stranieri, gli emittenti di moneta elettronica, gli istituti di credito di piccole dimensioni, gli istituti di credito stranieri e fornitori di servizi di pagamento di piccole dimensioni (di seguito denominato “ente finanziario”) le compagnie di assicurazione, società di investimento e fondi di investimento, commercianti di valori mobiliari, società di pensione, fondi pensione sotto una legge speciale, sistema di garanzia del mercato finanziario (in prosieguo: “le istituzioni finanziarie”), notai, avvocati, persone fisiche e giuridiche sono tenuti a rivelare l’esecutore della sua una richiesta scritta di informazioni sui numeri dei conti obbligatori o altri identificatori univoci 7a )Così come il loro status e le modifiche ed i dati in materia di proprietà, orari o titoli dematerializzati obbligatorio gestito da loro o da loro per l’obbligatoria o obbligatorio di salvati.

(5) L’operatore di servizi postali è tenuto a comunicare richiesta scritta dell’ufficiale giudiziario i dati necessari per condurre l’esecuzione, in particolare l’identità delle persone che affittano una casella postale o in altri luoghi di navigazione, informazioni sul numero in cui la posta in arrivo e il mittente, il totale dei fondi che frequentano obbligatoria servizio postale o ad una casella postale e l’identità del destinatario della posta elettronica depositato presso il servizio postale.

(6) i fornitori di servizi di comunicazione elettronica sono tenuti ad avvisare l’ufficiale giudiziario alle sue stazioni richiesta, telefono, telex e di fax scritti utilizzato obbligatoria e identificarli se non sono elencati nella directory accessibili al pubblico.

(7) Le compagnie di assicurazione sono tenute a comunicare all’Esecutore, dietro sua richiesta scritta, il pagamento delle indennità a favore del debitore.

(8) Gli editori della stampa sono tenuti a notificare richiesta scritta dell’ufficiale giudiziario il nome della persona che ha effettuato la pubblicazione della pubblicità, che applica alla gestione dei beni del debitore ed è stato pubblicato con il marchio.

(9) I vettori e spedizionieri sono tenuti a notificare richiesta scritta dell’ufficiale giudiziario del mittente e destinatario di merci, nonché i dati sulle merci trasportate, se è necessario effettuare esecuzioni.

Sezione 33a

(1) Il Ministero dell’Interno o la Polizia della Repubblica Ceca deve fornire esecutori per l’esecuzione

a) dati di riferimento dal registro di base della popolazione;

b) dati dal sistema di informazione della popolazione,

c) dati dal sistema di informazioni estere,

(d) i dati del registro delle persone fisiche a cui è stato assegnato un numero di nascita ma non sono tenuti nei sistemi di informazione di cui alle lettere (b) e (c).

(2) I dati forniti ai sensi del paragrafo 1 (a) sono

(a) cognome,

(b) il nome o, se del caso,

(c) l’ indirizzo del luogo di dimora,

(d) data, luogo e distretto di nascita; l’interessato che è nato all’estero, la data, il luogo e il paese di nascita,

(e) data, luogo e distretto di morte; nel caso della morte di fuori del territorio della Repubblica Ceca, la data di morte, luogo e lo Stato nel cui territorio è avvenuta la morte; se è stato rilasciato da una decisione giudiziaria dichiarato morto, un giorno che è nella decisione, come la data di decesso o la data in cui la persona interessata dichiarato morto sopravvissuto, e la data di entrata in vigore della presente decisione,

f) cittadinanza o più cittadinanza.

(3) I dati forniti ai sensi del paragrafo 1 b) sono

a) nome, se del caso, nome, cognome, o il loro cambiamento, cognome,

(b) data di nascita,

(c) genere e il suo cambiamento,

(d) il luogo e il distretto di nascita; per un cittadino nato all’estero, il luogo e lo stato nel cui territorio è nato,

e) il numero di nascita,

f) cittadinanza,

g) indirizzo di residenza permanente, compresi gli indirizzi precedenti di residenza permanente,

h) l’ inizio della residenza permanente o la data di cancellazione dei dati sulla residenza permanente o la data di cessazione della residenza permanente nel territorio della Repubblica ceca,

(i) approvazione di un contratto di assistenza o di rappresentanza da parte di un membro del nucleo familiare, compresa l’indicazione del tribunale che ha accettato il contratto o la rappresentanza,

(j) lo stato civile, la data del suo cambiamento e il luogo del matrimonio,

(k) il numero di nascita del coniuge; se il coniuge è uno straniero che non ha un numero di nascita, il suo nome o nome, cognome e data di nascita,

l) al giorno, che era nella decisione del giudice sulla dichiarando la persona scomparsa indicato come il giorno di efficacia della persona scomparsa, e la data di efficacia della sentenza del tribunale dichiarando mancanti,

(m) data, luogo e distretto della morte; nel caso della morte di un cittadino al di fuori del territorio della Repubblica ceca, la data, il luogo e lo Stato nel cui territorio è avvenuta la morte,

n) il giorno in cui il tribunale decide di dichiarare morto come il giorno della morte o il giorno in cui il cittadino dichiarato morto non è sopravvissuto,

(o) il nome o il cognome, se esiste, e il numero di nascita del padre, della madre o di altro tutore o tutore legale; nel caso in cui uno dei genitori o altro tutore o tutore legale non abbia un numero di nascita, nome o nome, cognome, data di nascita; se un altro tutore legale o tutore del minore è una persona giuridica, il nome e l’indirizzo della sede legale.

(4) I dati forniti ai sensi del paragrafo 1 c) sono

(a) il nome o cognome, se del caso, il loro cognome, il loro cognome,

(b) data di nascita,

(c) genere e il suo cambiamento,

(d) luogo e paese di nascita,

e) il numero di nascita,

f) cittadinanza,

(g) il tipo e l’indirizzo del luogo di dimora,

h) il numero e la validità del permesso di soggiorno,

(i) l’ inizio della residenza o la data di cancellazione della residenza,

(j) limitazione della legalità,

(k) espulsione amministrativa o giudiziaria e il periodo di tempo per il quale non è consentito l’ingresso nel territorio della Repubblica ceca,

(l) stato civile, data e luogo del cambiamento, nome o cognome, cognome del coniuge, numero di nascita o data di nascita,

(m) data, luogo e distretto della morte; in caso di decessi al di fuori del territorio della Repubblica ceca, lo stato nel cui territorio è avvenuta la morte o la data del decesso,

n) il giorno che è stato dichiarato nella decisione della corte sulla dichiarazione di morte come il giorno della morte o il giorno in cui lo straniero dichiarato morto non è sopravvissuto.

(5) I dati forniti ai sensi del paragrafo 1 d) lo sono

a) il nome o il cognome, il cognome, il nome,

(b) il giorno, il mese e l’anno di nascita,

(c) il luogo di nascita; per una persona fisica nata all’estero il luogo e lo stato di nascita,

(d) numero di nascita.

(6) I dati, che sono conservati come dati di riferimento nel registro di base della popolazione, devono essere utilizzati solo nella forma precedente allo stato attuale del registro della popolazione o del sistema di informazione degli stranieri.

(7) Solo i dati necessari per svolgere l’attività possono essere utilizzati nel caso specifico.

Sezione 33b

In formato elettronico in modo da permettere l’accesso remoto provvedere ai bisogni di esecutori esecuzione Ministero delle Finanze sistema informativo dati 7 grammi ) di

a) cittadini della Repubblica ceca 7c ) nella misura

1. il nome, se del caso, i nomi e cognomi,

2. Numero di nascita,

3 ° numero del contratto,

4. il numero di identificazione della persona (il “numero di identificazione”) della società edile,

b) stranieri entro 7 ore )

1. il nome, se del caso, i nomi e cognomi,

2. Numero di nascita,

3 ° numero del contratto,

4. il numero di identificazione della società edile.

Sezione 33c

In formato elettronico in modo da permettere l’accesso remoto provvedere ai bisogni di esecutori esecuzione Ministero dei dati Finanze sistema informativo 7i ) partecipando 7j ) nell’intervallo

1. il nome, se del caso, i nomi e cognomi,

2. il numero di nascita e, se non assegnato, il numero della persona assicurata tenuto nel registro degli assicurati della compagnia di assicurazione sanitaria generale 7k ) ;

3. il numero del contratto di assicurazione pensionistica complementare,

4. il numero di identificazione del fondo pensione.

Sezione 33d

(1) Il Ministero delle Finanze provvedere ai bisogni di esecutori esecuzione in forma elettronica in modo che consentano di dati di accesso remoto dal sistema informativo delle parti del atto disciplinano risparmio pensione complementare di 25 ) , nella misura

(1) il nome o il cognome, se presente,

2. il numero di nascita e, se non assegnato, il numero della persona assicurata tenuto nel registro delle persone assicurate della compagnia di assicurazione sanitaria generale 7j ) ;

3. il numero del contratto di previdenza complementare,

4. il numero di identificazione della società di previdenza.

(2) Il Ministero delle Finanze registra il motivo della fornitura delle informazioni di cui al paragrafo 1. Se il motivo per richiedere i dati di cui al paragrafo 1 non viene fornito, il Ministero delle Finanze negherà la fornitura dei dati.

Sezione 33e

In forma elettronica, a titolo di accesso remoto, l’Amministrazione ceca per la sicurezza sociale fornirà dati per l’esecuzione dell’esecuzione agli esecutori sul registro degli assicurati sui beneficiari delle prestazioni di assicurazione pensionistica nell’intervallo

a) il numero di nascita e il numero di registrazione della persona assicurata,

(b) cognome e nome,

c) l’ indirizzo attuale per il pagamento delle entrate (pensioni),

(d) il metodo di pagamento del reddito (pensioni),

(e) il tipo di pensione (s),

(f) l’ ammontare della pensione / delle pensioni,

g) l’ importo della precedente esecuzione o altre deduzioni di vecchiaia,

(h) l’ importo della pensione versata dopo le detrazioni precedenti,

(i) dati su un altro pensionato,

(j) per i debitori residenti all’estero, lo Stato in cui è presentata la pensione,

(k) Indennità e contributi alle pensioni corrisposte a titolo di indennizzo.

§ 33f

In forma elettronica, in un modo che consente l’accesso remoto, il Ministero dei trasporti fornirà i dati per gli esecutori agli esecutori dei dati dal registro centrale dei veicoli stradali nella gamma

a) il proprietario (nome, indirizzo e numero di identificazione della persona se si tratta di una persona giuridica o imprenditore individuale, nome, cognome, numero di identificazione, il luogo di residenza permanente o consentito o indirizzo permanente nel caso dell’asilo di una persona fisica )

b) l’operatore a meno che lo stesso proprietario (nome, indirizzo e numero di identificazione, se si tratta di una persona giuridica o imprenditore individuale, nome, cognome, numero di identificazione, il luogo di residenza permanente o consentito o indirizzo permanente in manicomio nel caso di una persona fisica)

(c) numero di immatricolazione dell’autoveicolo stradale e del rimorchio, data della sua cessione e rimozione,

(d) il tipo e la categoria del veicolo a motore e del rimorchio,

e) il costruttore del veicolo a motore e del rimorchio, la marca (nome commerciale assegnato dal costruttore), il tipo di veicolo e la designazione commerciale,

(f) la data della prima immatricolazione dell’autoveicolo e del rimorchio,

(g) lo scopo per cui sono destinati l’autoveicolo stradale e il rimorchio,

(h) diritti di pegno su un veicolo a motore e un rimorchio.

Sezione 34

(1) L’esecutore può, ai fini del procedimento di esecuzione per richiedere l’assistenza di un terzo ai sensi del § 33, e si sono tenuti a fornirlo gratuitamente. Le persone di cui al § 33 mercati par. 4-9 e delle materie prime, il mercato regolamentato 27 ) , il depositario centrale e altri soggetti aventi diritto a tenere un registro di strumenti di investimento hanno nel fornire informazioni per il diritto al rimborso delle spese di cassa ragionevoli.

(2) I terzi fornire la cooperazione esecutore sotto § 33 senza indebito ritardo e, se tecnicamente possibile, in forma elettronica; non rispetta tale obbligo sono obbligatori ed esecutore autorizzato, per compensare il beneficiario o l’esecutore si pone. Causato quando il fallimento del male a soddisfare tale obbligo, un ente statale, persona fisica o giuridica nell’esercizio della pubblica autorità, a loro affidato, o unità di governo locale nello svolgimento dell’amministrazione statale, che per lui è stato trasferito per legge o nell’esercizio delle autorità locali, la procedura di cui una legge speciale . 8 )

(3) Un ufficiale giudiziario chiede l’istituzione finanziaria sinergie raccolta dei dati elettronici ed elettronici istituto di moneta interazione set di dati forniti. istituto finanziario non deve fornire sinergia esecutore, a meno che una richiesta di cooperazione fatta da file elettronico di dati o meno i requisiti di contenuto prescritti o no, se il set di dati formato di file o la struttura. Il Ministero stabilisce per decreto il formato e la struttura di questo file di dati e il contenuto della richiesta di cooperazione.

(4) In caso di inadempimento degli obblighi previsti nella Sezione 33, l’esecutore può infliggere un’ammenda a terze persone. 9 )

(5) Le disposizioni di cui al § 33 a 33e e paragrafi da 1 a 3 si applicano alla scoperta di beni di marito obbligatoria in connessione con l’attuazione della esecuzione, che è quello di fare leva del debito, che appartiene alla proprietà coniugale comune o che può causare il sequestro sui beni proprietà coniugale comune interessato conto marito obbligatoria presso un istituto finanziario.

Parte 2

Procedimenti di esecuzione
Sezione 35

(1) Le procedure di esecuzione sono aperte su una proposta.

(2) I procedimenti di esecuzione sono iniziati il ​​giorno in cui la proposta di esecuzione ha raggiunto l’esecutore.

(3) L’ esecutore può iniziare a reperire e proteggere le attività del debitore non appena il tribunale ha emesso un mandato ai sensi della Sezione 43a.

(4) Se il Beneficiario presenta più ordini di esecuzione nello stesso caso, l’esecutore esegue l’esecutore, che è registrato per primo nel registro delle esecuzioni iniziate.

(5) I procedimenti di esecuzione forzata non possono essere interrotti, a meno che ciò non avvenga diversamente dalla normativa legale 10 ) . È anche impossibile rinunciare al termine e presentare una proposta di rinnovo del procedimento di esecuzione.

Indice delle esecuzioni iniziate
Sezione 35a

(1) Il registro delle esecuzioni avviate è una lista elettronica gestita e amministrata dal Ministero.

(2) I dati inseriti nel registro delle esecuzioni iniziate devono essere registrati dal tribunale o dall’esecutore in un modo che consenta l’accesso remoto.

(3) Il registro delle esecuzioni avviate non è pubblico. Il Ministero fornisce dati dal registro dei procedimenti avviati solo ai tribunali e alla Camera, in modo da consentire l’accesso remoto.

(4) I dati inseriti nel registro delle esecuzioni iniziate saranno cancellati da questo registro dopo la scadenza di 25 anni dalla data di cui alla sezione 35b, par. i).

§ 35b

(1) Devono essere conservati i dati nell’ambito delle esecuzioni iniziate

a) la designazione dell’ esecutore principale per il quale sono stati avviati procedimenti di esecuzione,

b) la designazione dell’esecutore, che svolge o ha diretto il procedimento di esecuzione, se diverso dall’esecutore di cui alla lettera a),

c) la designazione dei procedimenti di esecuzione con il fascicolo in cui è conservato,

(d) il nome dell’ordine di esecuzione e l’autorità che lo ha rilasciato o la persona che lo ha redatto,

e) designazione dell’autorità autorizzata e obbligata,

(f) indicazione dell’obbligo di recupero,

g) data di inizio del procedimento di esecuzione,

h) la data in cui i fatti ai sensi dell’articolo 52, paragrafo 3 (a) e (b) (di seguito “clausola di esecuzione”),

(i) la data di esecuzione.

(2) I dati operativi sulla registrazione dei dati di cui al paragrafo 1 devono essere inclusi nel registro delle esecuzioni iniziate. (b), (h) e (i) devono essere inseriti nel Registro dall’Esecutivo.

Parti nel procedimento
Sezione 36

(1) Le parti del procedimento di esecuzione sono legittimate e obbligate.

(2) Il coniuge è anche il coniuge della persona obbligata, se la proprietà è punita dall’esecuzione della sua proprietà o proprietà nella proprietà comune dei coniugi.

(3) Contro diverso da quello della decisione contrassegnati come obbligatori o beneficio diverso da quello della decisione contrassegnato come legittima, può causare l’esecuzione solo se è provato che è passato un obbligo o superato o destra è stata trasferita da titolo di esecuzione.

(4) Il trasferimento di un’obbligazione o il trasferimento o il trasferimento di un diritto possono essere provati solo da un documento rilasciato o verificato da un’autorità statale o da un notaio, 12 ) a meno che non sia direttamente derivato da una legge.

(5) Se si dimostra che dopo l’inizio del procedimento di esecuzione si è verificato realtà giuridica con la quale la legislazione che collega il trasferimento o la transizione legittimi diritti per i quali l’applicazione di un procedimento per la gestione invece degli attuali autorizzato entra nel suo successore legale. La persona che entra nel procedimento in luogo dell’ex persona autorizzata deve accettare lo stato del procedimento come lo è al momento del suo ingresso nel procedimento.

Proposta di esecuzione
Sezione 37

(1) Il sequestro non può che portare alla proposta di redigere un autorizzato o chi dimostra che passava su di lui, o sono stati trasferiti da una decisione giusta in base al § 36 par. 3 e 5.

(2) La persona autorizzata può presentare una proposta di esecuzione ai sensi della presente legge,

a) se la persona obbligata non rispetta volontariamente l’ordine di esecuzione imposto dalla presente legge, e

(b) se la decisione di prendersi cura dei minori, la protezione della violenza domestica, le istituzioni dell’Unione europea o una decisione straniera non è esecutiva; L’esecuzione non può presentare una proposta, se deve essere svolta con l’esecuzione delle decisioni di mantenimento per i figli minori o da una decisione straniera, che è stato rilasciato una dichiarazione di esecutività ai sensi della legge dell’Unione europea direttamente applicabile o trattato o decisione sul riconoscimento internazionale.

(3) Ulteriori procedimenti avviati contro le stesse legittime obbligatoria allo stesso ufficiale giudiziario prima della scadenza dell’autorizzazione esecutore al precedente esecuzione di orientamento, si collega con la precedente esecuzione della gestione congiunta a partire dalla data di presentazione della proposta. Nell’interesse dello svolgimento del procedimento, l’esecutore può escludere il caso ai sensi della prima frase del procedimento.

(4) Se il procedimento di esecuzione contro lo stesso obbligatoria condotta dagli esecutori o più principi, se ulteriormente giustificato dagli stessi procedimenti di esecuzione ufficiale giudiziario contro gli stessi obbligatorie, procedimenti giudiziari applicabili connessi alla proposta di gestione congiunta obbligatoria,

(a) se il beneficiario è il creditore del debitore al momento del recupero del debito, o il suo successore in titolo, e il procedimento non è ancora stato collegato a norma del paragrafo 3,

b) se l’oggetto di singoli procedimenti connessi è il recupero di un beneficio monetario non superiore all’importo ai sensi dell’articolo 202, paragrafo 2, del codice di procedura civile, e

c) se almeno 2 procedimenti di esecuzione di cui alla lettera a ) sono stati fatti nei confronti del debitore.

(5) In una risoluzione su una concentrazione, il tribunale di esecuzione determina l’esecutore che deve condurre il procedimento. L’esecutore che non rientra nel procedimento ha diritto al rimborso delle spese effettivamente spese, che saranno decise dal tribunale nella decisione sulla concentrazione. Tuttavia, nell’interesse dell’economia, l’ufficiale giudiziario non parteciperà al procedimento se lo stato del procedimento lo richiede o il procedimento di fusione è manifestamente inadeguato.

Sezione 38

(1) Nella proposta di esecuzione, il responsabile dell’esecuzione deve essere contrassegnato, indicando la sua sede legale. La proposta deve anche chiarire chi lo sta facendo, quali cose esso riguarda e cosa traccia, e deve essere firmato e datato. Inoltre, la proposta di esecuzione deve contenere il nome e / oi nomi dei partecipanti, il luogo della loro residenza permanente 7b ) o il luogo di residenza nella Repubblica ceca in base al tipo di residenza dello straniero 7d ) , 7e )E, se del caso, il numero di previdenza sociale o la data di nascita dei partecipanti, o ragione sociale, la sede legale e il numero di identificazione, il nome esatto del titolo esecutivo, mettendo l’obbligo di essere esigevano, e l’indicazione se, e in quale misura obbligatoria esecuzione degli obblighi adempiuto o l’identificazione delle prove a cui si riferisce la persona autorizzata.

(2) Il mandato della proposta deve essere accompagnata da una copia originale o autenticata del titolo esecutivo fornito conferma della sua applicabilità o di controparte di atto notarile con il consenso per l’applicabilità a meno che un titolo esecutivo emesso da un tribunale di esecuzione.

§ 39

(1) A meno che la proposta di realizzazione di tutti i requisiti previsti o è incomprensibile o vaga, viene richiesto entro 15 giorni esecutore, che è stato consegnato proposta di esecuzione, ha autorizzato la proposta di correggere o integrare, determinerà una scadenza e gli istruiti su come dovrebbe essere riparazione o rifornimento.

(2) A meno che la proposta determinato periodo adeguatamente riparato o completato, e la procedura non può continuare per questa carenza o se non è accompagnato da un titolo esecutivo, l’ufficiale giudiziario respinge risoluzione esecutiva. Optare per queste conseguenze deve essere consigliato.

(3) Se non soddisfatto i requisiti di legge per la gestione e l’esecuzione proposta esecuzione saranno respinti, il progetto di risoluzione esecutore esecutiva più tardi nel periodo in § 44 par. 1 essere respinta.

Titolo di esecuzione
Sezione 40

(1) Il titolo esecutivo è

(a) un giudizio esecutivo del giudice o dell’esecutore, nella misura in cui concede un diritto, commette un obbligo o incide sulla proprietà,

(b) una decisione esecutiva di un tribunale o di un’altra autorità di contrasto, nella misura in cui concede un diritto o incide sulla proprietà,

c) un lodo arbitrale esecutivo,

d) atti notarili con consenso elaborati applicabilità sotto una legge speciale 13 ) .

e) una decisione esecutiva e un altro potere di esecuzione di un’autorità pubblica,

f) altre decisioni esecutive e insediamenti approvati e documenti, 14 ) la cui performance è consentito dalla legge.

(2) A meno che il titolo esecutivo europeo un termine per adempiere agli obblighi, si ritiene che gli obblighi imposti dal titolo esecutivo che devono essere soddisfatti entro tre giorni e, in caso di sfratto, entro 15 giorni dalla decisione.

(3) Se, sotto il titolo di esecuzione di cui al paragrafo 1, a), b) oc) per soddisfare l’obbligo di obbligatorio e più nel caso di prestazioni divisibili, applicare tale obbligo, se non altrimenti titolo esecutivo sono tenuti a compiere tutte le legge allo stesso modo.

(4) L’ esecuzione di una decisione giudiziaria sulla vendita di un pegno può essere effettuata se il nome della persona autorizzata e obbligata, il pegno e l’importo del credito garantito e dei suoi accessori.

§ 41

La conferma di esecutività è esecutiva ai sensi dell’articolo 40, paragrafo 1 (a) a (c), (e) e (f) l’autorità che l’ha emessa, nel caso di conciliazioni e accordi, l’autorità che l’ha approvata.

Sezione 42

(1) Prima di emettere un ordine di esecuzione sui beni di proprietà comune dei coniugi trovano esecutore, se è nella lista degli strumenti di regime patrimoniale gestito dal codice notarile contratto di regime o di corte decisioni patrimoniali tra coniugi registrati sulla soppressione dei beni coniugali, il suo rinnovo o restringendo la sua attuale estensione o accordo o decisione di un tribunale di modificare l’accordo o il regime stabilito da una decisione giudiziaria.

(2) Quando un atto di esecuzione è esecutore è obbligato a fare affidamento sul contenuto dei documenti di cui al paragrafo 1, se l’estrazione del debito da responsabilità derivante dalla sua entrata nella lista degli strumenti di regime patrimoniale tra coniugi o se si tratta di una conquista di debito da responsabilità derivante prima della registrazione all’elenco degli strumenti sui regimi patrimoniali dei coniugi e se il consenso è giustificato. Se non riesci a trovare il titolo di esecuzione o atto di cui al paragrafo 1, l’impegno è stato fatto dopo che i documenti di registrazione nella lista degli strumenti di regime patrimoniale tra coniugi, resta inteso che l’impegno è stato fatto prima che i documenti di registrazione nella lista degli strumenti di regime patrimoniale tra coniugi.

(3) In altri casi, un ordine di esecuzione può essere rilasciato per proprietà che non fanno parte della proprietà comune dei coniugi unicamente perché il regime giuridico della proprietà comune dei coniugi è stato cambiato.

(4) Nel caso di estrazione di debito, che fa parte della struttura matrimoniale articolare o debito obbligatorio per i quali l’esecuzione può emettere un ordine sul proprietà a proprietà coniugale giunto, può provocare convulsioni di account di esecuzione marito obbligatoria presso un istituto finanziario.

Sezione 43

(1) Se questo è ciò che salva EEO obbligatoria, subordinatamente al verificarsi delle condizioni o l’adempimento di obblighi reciproci autorizzati o ristretta tempo documentando può procedere ai sensi del § 44 solo se dimostra giustificata, la condizione è soddisfatta o se stessi la loro reciproca l’obbligo nei confronti del debitore è già stato adempiuto o è pronto a soddisfarlo o il tempo documentato è arrivato.

(2) Nei casi di cui al paragrafo 1, è necessario confermare l’EEO applicabilità allegare documento rilasciato o certificato da un’autorità statale o di un notaio, da cui risulta che soddisfano la condizione che il beneficiario abbia adempiuto al suo obbligo reciproco, o è pronto a realizzarlo. o quel tempo documentato è arrivato.

Sezione 43a

(1) L’ufficiale giudiziario, che è arrivato proposta esecuzione chiede al giudice di esecuzione entro 15 giorni dal ricevimento del progetto di regolamento concernente l’autorizzazione e l’esecuzione (di seguito “Commissione”). Se la proposta non contiene tutti gli elementi essenziali autorizzati o incomprensibile o vaghi, il periodo decorre dalla data di consegna del progetto corretti o integrati, o di EEO esecutore. Con la consegna della richiesta per la commissione del tribunale, i dati di cui alla Sezione 35b (1) (a) della Legge devono essere inseriti elettronicamente nel Registro delle Esecuzioni Eseguite. (a) e (c) a (g).

(2)La domanda di autorizzazione deve essere designato esecutore che domanda presentata ai sensi del paragrafo 1, affermando la sua residenza. La domanda deve essere datata e deve in particolare includere il nome, oi nomi e gli indirizzi del nome partiti o società, sede sociale e il numero di identificazione e il nome esatto del titolo esecutivo. Parte della richiesta di autorizzazione è anche i dati ai sensi della Sezione 35b (1) (a) e (c) a (g). Insieme alla domanda, l’esecutore giudiziario invia la proposta di esecuzione e tutti i documenti allegati alla petizione. Richiesta, compresi tutti i documenti che vengono inviati alla corte insieme a lei, deve essere presentata su un modulo elettronico tramite rete dati pubblica e applicazioni elettroniche destinate a presentare tale richiesta; se ciò non è tecnicamente possibile, possono richiedere e sono trasmesse attraverso la rete pubblica di dati ad una casella di dati o cartaceo.

(3) Il tribunale emette un mandato entro 15 giorni se sono soddisfatte tutte le condizioni stabilite dalla legge.

(4) Il mandato include

a) la designazione di un tribunale di esecuzione,

(b) la designazione dell’esecutore,

(c) la designazione dell’ordine di esecuzione e l’autorità che lo ha rilasciato o la persona che lo ha redatto,

(d) identificazione di obbligatori e autorizzati,

(e) firma e data.

(5) La credenziale non è una decisione del tribunale e non viene consegnata alle parti.

(6) Se non soddisfatto tutti i requisiti di legge per lo svolgimento l’esecuzione, il giudice ha accolto l’ufficiale giudiziario incaricato di redigere un esecutivo parzialmente o completamente respinta o ignorata, o procedimento di esecuzione ad una battuta d’arresto. Con questa istruzione, l’Esecutore è vincolato.

Sezione 44

(1)Entro e non oltre 15 giorni dalla data di consegna dell’autorizzazione ai sensi dell’articolo 43a, paragrafo 3, l’esecutore invia un avviso motivato di inizio dell’esecuzione. Il debitore deve inviare il notificatore entro e non oltre il primo ordine di esecuzione, che gli sarà consegnato nel procedimento di esecuzione; insieme con la notifica di obbligatoria esecutore esecuzione invia una bozza del titolo esecutivo e la comunicazione ai sensi del § 46, comma 6. Le autorità incaricate dei pubblici registri in cui sono scritti persone giuridiche o altri organismi o persone di inviare l’avviso, solo se necessario eseguendo l’esecuzione. Se nel settore immobiliare ha registrato il diritto di proprietà di obbligatorio e non è una serie obbligatoria di cui al paragrafo § 44a. 5 o obblighi di cui al paragrafo 4, se esecutore eletto che il divieto di cui al paragrafo § 44 bis. 1 non si applica ad una cosa immobile in suo possesso, la notifica sarà inviata all’ufficio catastale, nel cui distretto territoriale si trova l’esecutore giudiziario, che invia la notifica dell’avvio dell’esecuzione. La notifica non è una decisione.

(2) La notifica deve essere consegnata alla persona obbligata nelle sue mani.

(3) La notifica contiene

a) la designazione di un tribunale di esecuzione,

b) la designazione dell’esecutore, che conduce i procedimenti di esecuzione,

c) la designazione dei procedimenti di esecuzione con il fascicolo in cui è conservato,

(d) il nome dell’ordine di esecuzione e l’autorità che lo ha rilasciato o la persona che lo ha redatto,

e) designazione dell’autorità autorizzata e obbligata,

(f) l’ indicazione dell’obbligo da recuperare, compreso l’obbligo di pagare le spese dell’esecutore e le spese di esecuzione,

(g) firma e data,

h) istruzione ai sensi dell’articolo 29, paragrafo 5, dell’articolo 37, paragrafi 3 e 4, dell’articolo 44 bis, paragrafo 1, dell’articolo 54, dell’articolo 55, paragrafi 1 e 2, e dell’articolo 87, paragrafo 1

(4) Se l’esecuzione degli obblighi in un grossolanamente sproporzionata rispetto al patrimonio del debitore su cui sarebbe soggetto al divieto di cui al paragrafo § 44 bis. 1, l’esecutore prima di inviare una comunicazione dal titolo per decidere che il divieto di cui al paragrafo § 44 bis. 1 si applica solo alla parte della proprietà ragionevoli obblighi imposti. Questa decisione sarà inviata insieme alla notifica del diritto e obbligata.

Sezione 44a

(1)Deciso se l’esecutore ai sensi del § 44 par. 4 altrimenti non essere obbligatoria dopo aver ricevuto un avviso di disporre della loro proprietà, compresi beni immobili e mobili appartenenti alla proprietà comune dei coniugi, tranne che per le imprese e le operazioni normali, per soddisfare le esigenze di base della vita, e il tuo popolo, a cui la manutenzione dovere, manutenzione e gestione patrimoniale. La condotta legale con cui il debitore ha violato questo obbligo non è valida. Procedimenti giudiziari sono considerati validi se l’eccezione di nullità alzare esecutore, autorizzati, registrati o prestatore al fine di garantire la soddisfazione di recupero. Gli effetti giuridici della eccezione di nullità derivano dalla data di efficacia della violazione, se c’è un ordine di esecuzione o di altra manifestazione di volontà l’esecutore, autorizzato, registrato o prestatore a tutti i partecipanti di azioni legali a cui l’esecutore,

(2) Si è presentata, se richiesto dalla somma giudiziario dei costi di recupero del debito ei costi di applicazione del creditore, l’ufficiale giudiziario su istanza del debitore, annulla la decisione del divieto di cui al paragrafo 1 e § 47 6. L’ufficiale giudiziario emetterà una decisione ai sensi della prima frase entro 7 giorni dove è stato servito con il debitore e lo trasmette immediatamente alle parti e altre persone a cui sono stati consegnati nel contesto di esecuzione di ordini di esecuzione ai sensi del § 49 comma 7. la presente decisione non fa appello.

(3) Su istanza del debitore può EXECUTOR decidere che il divieto di cui al paragrafo 1 e § 47 par. 6 non si applica alle proprietà che obbligatoria indicato nella proposta, se necessario dimostra anche che la sua proprietà restante in modo palese e senza dubbio sufficiente a coprire crediti recuperabili, inclusi i costi del beneficiario e i costi di esecuzione.

(4) con il consenso scritto di esecutore, legale e tutti i creditori registrati possono essere tenuti a pagare il recupero crediti di accessori, i costi di attuazione e dei costi autorizzati di monetizzare attività o singoli componenti di proprietà, non sono influenzati dalle diverse esecuzioni 16a ) , almeno per il prezzo normale determinato sulla base di un parere di esperti dovuto alla firma del contratto nelle mani dell’esecutore.

(5) Il paragrafo 1 non si applica se si tratta di uno Stato obbligato o di un’unità autonoma territoriale.

Sezione 44b

Cambio di esecutore
(1) Su proposta del autorizzato e concorda con l’esecutore, che guida l’esecuzione ed esecutore, chi ha autorizzato i marchi nella proposta, assumerà l’esecutore esecuzione, che hanno autorizzato designato nella proposta. Assumere l’esecuzione non è una decisione.

(2) A meno che non v’è un cambiamento di un esecutore ai sensi del paragrafo 1 e ha autorizzato la corte di esecuzione, se richiesto di cambiare l’esecutore, il giudice dell’esecuzione dopo aver sentito l’esecutore, se del caso, decide che l’esecuzione condurrà un altro esecutore, che suggerisce giustificato, ed esecutore , che ha eseguito il caso, gli riferirà il caso.

(3) Gli effetti della proposta esecutiva originale della parte autorizzata rimangono.

(4) Il nuovo esecutore modifica i dati di cui all’articolo 35 ter, paragrafo 1 a) ob) nel Registro delle esecuzioni iniziate e decide con un’ingiunzione di pagamento dei costi di esecuzione dei costi sostenuti nell’esecuzione. Il mandato dell’esecutore, che è stato eseguito finora, è calcolato come se l’esecuzione fosse sospesa.

(5) I costi di esecuzione in relazione alla modifica dell’esecutore di cui al paragrafo 1 sono a carico della parte autorizzata.

Sezione 45

Factual e giurisdizione locale del giudice dell’esecuzione
(1) Il tribunale distrettuale sarà il foro competente per l’esecuzione.

(2) tribunale dell’esecuzione territorialmente competente è il tribunale nella cui circoscrizione il debitore è una persona fisica, luogo di residenza 7b ) , o il luogo di residenza nella Repubblica Ceca per tipo di residenza straniero 7d ) , 7e ) . Se si tratta di una persona giuridica, è il tribunale locale competente in quale distretto ha la propria sede legale. Quando non è richiesto, che è una persona fisica, la Repubblica Ceca, luogo di residenza o il luogo di residenza sotto la prima frase o no, se richiesto, che è una persona giuridica con sede nella Repubblica Ceca, è il tribunale nella cui circoscrizione il debitore ha la proprietà .

(3) Se più tribunali hanno giurisdizione territoriale ai sensi del paragrafo 2, il tribunale che ha il primo nome in ordine alfabetico o numerico avrà giurisdizione.

Sezione 46

(1) L’ esecutore procede in esecuzione in modo rapido ed efficiente; nel rispetto dei diritti delle parti e dei terzi interessati dal suo procedimento.

(2) L’ Esecutore dovrà agire di propria iniziativa per l’esecuzione dell’esecuzione. L’esecutore esegue l’esecuzione fino al recupero del credito e dei suoi accessori o all’esecuzione di altri obblighi imposti, costi di esecuzione e spese della parte autorizzata; questo sarà fatto. Gli atti e le decisioni dell’esecutore e del giudice dell’esecuzione sono registrati nell’atto di esecuzione, che conduce l’esecutore in forma scritta o elettronica.

(3) L’ Esecutore sarà tenuto a eseguire l’esecuzione nell’ordine in cui gli ordini di esecuzione gli sono stati consegnati.

(4) Le prestazioni in denaro per l’obbligazione obbligatoria devono essere pagate all’esecutore o alla persona autorizzata. A meno che l’esecutore e autorizzato in caso contrario, l’ufficiale giudiziario dopo il termine di cui al paragrafo 6, dopo aver dedotto costi di applicazione attraverso il pagamento dei crediti legittimi recuperati entro 30 giorni dal momento che il corrispettivo in denaro ricevuto. Esigeva parziale esecuzione del esecutore legittima paga, se non diversamente concordato, allo stesso tempo in cui questo non pagato parziale esecuzione supera la quantità di CZK 1.000. Le prestazioni esigeva è ritenuto prestazioni di esecuzione ottenuto eseguendo uno qualsiasi dei metodi secondo § 59 par. 1, effettuare esecuzione conformemente al paragrafo 6 o versata all’applicazione degli obblighi del termine fissato al paragrafo 6, e un ordine di esecuzione per l’esecuzione di questo ordine di esecuzione.

(5) L’ Esecutore è tenuto a mantenere il procedimento di liquidità recuperato separatamente dai propri fondi su un conto speciale 31 ) presso una banca o una cooperativa di risparmio e credito nella Repubblica ceca. L’Esecutore comunica senza indebito ritardo al Ministero e alla Camera dei Conti di questo conto e dell’istituzione monetaria presso la quale è detenuto.

(6) L’ Esecutrice invierà al debitore insieme alla notifica una richiesta di adempimento dell’obbligo imposto, in cui dovrà quantificare la richiesta forzata e il pagamento anticipato per i costi ridotti di esecuzione 16b ) e le spese della persona autorizzata. Allo stesso tempo, il debitore informa che se lui / lei rispetta il reclamo forzato entro 30 giorni dal ricevimento di questa richiesta e paga il deposito, l’esecutore deve immediatamente ordinare l’esecuzione dei costi di esecuzione. L’ordine legale di pagare i costi di esecuzione sarà eseguito. L’adempimento del credito richiesto e il pagamento del deposito cesseranno di essere vietati ai sensi dell’articolo 44a (1) e dell’articolo 47 (6), altrimenti l’esecutore eseguirà l’esecuzione.

(7) Se il procedimento di esecuzione sotto un regolamento speciale interrotti 16c ) o legislazione speciale prevede che l’esecuzione non è possibile 16d ) , l’esecutore non fa alcuna azione di attuazione l’esecuzione, salvo che la legge disponga altrimenti. Il curatore fallimentare o di liquidazione del patrimonio in liquidazione essenza esecutore sono preteso prestazioni immediatamente dopo la sentenza, che deciderà dopo aver dedotto costi di applicazione sulla questione vymoženého amministratore prestazioni fallimento o di liquidazione immobiliare.

(8) Dopo l’esecuzione a norma dei paragrafi 2 e 6 e § 55 invia un avviso di esecuzione cessazione esecutore di tutte le autorità e le persone nei loro registri (liste) stanno conducendo osservazione circa l’esecuzione in corso o che sono stati memorizzati nella esecuzione di qualsiasi compito; la notifica non è una decisione. L’annuncio segna anche gli ordini di esecuzione, gli effetti della cessazione di esecuzione ai sensi del § 47 par. 7 scomparsi. Su richiesta, invia anche la notifica senza indugio alle parti.

Ordine di esecuzione
§ 47

(1) L’usciere, dopo l’esecuzione è stata registrata esecuzione iniziata, esaminare come l’esecuzione sarà effettuata e rilascio o annullare l’ordine di esecuzione in riferimento proprietà di essere influenzata da preclusioni. Un ordine di esecuzione è un ordine di esecuzione in uno dei modi specificati in questa legge. Esecutore è titolo esecutivo obbligato a scegliere un metodo di esecuzione, che è evidentemente inadeguato, in particolare data la quantità sproporzionata di debito il debitore e il prezzo del prodotto, che deve essere effettuato l’adempimento dell’obbligo di debito.

(2) L’ordine di esecuzione ha l’effetto di ordini di esecuzione ai sensi del codice di procedura civile. L’ordine di esecuzione non può essere eseguito prima

a) la scadenza del termine a norma dell’articolo 46, paragrafo 6

(b) la legge della decisione sulla domanda di cessazione del procedimento se è stata presentata entro il termine di cui alla lettera a);

c) mediante la promulgazione di un atto di esecuzione nel Registro delle esecuzioni avviate ai sensi del § 35b par. h)

(d) la legge dell’ordine di esecuzione.

(3) Ai fini del paragrafo 2 d) l’esecuzione dell’atto fatto per garantire il patrimonio richiesto ai fini della sua disabilità da tale esecuzione non viene eseguita.

(4) l’esecuzione contro i beni del debitore che sono oggetto di decisione sulla detenzione emessa nel procedimento penale può essere fatto solo previa approvazione dell’autorità competente nei procedimenti penali.

(5) Non esiste alcun rimedio legale contro l’ordine di esecuzione.

(6) La proprietà interessata dall’ordine di esecuzione non sarà obbligata a trasferire, caricare o altrimenti disporre della proprietà. La condotta legale con cui il debitore ha violato questo obbligo non è valida.

(7) L’esecuzione dell’esecuzione e dell’esecuzione dell’esecuzione cesserà gli effetti di tutti gli ordini di esecuzione emessi.

§ 48

Per iscritto, l’esecutore specificherà l’esecuzione dell’ordine di esecuzione

a) il tribunale di esecuzione,

b) la designazione dell’esecutore, che conduce i procedimenti di esecuzione,

(c) il titolo esecutivo e l’autorità che lo ha rilasciato o la persona che lo ha rilasciato,

d) identificazione dei partecipanti, compreso il numero di nascita del debitore, se può essere accertato,

(e) indicazione dell’obbligo di recupero,

(f) il metodo di esecuzione e il numero di conto di una banca autorizzata o esecutiva custodita presso l’istituto monetario, se il numero di conto richiesto per le modalità di esecuzione dell’esecuzione,

g) designazione delle persone a cui è prestato l’ordine di esecuzione,

h) dichiarazione, istruzione sul ricorso, data e luogo di rilascio e firma dell’esecutore.

Sezione 49

(1) La dichiarazione dell’ordine di esecuzione che impone il pagamento dell’importo monetario deve contenere anche

a) designazione della persona a cui è dovuta la retribuzione obbligatoria (retribuzione del pagatore) in caso di esecuzione dell’esecuzione mediante detrazioni dallo stipendio del debitore,

b) la designazione dell’istituto finanziario e il numero di conto o altro identificativo univoco 7a ) se l’ordine di esecuzione viene eseguito ordinando il conto del debitore all’istituzione monetaria; se più di un account è richiesto dallo stesso istituto finanziario, viene indicato anche l’ordine in cui il credito deve essere addebitato,

c) designazione della persona a cui il debitore è responsabile (debitore del debitore) nell’esecuzione dell’esecuzione ordinando un debitore diverso dal conto presso l’istituto monetario,

(d) l’ indicazione della persona a cui ha diritto diverso da quello di cui alle lettere (a), (b) e (c) che ha le attività e non è correlato alla persona responsabile ed è trasferibile ad un’altra; appartenenza alla cooperativa, se l’esecuzione dell’esecuzione è dovuta all’imposizione di altri diritti di proprietà del debitore,

e) l’indicazione di cose da essere venduto o interesse di proprietà in loro, o l’indicazione che devono essere venduti, il tutto in conformità con la legge beni mobili punibili, in caso di applicazione della vendita di beni mobili di condivisione obbligatoria o comproprietà di beni mobili obbligatorie,

f) la designazione di beni immobili da vendere o influenzato dalla quota di gestione o di proprietà in esso, nel caso dell’esecuzione della vendita o la gestione di beni comproprietà obbligatoria o obbligatorio sui beni immobili,

g) l’ attività di designazione o di una parte della quota obbligatoria o obbligatorio come co-proprietario della pianta che deve essere colpito, se l’esecuzione della attività disabilità o di una parte della quota obbligatoria o obbligatorio come co-proprietario della pianta,

(h) il numero di serie e il numero della patente di guida, il cui titolare è tenuto a eseguire la sospensione sospendendo la patente di guida.

(2) Allegato dell’ordine di esecuzione ai sensi del paragrafo 1, a) una notifica che le condizioni di cui al § 52 paragrafo. 3, nel caso delle deduzioni di applicazione di altri redditi a carico dell’Ufficio del Lavoro della Repubblica Ceca o l’Amministrazione ceca della sicurezza sociale, è un file di dati che contiene le informazioni di cui al presente esecuzione ordine o notifica. Al ricevimento del file di dati allegato all’ordine di esecuzione ai sensi del paragrafo 1 a), l’ufficio del lavoro della Repubblica ceca o l’amministrazione ceca della sicurezza sociale, senza indebito ritardo, informa l’esecutore del file di dati delle informazioni di cui all’articolo 48 e).

(3) In allegato all’ordine di esecuzione di cui al paragrafo 1, b) una notifica che le condizioni di cui al § 52 paragrafo. 3, nel caso dei sequestri di esecuzione forzata da un conto presso un istituto finanziario, si tratta di un file di dati che contiene le informazioni di cui l’ordine di esecuzione o di comunicazione o file di dati contenente informazioni sulla modifica o la cancellazione dell’ordine di esecuzione. Al ricevimento del file di dati allegato all’ordine di esecuzione ai sensi del paragrafo 1 b) l’istituto finanziario comunica senza indugio i numeri di conto ufficiale giudiziario del set di dati e gli importi di denaro contante, soggette ai divieti di cui al § 304 paragrafo. 1 e 3 del codice di procedura civile, e l’indicazione secondo la § 48 punto. e).

(4) Il Ministero determina, per decreto, il formato e la struttura dei file di dati secondo i paragrafi 2 e 3.

(5) L’esecuzione dell’ordine di esecuzione per la vendita del pegno deve includere anche la descrizione di beni mobili o immobili da vendere.

(6) Nella dichiarazione ordine di esecuzione comprendono divieti aggiuntivi, ordini e sfide, che secondo il metodo scelto di esecuzione del mandato deve contenere un atto di esecuzione a norma del codice di procedura civile.

(7) Il mandato di esecuzione offre creditore esecutore, debitore e altre persone alle quali, secondo il metodo scelto di esecuzione batte un atto di esecuzione ai sensi del codice di procedura civile.

(8) nelle mani delle persone di cui al paragrafo 7 trasporta nei casi in cui, secondo il metodo scelto di esecuzione della procedura civile prevede che consegnato al titolo esecutivo.

§ 50

Integrità di autorizzato e obbligatorio
(1) L’esecutore può invitare legittimo suggerire come eseguire l’esecuzione, chiamando il contribuente pagherà altro reddito regolare obbligatoria o di fatturazione del debitore, o una persona fisica o giuridica a cui il credito obbligatoria (debitore obbligatorio) e ha dichiarato la ragione di questa affermazione ; nel caso di un credito da un conto presso un istituto finanziario, di legittima istituzione finanziaria e numero di conto o altro identificativo univoco 7a ) , che deve essere cancellato da ricevere.

(2) se si pensa che sia opportuno esecutore può evocare il debitore e chiedergli di rispettare volontariamente con l’obbligo che impone un titolo esecutivo per la dichiarazione dei beni del debitore.

(3) L’ Esecutore avrà il diritto di ispezionare la dichiarazione dei beni del debitore nel fascicolo del tribunale.

§ 51

Il diritto all’esecuzione dell’atto di esecuzione si estingue se

a) il giudice esecutivo si è pronunciato sull’esclusione dell’esecutore,

b) l’ esecuzione è stata interrotta,

(c) il credito, i suoi accessori e le spese del procedimento sono stati recuperati,

d) c’è stato un cambiamento dell’esecutore in base alla Sezione 44b,

e) il giudice esecutivo ha deciso di unire il procedimento di esecuzione se non è l’esecutore del procedimento congiunto.

§ 52

(1) Salvo diversa disposizione della presente legge, le disposizioni del codice di procedura civile si applicano mutatis mutandis al procedimento di esecuzione.

(2) Se non diversamente disposto nel presente documento, l’esecutore è autorizzato a svolgere tutti gli atti di procedura civile e delle altre leggi comunque conferire l’esecuzione delle decisioni giudiziarie, i giudici, esecutori o altro personale del tribunale.

(3) In virtù della legge del decreto di esecuzione di una decisione secondo il codice di procedura civile, nel

a) la scadenza del termine a norma dell’articolo 46, paragrafo 6

(b) la legittimità della decisione sulla domanda di cessazione del procedimento se è stata presentata entro il termine di cui alla lettera a) e

(c) il potere legale dell’ordine di esecuzione.

§ 53
abolito

§ 54

Sospensione dell’esecuzione
(1) Domanda di sospensione dell’esecuzione è stata depositata presso l’ufficiale giudiziario conduce l’esecuzione. Domanda di sospensione dell’esecuzione, che non contiene tutti i particolari, o che è incomprensibile o vaghi, o che non è accompagnato atto a dimostrare l’affermazione contenuta nella proposta, esecutore rifiuta, se questi difetti non possono essere oggettivamente decidere in merito alla proposta. L’articolo 43 del codice di procedura civile non si applica.

(2) In attesa di una decisione sulla domanda di sospensione dell’esecuzione esecutore non fa alcun passo verso l’attuazione della esecuzione, a meno che la proposta, che è un’applicazione arbitraria o manifestamente bezúspěšným o ostacolare legge. La prima frase non si applica, si applica se il partecipante la domanda di sospensione delle stesse circostanze che sono già state decise.

(3) . Se ritardata esecuzione tribunale esecutore o l’esecuzione su una proposta vincolante ai sensi del § 266 comma 1 del codice di procedura civile, il tribunale esecutore o l’esecuzione deve indicare il periodo per il quale l’esecuzione rinviata; Dopo questo periodo, l’esecutore non fa alcun passo verso l’attuazione dell’esecuzione. Dopo il periodo di prova esecutore d’ufficio continua esecuzione del mandato.

(4) Se la sospensione dell’esecuzione del titolo esecutivo, il giudice esecutore o l’esecuzione differire l’esecuzione fino alla conclusione definitiva del procedimento in cui il giudice ha deciso di rinviare l’applicazione del titolo esecutivo.

(5) Se u Balì depositato nella quantità di recupero, il costo del legale e costi di applicazione, esecutore o tribunale di esecuzione su una proposta di obbligatoria differire l’esecuzione fino a quando la decisione sulla proposta di fermare l’esecuzione archiviato obbligatorio e decide che un no obbligatoria vincolati dal divieto di cui al paragrafo § 44 bis. 1 e § 47 par. 6 dalla data della decisione di sospensione. Non riuscendo a fermare l’esecuzione, poi la sicurezza per il pagamento dei crediti da recuperare, il costo delle spese legali e di esecuzione; altrimenti la fiducia di ritorno depositante.

(6) L’autorità giudiziaria o l’esecutore può, naturalmente, posticipare l’esecuzione dell’esecuzione se si prevede che l’esecuzione possa essere interrotta.

(7) Se non riesce applicazione esecutore di sospensione dell’esecuzione entro 7 giorni, trasmette, insieme con il file di esecuzione della decisione dalla corte esecutiva, che deciderà su di esso senza indebito ritardo, entro 15 giorni.

§ 55

Fermare l’esecuzione
(1) Una domanda di sospensione dell’esecuzione può essere presentata entro 15 giorni dalla data in cui apprende il motivo della cessazione dell’esecuzione. Un’applicazione per la sospensione dell’esecuzione è archiviata con l’esecutore che sta eseguendo l’esecuzione. Quando somministrato marito proposta obbligatoria per fermare l’esecuzione dal § 262 ter del codice di procedura civile, una decisione su questa proposta esecutore sulla base di prove documentali, senza il consenso dei autorizzate entro 15 giorni dalla data di ricevimento della proposta. Se fallisce progetto esecutore, trasmette, insieme al file di esecuzione alla data di scadenza per un mandato decisione del giudice, che deciderà in merito alla proposta. Le disposizioni del paragrafo 3 non si applicano.

(2) La proposta di fermare l’esecuzione deve contenere una dichiarazione dei fatti pertinenti per valutare se è stata presentata entro il termine di cui al paragrafo 1; questo non si applica se il ricorso presentato al più tardi entro il periodo ai sensi del § 46 par. 6. Proposta di fermare l’esecuzione, che non contiene tutti i particolari, o che è incomprensibile o vaghi, o che non è accompagnato atto a dimostrare l’affermazione contenuta nella proposta o di deposito in ritardo, l’ufficiale giudiziario rifiuta. Se tale decisione nei confronti di un appello, l’esecutore ritirarla e adire il mandato di esecuzione della corte.

(3) Quando somministrato proposta abbonato per fermare l’esecuzione, l’ufficiale giudiziario entro 15 giorni dalla data di ricevimento della proposta richiede altri partecipanti l’esecuzione di commentare se il progetto di accordo, e al punto in cui non è d’accordo con le affermazioni contenute nella petizione di sospensione, ha espresso alla proposta e presentare i documenti a sostegno delle loro affermazioni. Se tutte le parti a fermare l’esecuzione è d’accordo esecutore incontra proposta per fermare l’esecuzione entro 30 giorni dalla scadenza del termine per la consegna espressa o con il consenso espresso, dove c’era in precedenza. Se non riesce proposta esecutore di fermare l’esecuzione, la trasmette, insieme al file di esecuzione alla data di scadenza per una decisione dalla corte esecutiva.

(4) La sospensione dell’esecuzione deve essere decisa dall’esecutore, se concorda con la sospensione della persona autorizzata. Se la persona autorizzata non è d’accordo, l’esecutore richiede l’esecuzione dell’ordine di esecuzione, che procede conformemente al paragrafo 5.

(5) La sospensione dell’esecuzione può anche essere decisa dal tribunale di esecuzione.

(6) Se l’avente diritto non versa un deposito ragionevole al costo dell’esecuzione, l’esecutore interrompe l’esecuzione. L’esecutore non può interrompere l’esecuzione solo se vengono applicate le condizioni per l’esenzione di una persona avente diritto in base a una regolamentazione speciale o al mantenimento di un minore.

§ 55a

Il tribunale non può eseguire l’esecuzione su proposta delle parti se i costi dell’esecuzione non sono pagati.

§ 55b

Decision Maker
(1) Nel prendere la decisione, l’esecutore procede in modo analogo secondo il codice di procedura civile. L’esecutore nel processo decisionale agisce nel tribunale di primo grado nei procedimenti di esecuzione.

(2) Salvo diversa disposizione della presente legge, l’esecutore decide con una risoluzione, che deve essere consegnata alle parti del procedimento e ad altre persone le cui decisioni e diritti sono decisi.

(3) L’ Esecutore deciderà senza procedimento, a meno che il Codice di procedura civile non disponga diversamente.

(4) Ove previsto nel presente atto, l’azione deve essere fatta dal periodo di esecutore rimane se l’atto è fatto con una limatura tribunale esecutivo che invia immediatamente l’esecutore.

§ 55c

Appello contro la decisione dell’esecutore
(1) Una parte può presentare ricorso contro la decisione dell’esecutore.

(2) Il ricorso contro la decisione dell’esecutore deve essere deciso dal tribunale regionale, nel cui distretto si trova il tribunale esecutivo.

(3) Il ricorso non è ammissibile

a) decisione dell’esecutore sulla richiesta di rimozione dell’articolo dall’inventario (Sezione 68, paragrafi 2 e 3);

(b) un ordine di esecuzione,

(c) una risoluzione sulla modifica o cancellazione dell’ordine di esecuzione o

(d) un’ingiunzione di pagamento dei costi di esecuzione.

(4) Il ricorso può essere presentato entro 15 giorni dalla consegna della copia scritta della decisione all’esecutore contro la cui decisione è diretto il ricorso. Se è stato emesso un ordine di correzione in relazione al verdetto della decisione, questo periodo riparte dalla forza giuridicamente vincolante dell’ordine per la correzione.

(5) Si applicano mutatis mutandis le clausole da 201 a 226 del codice di procedura civile.

(6) Gli atti di cui alle sezioni da 208 a 210 bis del codice di procedura civile devono essere fatti da un esecutore, che quindi sottopone il ricorso e l’atto di esecuzione alla Corte d’appello.

Sezione 56

I documenti in procedimenti di esecuzione esecutore consegnate personalmente o tramite un dipendente o tramite una rete dati pubblica ad una casella di dati 16a ) o tramite il servizio postale o di qualsiasi altra persona che esegue spedizioni.

Sezione 57

La dichiarazione nello stato precedente è esclusa nei procedimenti di esecuzione.

TITOLO IV

METODI DI ESECUZIONE
Sezione 58

(1) L’ esecuzione può essere eseguita solo nei modi specificati nella presente legge. Assicurarsi che la proprietà di effettuare l’esecuzione può tranquillamente massima misura sufficiente a coprire il recupero crediti di accessori, compresi gli accessori, che rischiano di diventare da pagare per tutta la durata dell’esecuzione, i probabili costi di spese legali e probabili di attuazione.

(2) Se uno dei metodi di esecuzione non è sufficiente per soddisfare il legittimo, l’esecuzione in un procedimento di esecuzione può essere eseguita in diversi modi, o con tutti i metodi prescritti dalla legge. L’esecuzione può essere eseguita contemporaneamente o per fasi con più o tutte le procedure lecite. Se non è funzionale allo scopo dell’esecuzione, l’esecuzione del pagamento dell’importo deve essere eseguita gradualmente

a) ordinando un credito da un conto presso un istituto monetario, e se non è sufficiente, quindi ordinando un credito dal conto del coniuge del debitore presso un’istituzione monetaria,

b) cessione di altre attività finanziarie esclusi i crediti verso i fondi pensione o di risparmio di previdenza complementare, disabilità o altri diritti di proprietà, deduzioni salariali e altri proventi, gestione beni immobili, o la sospensione della patente di guida non è sufficiente se il metodo di applicazione in base alle lettere a)

c) la vendita di beni mobili, vendita di beni immobili che non fa uso obbligatorio per alloggiamento stessi e le loro famiglie, di razza o di invalidità sequestri di assicurazione pensionistica complementare e il risparmio di previdenza complementare non è sufficiente se il metodo secondo l’esecuzione di una) e b), e

(d) la vendita di beni immobili che il debitore utilizza per la propria casa e la sua famiglia, se l’esecuzione dell’esecuzione di cui alle lettere da (a) a (c) non è sufficiente.

(3) L’esecutore deve determinare le modalità di esecuzione. Su proposta del debitore o con il suo consenso, l’esecuzione può essere eseguita anche in una sequenza diversa da quella prevista al paragrafo 2 da (a) a (d) .

Sezione 59

(1) L’ esecuzione che ordina il pagamento di un importo monetario può essere eseguita

a) detrazioni da salari e altri redditi,

(b) ordinando un reclamo,

(c) la vendita di beni mobili e immobili,

d) l’ handicap della gara,

e) gestione immobiliare,

(f) sospensione della patente di guida.

(2) Il modo di esecuzione che impone un dazio diverso dal pagamento di una somma di denaro è regolato dalla natura dell’obbligo imposto. Tale esecuzione può essere fatta

(a) evacuazione,

b) rimuovendo l’oggetto,

(c) per divisione di una joint venture,

(d) l’ esecuzione di opere e spettacoli.

(3) L’ esecuzione di una vendita in pegno può essere effettuata per il credito garantito mediante la vendita di beni mobili e immobili costituiti in pegno.

Sezione 59a

Le disposizioni del presente titolo che disciplinano le modalità di svolgimento procedimento di esecuzione non influenzano l’esercizio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto sulle garanzie finanziarie nelle condizioni previste dalla legge che regola la sicurezza finanziaria 24 ) o termini comparabili di regolazione esterna, se il sostegno finanziario è stato concordato e stabilito prima della somministrazione della proposta esecuzione. Questo è vero anche se la garanzia finanziaria è stato concordato o risultati dell’esecuzione il giorno del progetto, ma solo dopo che si è verificato l’evento, a meno che il destinatario di garanzie finanziarie su tali informazioni sapeva o dovrebbe e potrebbe.

Parte 1

Esecuzione di salari e altre deduzioni di reddito
§ 60

Se non diversamente specificato nel presente atto si applicano alle deduzioni di esecuzione da salari e altri redditi ragionevolmente disposizioni di procedura civile deduzioni di applicazione di governo sul salario.

§ 61
abolito

Parte 2

Esecuzione per ordine del reclamo
§ 62
abolito

Sezione 63

disabilità di esecuzione dei diritti di proprietà, può essere fatta anche di disabilità obbligatoria come un partner o di un socio accomandante di una società o compromissione dei diritti e degli obblighi vincolanti in quanto membro di una cooperativa (di seguito denominato “partner della quota della società”).

§ 64

(1) brevetti, disegni e marchi, che sono stati assegnati obbligatoria e per lui è entrato nel registro dei brevetti, il registro del disegno industriale o marchio registro tenuto dall’Ufficio Proprietà Industriale ( “Office”) e le licenze (autorizzazioni) l’uso dell’invenzione protetta da un brevetto, una licenza per utilizzare il certificato di disegno industriale protetto e licenza d’uso del marchio che è obbligatorio forniti a terzi, l’ufficiale giudiziario scrive, non appena ne viene a conoscenza. I documenti di brevetto e i certificati per la registrazione di disegni industriali e certificati di marchio devono sempre essere consegnati all’esecutore. Se necessario o dubbio, l’esecutore richiederà una relazione all’Ufficio. Se necessario, la loro rimozione procede in modo appropriato in conformità con l’ordine di esecuzione rimuovendo il caso.

(2) Dopo aver scritto esecutore comunicata all’Ufficio, che brevetti, disegni e marchi, che erano obbligatorie assegnati e che l’Ufficio per l’obbligatoria iscritto nel registro del brevetto o del registro dei disegni e modelli industriali o per registrarsi marchi di fabbrica e quello di licenza (autorizzazione) da utilizzare l’invenzione protetta da un brevetto, una licenza per utilizzare il certificato di disegno industriale protetto e la licenza d’uso del marchio, che forniscono terzi obbligatoria, sono stati scritti quando la scrittura ha avuto luogo e che ha richiesto loro di non trattare da tale data. L’Ufficio registra i contenuti della notifica nei suoi registri di brevetti o di progettazione o nel Registro dei marchi in speciali disposizioni di legge. 17 )

(3) brevetti scritti (brevetti), disegni industriali (certificati di registrazione) e marchi (certificato di registrazione di marchi) esecutore di liquidità; procede di conseguenza in conformità con le disposizioni sull’esecuzione della vendita di beni mobili. Tutti i diritti nel trasferimento di brevetti, disegni e marchi, che appartiene altrimenti obbligatoria come i loro proprietari registrati nel Registro dei brevetti, il Registro dei disegni e modelli industriali e di marchi esegue registro durante l’esecuzione esecutore.

(4) L’ importo ottenuto deve essere considerato come il ricavato della vendita.

(5) Per l’esecuzione dei diritti di licenza per l’uso del l’invenzione protetta da un brevetto, diritti di licenza per utilizzare il protetto certificato di design industriale e dei diritti della licenza d’uso del marchio, che forniscono terzi obbligatorie, le disposizioni del ingiunge altre somme di denaro. L’ordine di esecuzione viene anche consegnato all’ufficio.

(6) Al momento della loro monetizzazione, l’esecutore deve notificare all’Ufficio il trasferimento del brevetto, del disegno industriale e del marchio e l’acquirente di tali diritti. L’Ufficio inserisce quindi il record di trasferimento nei registri dei brevetti, dei disegni industriali o dei registri dei marchi. Se l’esecuzione è stata interrotta, l’esecutore deve informare l’Ufficio dopo che la decisione è diventata definitiva.

(7) Gli esercizi non pregiudicano i diritti esclusivamente associati al debitore, in particolare il diritto di origine.

§ 65

Salvo quanto diversamente previsto nella presente legge, le disposizioni del codice di procedura civile che disciplinano l’esecuzione della decisione mediante cessione del credito si applicano mutatis mutandis all’esecuzione del credito.

Parte 3

Esecuzione tramite un ordine di pagamento da un conto presso un istituto monetario
§ 65a
abolito

Parte 4

Esecuzione di vendita di beni mobili e immobili
Sezione 66

(1) L’ Esecutore può anche, senza l’autorizzazione dell’Esecutore, assicurare gli oggetti mobili che ha scritto, se è opportuno e se c’è il timore del loro danno o perdita. Prenderà gli oggetti protetti nella sua custodia o li depositerà con un depositante appropriato. Garantire che un portatore di dati non sia in grado di registrare l’avanzamento dell’inventario di articoli mobili.

(2) L’esecuzione della cessione di beni esecutore obbligatoria può procedere solo se i giornali emessi o convalidati da autorità pubbliche o da documenti pubblici notarili evidenziano anche che cosa immobile è di proprietà del debitore.

(3) Le disposizioni della Sezione 328b (4), seconda frase e Sezione 336h (4) del Codice di Procedura Civile si applicano mutatis mutandis agli esecutori e ai dipendenti delle autorità di esecuzione.

(4) Qualora vi sia insufficiente a coprire il debito di cui al paragrafo § 336n. 1 Codice del deposito procedura civile, esecutore sotto un titolo esecutivo ai sensi del § 336n paragrafo. 2 procedura civile movimento avviare un procedimento di esecuzione sui beni dell’Acquirente.

(5) La valutazione del bene immobile, dei suoi accessori e dei diritti e difetti individuali associati al bene immobile collegato deve corrispondere al prezzo abituale secondo una specifica disposizione legale 18 ) .

(6) L’obbligo di cui all’articolo 328a (1) del codice di procedura civile è adempiuto con la pubblicazione di un avviso pubblico nel consiglio di amministrazione dell’esecutore e del tribunale di esecuzione; oltre a questa divulgazione, l’offerente può pubblicare l’offerta tramite mass media o una rete informatica accessibile al pubblico. L’obbligo di offerta si applica agli enti istituiti da uno stato o un comune.

(7) I costi di esecuzione devono essere soddisfatti come crediti nei procedimenti nel gruppo di cui alla Sezione 337c (1) a) il codice di procedura civile.

§ 67
abolito

§ 68

Elimina l’articolo dall’inventario
(1) Una persona che ha diritto a un caso che non consente l’esecuzione (in seguito denominato “firmatario”) può presentare una mozione per l’eliminazione del caso dall’elenco. La proposta può essere presentata entro 30 giorni dalla data in cui il firmatario ha appreso dell’inventario del caso, in particolare con l’esecutore che ha inserito il caso nell’inventario. Rifiuterà la versione tardiva dell’ufficiale giudiziario.

(2) La proposta per il caso di essere rimosso dalla lista esecutore decide entro 15 giorni dal suo ricevimento. A meno che la proposta è respinta per tardività, l’esecutore deciderà in merito alla proposta sulla base di perizie, relazioni e dichiarazioni delle autorità, persone fisiche e giuridiche, registri notarili o di ufficiali giudiziari e gli altri documenti presentati dal richiedente con la proposta.

(3) L’ Esecutore deve sempre rimuovere l’oggetto dall’elenco, se la persona legittima è d’accordo. L’Esecutore rimuoverà sempre l’oggetto dall’elenco se diventa chiaro durante l’esecuzione che non è un debitore.

(4) L’azione di escludere la materia ai sensi del § 267 di procedura civile, il richiedente presentato al giudice dell’esecuzione entro 30 giorni dalla ricezione della esecutore, che non è riuscito, anche se solo in parte, il suo modo tempestivo per il caso petizione per essere rimosso dalla lista. Il fatto deve essere istruito esecutore richiedente. Dal momento che la domanda di un caso di essere rimosso dalla lista entro il termine della prima frase e per il procedimento non è scritto per vendere beni mobili.

(5) Dove rivendicazioni probabili esecutore astanti inventario della questione è di proprietà di una terza parte, quella terza parte notifica tempestivamente per iscritto di effettuare un inventario e la sua istruzioni sul diritto di presentare una petizione ai sensi del paragrafo 1.

(6) Su richiesta della persona che afferma che il file inserito nell’inventario è in suo possesso, l’esecutore deve comunicare i dati necessari per esercitare il diritto di cui al paragrafo 1.

(7) Qualora la questione è coperto secondo § 66 par. 1 rimosso dall’elenco o esclusi dall’esecuzione, materia usciere senza inutili ritardi prima della richiedente in luogo in cui assicurata se non diversamente concordato con il richiedente. Se il richiedente non fornisce la necessaria co-esecutore nella scatola del cambio, il richiedente ha trasmesso la questione al quartier generale l’esecutore.

§ 69

Se non diversamente specificato nel presente atto si applicano all’esecuzione della vendita di mobili ed immobili opportune disposizioni di procedura civile che disciplinano la vendita forzata di beni mobili e immobili.

§ 69a
abolito

Parte 5

Esecuzione della pianta
§ 70

(1) Per l’esecuzione di un impianto o di una parte dell’impianto del debitore, l’esecutore può ammettere solo se è provato che la pianta o parte di esso è di proprietà del debitore.

(2) L’ Esecutore nominerà l’Esecutore nell’ordine di esecuzione.

(3) L’ articolo 338, paragrafo 3, del codice di procedura civile si applica mutatis mutandis agli esecutori e ai dipendenti delle autorità di esecuzione.

(4) I costi di esecuzione devono essere soddisfatti come crediti delle spese di un procedimento nel gruppo di cui alla sezione 338 (1) a) il codice di procedura civile.

(5) Per la valutazione di un impianto o di una sua parte si deve utilizzare il prezzo normale in base a una specifica regolamentazione legale. 18 )

Sezione 71

Salvo quanto diversamente previsto nella presente legge, le disposizioni del codice di procedura civile che disciplinano l’esecuzione della decisione di gara devono essere applicate mutatis mutandis.

Parte 6

Esercizio con sospensione della patente di guida
Sezione 71a

(1) ordine di esecuzione di sospendere la patente di guida esecutore obbligatoria può essere rilasciato solo se l’esecuzione viene applicata sugli arretrati di manutenzione per un figlio minorenne o di un figlio adulto fino a 26 anni di età che stanno studiando sistematicamente si preparano per la loro futura professione.

(2) L’ordine di esecuzione deve essere consegnato all’autorità, che mantiene il registro dei conducenti in base a una regolamentazione legale speciale 32 ) all’autorità autorizzata e obbligata. L’autorità responsabile della tenuta del registro dei conducenti non deve essere notificata al debitore.

(3) Il giorno della consegna dell’ordine di esecuzione al soggetto obbligato, la patente di guida rilasciata ai sensi di una regolamentazione speciale 32 ) è sospesa . Durante la sospensione della patente di guida, il titolare della patente di guida non può guidare veicoli a motore. L’ordine di esecuzione è consegnato al debitore nelle sue mani.

(4) L’ esecutore annullerà l’ordine di esecuzione sospendendo la patente di guida,

a) se il debitore dimostra che ha bisogno della sua patente di guida per soddisfare le sue esigenze di vita di base e a chi ha un obbligo di mantenimento;

b) se il debitore deve pagare la tassa di mantenimento a un minore o ad un minore fino all’età di 26 anni, che si sta costantemente preparando per la sua futura professione.

L’annullamento dell’ordine di esecuzione deve essere notificato dall’ufficiale giudiziario all’ente che mantiene il registro dei conducenti in base a una specifica disposizione legale 32 ) .

Parte 7

Soddisfazione dei diritti al servizio non monetario
§ 72

(1) è stato emesso un mandato di esecuzione per le opere e le performance che possono eseguire una persona diversa cura obbligatoria è l’esecutore di quel lavoro che va, eseguito per qualcun altro autorizzato, non era d’accordo se il autorizzato altrimenti .

(2) Le ammende inflitte in esecuzione dell’esecuzione ai sensi dell’articolo 351 del codice di procedura civile sono sempre tenute a pagare sul conto del tribunale di esecuzione. La sanzione imposta viene eseguita dall’exequatur nel corso del procedimento di esecuzione.

(3) L’ esecuzione eseguita in conformità con la Sezione 351 del codice di procedura civile può essere sospesa, anche in parte, a meno che l’ammontare dell’ammenda inflitta corrisponda ai dazi applicati o alle circostanze della causa.

§ 73

Salvo diversa disposizione della presente legge, l’esecuzione di una decisione di soddisfare benefici non monetari si applica all’esecuzione di un’obbligazione diversa dal pagamento dell’importo di denaro, in proporzione alle disposizioni del codice di procedura civile.

TITOLO V

ISTITUZIONE DEI DIRITTI ESCLUSIVI DI ESCURSIONE NELLA PROPRIETÀ IMMOBILE
Sezione 73a

(1) Le procedure di esecuzione per l’istituzione di un vincolo di exequatur sui beni immobili obbligati a garantire il credito di una persona autorizzata sono avviate su proposta. La proposta di esecuzione per l’istituzione del privilegio ex-officio deve essere debitamente autorizzata dall’esecutore.

(2) Qualora una proposta esecutore di stabilire un bene immobile pegno che è soggetta a registrazione nel settore immobiliare, l’esecutore della sua amministrazione comunica al catasto. L’ordine di esecuzione per l’istituzione pegno esecutore ha effetti contro le persone che hanno acquisito cosa immobile dopo aver scritto la nota informare circa la presentazione della proposta di istituire un esecutore pegno.

(3) La notifica l’avvio di esecutore esecuzione per la costituzione di un pegno obbligatoria non invia notifica ai sensi del § 46, comma 6. Notifica di inizio di esecuzione per l’istituzione di esecutore, invece di pegno include l’istruzione ai sensi del § 37 par. 3 e 4 e § 54 lezioni di cui ai paragrafi 10 e 11. Le disposizioni della sezione 35b (1) h) § 37 par. 3-5, § 44 par. 1, quarto periodo, § 44a, § 47. 5, § 50, 54, 58-73 non vengono utilizzati.

(4) I terzi, nell’ambito della cooperazione, informano l’esecutore dell’esecuzione dei dati necessari per l’esecuzione dell’esecuzione del privilegio dell’esecutore. Non puoi presentare una petizione per sospensione.

(5) ordine di esecuzione parere per il vincolo istituzione esecutore deve includere anche l’identificazione di beni immobili al quale deve essere stabilita esecutori vincolo o quota di proprietà in esso, contrassegnando i dati creditore ipotecario da registrare nel Registro Terra, marcatura crediti garantiti e dati il giorno decisivo per l’ordine del privilegio di exequatur.

(6)Per ordinare esecutore pegno su beni immobili è un giorno cruciale in cui l’ufficiale giudiziario è arrivata la proposta di istituire un esecutore pegno esecutiva; se ci sono stati più di un giorno di esecuzione nello stesso giorno, i privilegi hanno la stessa posizione. Se non fosse stato per il recupero di un credito pegno legale o contrattuale stabilito in precedenza è disciplinata dalla fine esecutore classifica pegno del vincolo. Nel caso di una richiesta di risarcimento danni o danni morali causati dalla criminalità o di una rivendicazione di arricchimento senza causa del reato, se era cosa inamovibile per garantire l’applicazione di questo reato, e se era proposta di esecuzione per il vincolo istituzione esecutore depositata nel tempo, quando la sicurezza sotto il codice di procedura penale persiste,

(7) Se non diversamente specificato nel presente atto si applicano alla realizzazione del pegno istituzione esecutore sui beni immobili è opportunamente disposto procedura civile creazione applicabile all’esecuzione di un privilegio legale sulle questioni immobiliari.

(8) La persona avente diritto non ha diritto al rimborso. I costi di esecuzione sono a carico dell’Esecutore. Esecutore ha emesso un ordine di esecuzione per l’istituzione pegno esecutore non paga se giustificati dai costi di ordine di esecuzione alle spese di esecuzione, che offre solo legittimo.

(9) L’ autorizzazione all’esecuzione dell’atto da parte dell’esecutore si estingue con l’esecuzione dell’esecuzione del privilegio di un esecutore.

(10) L’ esecuzione dell’esecuzione del diritto di esecuzione dell’esecutore è eseguita dalla legge dell’ordine di esecuzione. Eseguendo l’esecuzione, il privilegio exequatur non può essere estinto.

(11) Dopo l’esecuzione dell’esecuzione, una richiesta di sospensione può essere presentata solo presso il tribunale.

(12) Esecutori pegno su beni immobili che è soggetto a registrazione nel settore immobiliare nel settore immobiliare registrata su proposta autorizzato sotto il mandato di esecuzione, che era esecutore pegno.

TITOLO VI

ULTERIORI ATTIVITÀ ESECUTIVE
Parte 1

Disposizioni generali
§ 74

(1) L’ esecutore può intraprendere ulteriori attività

(a) fornire assistenza legale alla persona avente diritto o responsabile dopo l’esecuzione del titolo esecutivo, nonché in relazione all’esecuzione e ad altre attività,

b) effettuare una conversione autorizzata di documenti in base a una speciale regolamentazione legale 16a ) ,

c) redigere charter e svolgere altre attività, se così previsto dalla legge.

(2) La persona fisica o giuridica (di seguito “il richiedente”) può richiedere qualsiasi atto di esecuzione ai sensi della sottosezione (1).

(3) L’ esecutore si rifiuta di eseguire l’atto richiesto se

(a) questo atto è contrario alla legge,

(b) l’ esecutore, il suo dipendente o una persona chiusa sono coinvolti nella questione, o

(c) ha già fornito assistenza legale in un caso a un altro i cui interessi sono contrari agli interessi della persona che richiede il patrocinio a spese dello Stato.

§ 75

(1) L’ Esecutore può, in connessione con l’esecuzione, processo o altri procedimenti, accettare la custodia di denaro, atti e altri beni mobili, la cui natura lo consente.

(2) All’accettazione in custodia, l’esecutore deve rilasciare una conferma scritta alla persona che compila i valori.

§ 76

(1) Si nomina un ufficiale giudiziario, l’ufficiale giudiziario per svolgere altre attività e, in particolare, servono documenti e ufficiale giudiziario di svolgere attività ai sensi della legislazione speciale. 19 ) Nel corso di ulteriore attività, l’esecutore svolge anche un’altra attività, se così previsto da una speciale regolamentazione legale.

(2) L’ Esecutore può anche fare un’asta di beni mobili o immobili su proposta del proprietario o della persona autorizzata a disporre della cosa. Procede di conseguenza in conformità con le disposizioni della presente legge.

Sezione 76a

Sulla base del mandato del tribunale o pubblico ministero determina l’esecutore della proprietà oggetto di una decisione emessa da procedimento penale e garantire personalmente o tramite un’altra persona amministra tali beni. Nel caso di beni registrati, l’esecutore procede in modo appropriato alla registrazione dei casi presi in custodia.

Sezione 76b

(1) Se l’esecutore non lo sa, la sua identità deve essere provata da un certificato ufficiale valido o confermato da due testimoni di identità; se l’esecutore non conosce questi testimoni di persona, la sua identità deve essere dimostrata da una licenza ufficiale valida.

(2) Una carta d’identità non può essere una persona che non ha interamente diritto o una persona che non può leggere o scrivere. Inoltre, la persona vicina al richiedente e la persona coinvolta non possono essere un membro dello staff e l’esecutore dell’esecutore che è tenuto a svolgere ulteriori attività.

Sezione 76c

Se la lingua madre del richiedente è diversa dalla lingua ceca, l’assistente può assumere un interprete. Come interprete, una persona non può essere unita da un parente stretto o una persona coinvolta.

Notifica della riserva del diritto di dichiarare l’inerzia dei procedimenti giudiziari
§ 76d

Esecutore, su richiesta del creditore deve fornire comunicazione di suoi creditori fatto salvo il diritto di invocare l’inefficacia di azioni legali previsti da altri atti (di seguito denominato “notifica di riserva”) a chi chiama il richiedente della inefficacia contro il quale le azioni legali possono invocare.

Sezione 76e

(1) La domanda di cui all’articolo 76 d dell’esecutore deve essere firmata dal creditore con un protocollo che deve includere

a) il luogo e la data del protocollo,

b) nome, cognome, data di nascita e l’indirizzo del creditore e se il creditore è una persona giuridica, il suo nome, l’indirizzo della sua sede legale e numero di identificazione o il numero di registrazione, o altro numero di identificazione simile, se una persona giuridica, alcuni di loro assegnato un nome, cognome, data di nascita e residenza del suo attuale rappresentante,

c) nome, cognome, data di nascita e di residenza di cui un avviso si effettua esclusivamente e se si tratta di una persona giuridica, il suo nome, l’indirizzo della sede legale e numero di identificazione o il numero di registrazione, o altro numero di identificazione simile, se una persona giuridica alcuni di loro assegnati,

(d) l’ indirizzo al quale deve essere notificata la notifica, se diverso dal domicilio o dall’indirizzo della sede legale,

(e) l’ indicazione che l’avviso della prenotazione è stato accettato dall’esecutore,

f) la firma del creditore, il timbro ufficiale dell’esecutore e la sua firma.

(2) Una copia del protocollo di applicazione deve essere trasmessa al creditore.

(3) L’ Esecutore non è responsabile per il contenuto dell’Avviso di prenotazione.

(4) L’ esecutore invia l’avviso di prenotazione alla persona di cui al paragrafo 1 c) entro 3 giorni lavorativi dalla data di scrittura del protocollo. Una volta che l’ufficiale giudiziario ha stabilito che la notifica della prenotazione è stata ricevuta dalla persona interessata e quando ciò è accaduto, comunicherà questi fatti al creditore. Se l’esecutore non riesce a comunicare la prenotazione, deve informare il creditore di questo fatto.

§ 76f

(1) Un creditore può fare un avviso di prenotazione nel file di domanda ai sensi della Sezione 76d, che deve includere

a) il luogo e la data del protocollo,

b) nome, cognome, data di nascita e l’indirizzo del creditore e se il creditore è una persona giuridica, il suo nome, l’indirizzo della sua sede legale e numero di identificazione o il numero di registrazione, o altro numero di identificazione simile, se una persona giuridica, alcuni di loro assegnato un nome, cognome, data di nascita e residenza del suo attuale rappresentante,

(c) una dichiarazione di opposizione, che deve contenere le seguenti indicazioni:

In primo nome, cognome, data di nascita e l’indirizzo del creditore e se il creditore è una persona giuridica, il suo nome, l’indirizzo della sede legale e numero di identificazione o il numero di registrazione, o altro numero di identificazione simile, se una persona giuridica, alcuni di loro assegnato un nome, cognome, data di nascita e residenza del suo rappresentante, che, a nome del creditore,

In secondo nome, data di nascita e di residenza di cui un avviso si effettua esclusivamente e se si tratta di una persona giuridica, il suo nome, l’indirizzo della sede legale e numero di identificazione o il numero di registrazione, o altro numero di identificazione simile, se una persona giuridica alcuni di loro assegnati,

3. la designazione di procedimenti giudiziari per i quali il creditore si riserva il diritto di dichiarare la sua inefficacia,

Quarto nome, cognome, data di nascita e di residenza dei creditori del debitore, e se il debitore è una persona giuridica, il suo nome, l’indirizzo del suo numero di sede e l’identificazione o il numero di registrazione, o altro numero di identificazione simile, se una persona giuridica, alcuni di loro assegnato,

5. indicazione del credito del creditore nei confronti del debitore,

6. Riserva del creditore del diritto di far valere l’inefficacia dei procedimenti giudiziari,

(d) la firma del creditore, il timbro ufficiale dell’esecutore e la sua firma.

(2) L’ esecutore presenta al creditore la copia successiva del protocollo e invia un’altra copia del protocollo alla persona di cui al paragrafo 1 c) del punto 2 entro tre giorni lavorativi dalla data di stesura del protocollo. Una volta che l’esecutore determina che la ricevuta del rapporto è stata consegnata a quella persona e quando è avvenuta, o non riesce a consegnare l’avviso della prenotazione all’Esecutore, egli deve comunicare i fatti al creditore.

§ 76g

(1) Chiunque richieda un atto ai sensi della Sezione 76d è tenuto a provare la propria identità mediante una carta d’identità ufficiale se l’esecutore non lo conosce personalmente. Se è una persona giuridica, il suo rappresentante deve dimostrare la sua esistenza in aggiunta alla sua identità. Allo stesso modo, il rappresentante legale è una diversa persona giuridica. La persona giuridica dimostra la sua esistenza mediante una dichiarazione del pubblico registro in cui è registrata; se non si registra, dimostra la sua esistenza in un modo diverso da quello in cui può essere giudicato che esiste e anche una dichiarazione della sua esistenza da parte della persona che si occupa di esso legalmente.

(2) A meno che l’identità esecutore o presenza dimostrato al paragrafo 1, l’esecutore si rifiuta di eseguire l’operazione desiderata.

Parte 2

Redazione di voci applicabili
Sezione 77

Esecutore su richiesta scrive certificati di registrazione esecutore fatti del caso o il caso, ad esempio, incontrano il debito, lo Stato di beni immobili, appartamenti e uffici, se possono dimostrare un reclamo in un procedimento dinanzi a un tribunale o altra autorità governativa e se i fatti della storia hanno avuto luogo in presenza di un ufficiale giudiziario o se l’esecutore era convinto dello stato delle cose.

§ 78
abolito

§ 79

(1) La registrazione esecutiva deve includere

a) il luogo, il giorno, il mese e l’anno della sua scrittura,

(b) il nome e il cognome dell’esecutore e della sua sede legale,

(c) il luogo e l’ora dell’evento o lo stato delle cose,

(d) una descrizione dell’occorrenza o condizione della questione,

e) il timbro ufficiale dell’esecutore e la sua firma.

(2) Un atto di esecuzione è un documento pubblico.

§ 80 – § 85
abolito

§ 86

Le voci dell’Esecutore devono essere depositate immediatamente presso l’ufficio dell’esecutore sotto la chiusura.

TITOLO VII

COSTI DI ESCURSIONE E COSTO DELL’AUTORIZZATO
Sezione 87

(1) I costi di esecuzione sono la ricompensa esecutore somma indennizzo forfettario destinato o le spese di cassa ragionevolmente sostenute, il rimborso per il tempo perso nella esecuzione, compensazione per il servizio di documenti, la retribuzione e il rimborso direttore della gara, e se imposta l’esecutore o l’amministratore del pagatore gara del valore aggiunto è il costo di esecuzione è applicabile anche sul valore aggiunto sotto una legge speciale 20 ) (in seguito denominato “costi di esecuzione”). Il rimborso delle spese di viaggio sostenute ragionevolmente e la compensazione per la perdita di tempo, il costo di esecuzione per l’importo determinato dal regolamento di attuazione. Le spese di viaggio e la perdita di tempo eccedente tale importo sono a carico dell’Esecutore autorizzato; lui / lei deve essere informato dell’inizio dell’esecuzione.

(2) La persona avente diritto ha diritto al rimborso delle spese rapidamente sostenute per l’esecuzione del credito (in appresso denominate “spese ammissibili”). I costi del beneficiario sono a carico della parte autorizzata.

(3) I costi di esecuzione sono a carico dell’esecutore.

(4) I costi ei costi di esecuzione sono recuperati esecutore autorizzato da poter pagare i costi di applicazione, e che alcuni dei metodi della fine dell’ordine per procedere all’esecuzione di un obbligo di pagamento di una somma di denaro.

§ 88

(1) I costi e le spese di esecuzione autorizzati determina l’esecutore al fine di pagare i costi di applicazione, che offre lecito e obbligatorio.

(2) L’ordine di pagamento dei costi di esecuzione deve essere incluso

a) la designazione di un tribunale di esecuzione,

b) la designazione dell’esecutore, che conduce i procedimenti di esecuzione,

(c) la designazione dell’ordine di esecuzione e l’autorità che lo ha rilasciato o la persona che lo ha redatto,

d) identificazione della persona autorizzata e del debitore, compreso il numero di nascita della persona obbligata, se può essere accertata,

(e) indicazione dell’obbligo di recupero,

(f) stabilire l’obbligo di rimborsare le spese, compresa la loro quantificazione e giustificazione,

(g) l’ ammontare dell’acconto versato e della sua fatturazione,

h) data e firma dell’esecutore e comunicazione degli addebiti.

(3) Una parte può presentare un’obiezione all’ordine entro 8 giorni dal servizio. Se l’esecutore in piena opposizione non riesce, trasmetterla senza processo ritardo (§ 45), che deciderà in merito alle obiezioni entro 15 giorni. Qualsiasi comunicazione di obiezioni indirizzata al tribunale dell’esecutore verrà consegnata anche alla persona che ha presentato le obiezioni.

(4) La decisione dell’organo giurisdizionale deve essere consegnata alla persona autorizzata, al debitore e all’esecutore. Non esiste rimedio legale contro una decisione della divisione di opposizione.

Sezione 89

Se l’esecuzione dell’esecuzione è sospesa, i costi dell’esecuzione e i costi dei partecipanti sono a carico della persona che ha commesso la sospensione. In caso di sospensione dell’esecuzione del default del debitore, la spesa assegnata all’Esecutore sarà a carico della somma forfettaria determinata o spesa rapidamente. In caso di sospensione dell’esecuzione per mancanza di capacità del debitore, la persona autorizzata e l’esecutore possono negoziare anticipatamente l’importo delle spese effettivamente sostenute.

§ 89a

(1) Qualora un partecipante che non è stato rappresentato da un procedimento di rappresentanza ai sensi del § 137 comma. 2 del codice di procedura civile, non dimostra l’importo delle spese di cassa del suo altro rappresentante, ha diritto al rimborso in modo forfettario determinato da legislazione speciale. L’indennizzo forfettario comprende le spese sostenute dal partecipante e il suo rappresentante.

(2) Rappresentato Se il partecipante che ha il diritto al pagamento delle spese, ad eccezione di un rappresentante ai sensi del § 137 comma. 2, è colui che è stato ordinato di pagare tali costi, si dovrà pagare al partecipante.

TITOLO VIII

REMUNERAZIONE DELL’ESECUTORE
§ 90

(1) Per le attività di esecuzione e le altre attività di cui alla presente legge include tassa esecutore, il rimborso delle spese di cassa, il rimborso per il tempo perso in esecuzione la gestione, la compensazione per il servizio di documenti, e se il debitore esecutore di imposta sul valore aggiunto, anche il valore applicabile fiscale aggiunto secondo uno speciale regolamento legale. 20 )

(2) L’ Esecutore e l’Intitolato possono concludere un atto di esecuzione sull’esecuzione dell’esecuzione, in cui possono negoziare il compenso contrattuale per l’esecuzione dell’esecuzione. La ricompensa contrattuale non è il costo dell’esecuzione. Ciò non pregiudica il diritto dell’ufficiale giudiziario di pagare, il rimborso delle spese effettive, la restituzione dei documenti e il risarcimento per la perdita di tempo.

(3) Se l’esecuzione non è di imporre il mantenimento di un minore, l’esecutore ha il diritto di esigere da un ragionevole anticipo ragionevole il costo dell’esecuzione. La parte consumata del deposito non ritorna alla parte autorizzata e diventa la spesa della parte autorizzata (§ 87, paragrafo 2).

§ 91

Per lo svolgimento di altre attività ai sensi dell’articolo 74, paragrafo 1 (a) la ricompensa non contrattuale appartiene all’Esecutore, salvo diverso accordo con il richiedente.

Sezione 91a

(1) Per l’esecuzione delle attività di cui all’articolo 76 bis, la remunerazione extracontrattuale appartiene all’esecutore.

(2) L’importo della retribuzione di cui al paragrafo 1 e chiedere il risarcimento per i costi supplementari di esecuzione richieste dal § 87 par. 1, l’esecuzione ed i costi assegnati pagati dal giudice o il pubblico ministero che lo svolgimento di attività ai sensi del § 76a esecutore nominato.

§ 92

I dettagli dell’importo e delle modalità di determinazione della retribuzione, le spese per cassa, il risarcimento per il servizio dei documenti e il risarcimento per la perdita di tempo saranno determinati dal Ministero con un decreto.

TITOLO IX

MANIPOLANDO LE SCIENZE E LA LORO SICUREZZA
Parte 1

Manipolazione con scritti
Sezione 93

(1) Se i file non vengono terminati, devono essere depositati nell’ufficio dell’esecutore in modo tale che possano essere accessibili sia dall’esecutore che dagli organismi di controllo in qualsiasi momento. Se l’Executor non ha un tale file, deve essere chiaro dal record nel registro pertinente in cui si trova il file.

(2) Copie degli scritti depositati presso l’ufficio dell’esecutore sono rilasciate dall’esecutore o dal suo rappresentante autorizzato su richiesta degli organismi e delle persone autorizzati.

Revisione dei file
§ 94

(1) Gli organismi e le persone autorizzati possono ispezionare i file che non sono archiviati nell’archivio dell’ufficiale giudiziario e ottenerne estratti; le persone autorizzate possono farlo esclusivamente presso l’ufficio dell’esecutore sotto la sua supervisione o sotto la supervisione di un dipendente autorizzato. Una voce nel file deve essere registrata nel file.

(2) Su richiesta motivata degli organismi e delle persone autorizzate, il fascicolo può essere inviato a un altro esecutore nel cui ufficio è possibile esaminarlo.

(3) Solo il richiedente può consultare i file relativi all’ulteriore attività dell’esecutore; altre persone con il suo consenso. Il Ministero può, in connessione con l’esercizio della vigilanza statale, consultare i file relativi alle attività dell’Esecutore ai sensi dell’articolo 74 (1) b) senza il consenso del richiedente.

§ 95

(1) Il Ministero, la Camera, gli organi coinvolti in procedimenti penali, i tribunali, il pubblico ministero, le autorità fiscali e gli uffici catastali devono essere gli organismi autorizzati nell’ambito delle loro competenze.

(2) le persone ammissibili sono parti di procedimenti di esecuzione, i loro successori legali, rappresentanti del popolo e l’esperto quando si l’autorità competente di cui al paragrafo 1, una dovere esperto designato e gli ordinò di vedere il file.

(3) Chiunque su un interesse legale o chi per che ha motivi seri esecutore, su richiesta, essere consentito di esaminare il file eseguibile e fare di lui ha fatto dichiarazioni o loro copie, a meno che non si tratta di un file di cui la normativa prevede che il suo contenuto deve rimanere segreto.

§ 96

Prendendo in prestito i file
L’esecutore invia copie dei documenti richiesti dall’atto di esecuzione o una copia dell’intero file sulla base di una richiesta scritta alle forze dell’ordine, tribunali, autorità fiscali, uffici catastali ed esperti. Se non vengono fornite copie dei documenti o delle copie dell’intero file, l’esecutore deve consentire alle persone incaricate da tali autorità di accedere al file; solo se è assolutamente necessario, il file li presta a loro. Il prestito al Ministero è soggetto alla Sezione 7 (4) a); la stessa procedura deve essere seguita quando si sottopone il caso al tribunale in relazione alla decisione del tribunale nel procedimento di esecuzione.

§ 97

Ricostruzione di file
(1) L’ esecutore esegue la ricostruzione di file che sono stati totalmente o parzialmente distrutti o persi.

(2) L’ Esecutore deve fare copie dei documenti che questi possono prendere in prestito dai partecipanti o dai loro successori legali, da un altro esecutore, dal tribunale, dall’ufficio del catasto, o da un altro organismo o da un esperto. Essi attribuiranno il loro timbro e una clausola al fatto che la copia sostituisce la lista distrutta o persa.

(3) L’ Esecutore può anche effettuare le indagini necessarie sul contenuto del documento, in particolare ascoltando i partecipanti oi loro successori in titolo e certificando il contenuto del documento con un record che attesti tutte le circostanze. Il certificato deve indicare il contenuto delle asserzioni da parte dei partecipanti o dei loro successori sul contenuto dello strumento.

Manipolazione con controparti di exequatur
§ 98

Le disposizioni della Sezione 94 si applicano, mutatis mutandis, all’esame di scritti esecutivi, salvo espressa disposizione contraria della Legge.

§ 99

(1) L’ Esecutore presterà il verbale esecutivo solo a un tribunale, a un Ministero oa una Camera su loro richiesta.

(2) L’ Esecutore deve stabilire una copia autenticata della sua copia firmata anziché del prestatore del testo di esecuzione, con allegato il ricorso sulla base del quale è stata emessa la registrazione esecutiva.

(3) Se l’iscrizione esecutore originale prestato ai sensi del paragrafo 1, le copie emissione esecutore della copia certificata stabiliti ai sensi del paragrafo 2. Ciò non si applica se il tribunale, il ministero o della Camera emissione sospesi.

§ 100

L’esecutore inserisce le voci exequatur sotto la chiusura nella custodia metallica separata dai file.

Sezione 101

(1) L’ Esecutore, che è stato nominato per l’Ufficio di Esecutore rilasciato, assumerà la custodia dell’esecutore che è morto o che è stato revocato.

(2) L’ Esecutore, che ha acquisito gli scritti esecutivi ai sensi del paragrafo 1, ne rilascia copie, copie o estratti. Le disposizioni dell’ottava parte della prima parte della presente legge si applicano alla visione e al prestito di tali scritti esecutivi.

Parte 2

Memorizzazione di file completati
Sezione 102

(1) scritti completati esecutore terminate e gli scritti che hanno preso esecutore ai sensi del § 15 par. 5 (di seguito denominati “gli scritti di dismissione”) vengono memorizzati e custodia dell’ufficio del giudiziario. Dopo aver archiviato i file, i loro registri sono soggetti alla legge applicabile al deposito dei fascicoli giudiziari.

(2) Gli scritti completati rimarranno nell’ufficio dell’esecutore per tutto il periodo di esecuzione dell’ufficio dell’ufficiale giudiziario.

(3) I dettagli del trattamento dei file, la loro archiviazione, mantenendo registri e altre apparecchiature per ufficio registri regola l’ordine emesso dalla Camera.

(4) Gli estratti, le copie e le approvazioni dei file completati saranno emessi dall’esecutore, dietro richiesta scritta degli enti e delle persone autorizzati. L’esame degli scritti e il prestito di questi scritti si applicano mutatis mutandis alle disposizioni dell’ottava parte della prima parte della presente legge.

Parte 3
abolita

§ 103

(1) La Camera assume timbri, certificati e sigilli di esecutori, la cui sede scaduti o sono stati trasferiti ad un altro circuito tribunale distrettuale.

(2) La registrazione del timbro, del certificato e dei sigilli deve essere registrata.

§ 104
abolito

Parte 3

Rilascio di copie, copie, dichiarazioni
§ 105

Estratti o copie sono fatti fuori dai minuti.

Sezione 106

(1) record Controparti ufficiali giudiziari sono rilasciati alle parti interessate dalla quotazione esecutore, a meno che i record esecutore diversamente. Qualcun altro può essere rilasciato anche se tutti i partecipanti sono d’accordo.

(2) Copie di registrazioni forzate possono essere rilasciate a persone a cui possono essere rilasciate copie. Altre persone possono ricevere copie solo con il consenso di persone che possono rilasciare copie in copia.

§ 107

(1) Una copia del verbale esecutivo deve approvare letteralmente la registrazione esecutiva. Contiene anche copie delle procure e altri allegati della promulgazione.

(2) clausola certificata copie dei verbali esecutore contiene dati che la controparte corrisponde letteralmente con gli ufficiali giudiziari di ingresso, che è determinato e quando una copia di una copia è stata redatta. L’esecutore firma la clausola e allega il timbro ufficiale dell’Esecutore.

Sezione 108

(1) Un estratto della messa in vigore può essere emesso. Un estratto dall’avviso di iscrizione può riguardare anche solo alcuni atti giuridici o solo alcuni dei fatti elencati nell’enunciato. Quando si rilasciano estratti, la procedura per l’emissione di controparti deve essere applicata mutatis mutandis.

(2) L’ estratto di cui al paragrafo 1 non rimette in discussione il contenuto dell’enunciato in vigore dal quale è stato rilasciato.

TITOLO X.

ESAMINATORI DEGLI ESECUTORI
§ 109

camera
(1) Una Camera degli esecutori della Repubblica Ceca è stabilita a Praga.

(2) La Camera è un’organizzazione professionale indipendente, che riunisce tutti gli esecutori e mantenere un elenco di ufficiali giudiziari, impiegati e candidati. L’Esecutore diventa membro della Camera al momento della nomina dell’Esecutore. L’adesione alla Camera si risolverà con la rimozione dell’esecutore, la sua morte o la dichiarazione di morte.

(3) La Camera deve essere una persona giuridica. Il suo reddito è costituito da quote associative, regali e altri redditi. Le tasse di iscrizione sono pagabili dagli ufficiali giudiziari all’importo specificato dall’ufficio degli ufficiali giudiziari.

(4) La Camera avrà i seguenti organi:

a) l’ assemblea,

b) Presidio,

c) il presidente,

(d) la commissione di controllo,

(e) una commissione d’esame,

(f) la commissione disciplinare,

(g) la Commissione di controllo.

(5) La Camera può istituire organi consultivi.

(6) Il mandato dei membri degli organi della Camera è di tre anni.

§ 110

Assemblea dei dirigenti
(1) L’Assemblea è l’organo supremo della Camera.

(2) Ogni avvocato ha il diritto di partecipare all’assemblea.

(3) Il Presidio convoca l’Assemblea di norma ogni due anni. Se lo si richiede per iscritto almeno un terzo degli esecutori, il Comitato per il Controllo, Presidente della Camera o il ministro è tenuto a convocare l’Assemblea Responsabili Presiedenti entro 2 mesi dal ricevimento della richiesta.

(4) L’Assemblea è in grado di quorum se è presente almeno la maggioranza assoluta degli esecutori iscritti nella lista degli esecutori.

(5) Se l’assemblea non è in grado di stabilirsi, il presidio deve convocare un nuovo assemblea entro 2 mesi; così convocato dall’assemblea è in grado di quorum se è presente almeno un terzo di tutti gli esecutori iscritti nella lista degli esecutori.

(6) La validità delle risoluzioni del consiglio degli ufficiali giudiziari richiede il consenso della maggioranza degli attuali esecutori iscritti nell’elenco degli esecutori.

(7) In particolare

a) eleggere un voto diretto e segreto, per un periodo di 3 anni, scelti tra i membri del Presidium delle membri supplenti ufficiali giudiziari camera del Presidium della Camera e di altri organi della Camera fra gli esecutori e li respingere, salvo diversa dalla presente legge,

b) discute e approva la relazione sulle attività degli organi della Camera,

c) accetta i regolamenti organizzativi, elettorali, processuali, disciplinari e di ufficio della Camera,

d) annullare o modificare la risoluzione del Presidium della Camera; i diritti derivanti dalla decisione annullata del Presidium agli esecutori o ad altre persone non possono essere pregiudicati,

e) approva il budget e la gestione della Camera,

f) approva l’altezza della quota di iscrizione annuale alla Camera di esecutori e altri pagamenti previsti dalla presente legge o il regolamento della Camera e stabilisce i principi per determinare l’importo,

g) approva l’importo del risarcimento per la perdita di tempo nell’esercizio delle funzioni negli organi della Camera, o stabilisce i principi per determinare il loro ammontare,

h) stabilisce i fondi della Camera e approva le regole della loro creazione e uso,

(i) approva i regolamenti professionali adottati dal Presidio nei casi che riserva,

j) stabilire la procedura per l’annuncio e l’organizzazione della procedura di selezione conformemente al § 10,

(k) prevedere la procedura per la gestione, l’amministrazione e il funzionamento del registro centrale di applicazione,

l) risolve altre questioni che riserva.

(8) La validità del test, l’ufficio disciplinare e regolamenti, nonché la procedura per l’annuncio e l’organizzazione delle gare secondo § 10 ha bisogno l’approvazione del Ministero.

§ 111

Presidio della Camera
(1) Il Presidio è l’organo direttivo ed esecutivo della Camera.

(2) Il Presidio ha 5 membri e 5 supplenti; se il numero dei membri del presidio scende al di sotto del numero stipulato dalla presente legge, il Presidium ha il diritto di aggiungere nuovi membri tra i supplenti.

(3) Il Presidium della Camera elegge e richiama dai suoi membri il Presidente e il Vicepresidente della Camera.

(4) Il Presidente della Camera è convocato dal Presidente della Camera di norma una volta al mese, almeno ogni tre mesi.

(5) L’adesione alla Camera di commercio è incompatibile con l’adesione alla Commissione di audit, disciplinare o audit.

(6) Presidio

a) rappresenta, protegge e promuove gli interessi degli esecutori,

(b) sovrintende alle attività degli esecutori e dei loro rappresentanti,

c) organizza la formazione professionale di esecutori, candidati, impiegati ed esecutori dell’esecutore e assicura attività di pubblicazione, studio, documentazione e informazione,

d) conserva il record (s) degli esecutori, candidati, co-autori e rappresentanti nominati degli esecutori e fa le entrate e le modifiche in esso; l’elenco degli ufficiali giudiziari invia ai tribunali provinciali e distrettuali,

e) gestisce i fondi della Camera e gestisce i suoi beni,

f) organizza l’esame di exequatur e nomina due terzi dei membri del comitato d’esame,

g) annuncia e organizza la procedura di selezione ai sensi del § 10 e nomina i membri della commissione giudicatrice,

h) presentare proposte al Ministro e al Ministero nei casi previsti dalla presente legge,

(i) convoca una riunione,

j) prepara un progetto di struttura organizzativa, le regole elettorali, le regole d’esame, le regole disciplinari, l’ordine dell’ufficio, così come la procedura per l’annuncio e tenero organizzazione ai sensi del § 10, e li sottopone all’Assemblea per l’approvazione.

k) sottopone all’approvazione del Ministero le Norme per l’esame, le norme disciplinari e il regolamento interno, nonché la procedura per l’annuncio e l’organizzazione della procedura di selezione conformemente al § 10,

l) esprime il suo parere sui progetti di legge sull’attività degli esecutori,

m) nomina un rappresentante dell’esecutore,

n) approva il piano di studi dell’esame exequatur,

o) adotta i regolamenti dello stato e adotta tutte le misure necessarie per assicurare il corretto funzionamento della Camera,

p) svolge ulteriori attività ai sensi della presente legge e decide in tutti gli altri casi ai sensi della presente legge, a meno che la decisione su di loro sia affidata a un altro organo della Camera.

§ 112

Presidente della Camera
(1) Presidente della Camera

a) rappresenta la Camera fuori e agisce per suo conto in tutte le questioni,

b) governa le riunioni dell’assemblea,

(c) convoca il Presidium della Camera almeno ogni tre mesi e dirige le sue deliberazioni; il presidio della Camera è convocato entro 20 giorni quando lo richieda almeno un terzo dei membri del Presidium della Camera, o su richiesta della Camera dei Comitati,

d) il diritto al tempo tra le riunioni della decisione Presidio sulla portata del Presidium, che non può essere ritardata, e tutte le misure e le decisioni necessarie per garantire il corretto funzionamento degli organi della Camera, non per legge o dai regolamenti professionale riservata ad un altro organo della Camera,

e) propone, su invito del presidente del tribunale disciplinare, 10 esecutori all’elenco dei presidenti di giurisdizione disciplinare.

(2) Il Presidente della Camera sarà rappresentato dal Vicepresidente della Camera.

§ 113

Commissione di revisione
(1) Il comitato di revisione contabile ha 5 membri.

(2) I membri della Commissione di controllo eleggono tra i loro membri il presidente e il vicepresidente del comitato di verifica.

(3) Commissione di revisione

a) esaminare la gestione della Camera e riferire sui risultati dei dirigenti della Camera dei deputati; a tal fine, la Commissione di controllo della Camera deve avere accesso a tutti i documenti della Camera,

(b) commentare il progetto di bilancio della Camera,

(c) approva i conti annuali della Camera.

(4) Il presidente del comitato di controllo è rappresentato dal vicepresidente della commissione di audit.

(5) Composizione della Commissione di Revisione è incompatibile con l’appartenenza al Presidium della Camera, con la funzione di un membro supplente del Presidium della Camera di appartenenza alla commissione disciplinare e la commissione di controllo.

Sezione 113a

Commissione di controllo
(1) Il Comitato di verifica ha nove membri e cinque supplenti; se il numero dei membri del Comitato di verifica scende al di sotto del numero stipulato dalla presente legge, il Comitato di verifica è autorizzato a integrare i membri con nuovi membri.

(2) Il Comitato di verifica elegge e ritira dai suoi membri il presidente e il vicepresidente del comitato di revisione.

(3) Commissione di audit

a) prepara i documenti, processi, relazioni e propone misure per quanto riguarda la gestione dei reclami circa gli ufficiali giudiziari, i candidati, impiegati e altri dipendenti esecutori; a tal fine, la Commissione di audit ha il diritto di condurre indagini presso le autorità competenti,

b) effettua controlli e raccomanda di presiedere le misure nel controllo delle attività degli esecutori e della direzione delle autorità di esecuzione,

c) lavora in modo preventivo ed educativo, esegue analisi e conoscenze essenziali delle sue attività in collaborazione con altri organi della Camera, propone un presidio per la pubblicazione.

(4) Il presidente del comitato di revisione è rappresentato dal vicepresidente del comitato di verifica.

(5) L’adesione al Comitato di verifica è incompatibile con l’appartenenza al Presidium della Camera, con la funzione di un membro supplente del Presidium della Camera, così come l’appartenenza al comitato per il controllo.

Sezione 114

Commissione disciplinare
(1) La Commissione disciplinare ha 9 membri, di cui 6 membri del sistema giudiziario e 3 membri dei ranghi.

(2) I membri del comitato disciplinare eleggono tra i loro membri un presidente e un vicepresidente di una commissione disciplinare. Solo un giudice può essere il presidente della commissione disciplinare.

(3) Il presidente della commissione disciplinare è rappresentato dal vicepresidente della commissione disciplinare.

(4) I procedimenti disciplinari devono essere tenuti dinanzi a una commissione disciplinare di tre membri nominata dal presidente della commissione disciplinare. Il Senato Disciplinare è composto da 2 membri della Commissione Disciplinare dei Giudici e uno dei membri della Commissione Disciplinare del Trasportatore. Solo il giudice può essere il presidente della commissione disciplinare.

(5) Composizione della commissione disciplinare è incompatibile con l’appartenenza nei compartimenti CBA e l’appartenenza al comitato per il controllo e la Commissione di Controllo.

(6) La Camera regolerà la condotta, il processo decisionale e l’attività della commissione disciplinare con un ordine disciplinare.

§ 115

Commissione d’esame
(1) La commissione d’esame ha 15 membri.

(2) I membri del comitato d’esame eleggono tra i loro membri un presidente e un vicepresidente della commissione d’esame.

(3) Il presidente della commissione d’esame è rappresentato dal vicepresidente della commissione d’esame.

(4) L’ esame di exequatur deve essere tenuto davanti a un senato di esame di tre membri composto da 2 membri dell’Esecutory’s Examining Board e da un membro della Examination Board of Judges; Il presidente è presieduto da un membro nominato dal presidente della commissione d’esame.

(5) La Camera stabilisce le regole di procedura, il processo decisionale e l’attività della commissione d’esame.

§ 115a

Comitato di selezione
(1) Il comitato di selezione ha 6 membri; 2 membri sono nominati dai ranghi degli ufficiali giudiziari, due tra le fila dei giudici su proposta del Presidente della Corte regionale nella cui circoscrizione il tribunale distrettuale nella cui giurisdizione dovrebbe essere nominato esecutore, e 2 dal Ministro tra i dipendenti del Ministero.

(2) Il comitato di selezione designa il suo presidente a sorte.

(3) La decisione della commissione giudicatrice è presa se la maggioranza dei suoi membri ha parlato con loro. In caso di parità di voti, la proposta è considerata respinta.

TITOLO XI

ESCURSORE, CANDIDATO E RESPONSABILITÀ CALDA CONCIPIARIA
Disposizioni generali
Sezione 116

(1) L’ esecutore, il candidato e il centauro sono perseguibili penalmente per un illecito disciplinare o un reato grave (in seguito denominato “illecito disciplinare”). responsabilità disciplinare dell’esecutore conformemente ai paragrafi 4 e 5 non pregiudica disciplinare candidato responsabilità o tirocinante e la responsabilità disciplinare di un candidato o di tirocinante non influisce disciplinare esecutore responsabilità.

(2) È un reato delicato

(a) violazione degli obblighi dell’esecutore, del candidato o del tirocinante istituito da regolamenti legali o professionali o da una risoluzione della Camera,

b) un comportamento che viola la dignità della dell’esecutore giudiziario professione o minaccia la fiducia in un esercizio indipendente, imparziale, professionale e corretta della attività di controllo, o di prestazioni professionali di altre attività, o

c) qualsiasi atto mediante il quale un candidato o un esecutore tirocinante viola la dignità della professione o minaccia la fiducia nello svolgimento delle attività professionali di un esecutore.

(3) Il grave reato disciplinare è grave

(a) violazione degli obblighi dell’esecutore, del candidato o del tirocinante istituito da regolamenti legali o professionali o da una risoluzione della Camera,

b) un comportamento che viola la dignità della dell’esecutore giudiziario professione o minaccia la fiducia in un esercizio indipendente, imparziale, professionale e corretta della attività di controllo, o di prestazioni professionali di altre attività, o

c) qualsiasi atto mediante il quale un candidato o un esecutore tirocinante viola la dignità della professione o minaccia la fiducia nello svolgimento delle attività professionali di un esecutore.

(4) Il reato disciplinare dell’esecutore si considera uguale

a) violazione degli obblighi previsti dalla legge o dal regolamento o da una risoluzione della Camera, oppure

(b) comportamenti che interferiscano con la dignità della professione dell’ufficiale giudiziario o minacci la fiducia nell’esecuzione indipendente, imparziale, professionale ed equa dell’esecuzione o, se del caso,

se commesso da un dipendente dell’esecutore.

(5) Anche il reato grave dell’esecutore è considerato grave

a) violazione degli obblighi previsti dalla legge o dal regolamento o da una risoluzione della Camera, oppure

(b) comportamenti che interferiscano con la dignità della professione dell’ufficiale giudiziario o minacci la fiducia nell’esecuzione indipendente, imparziale, professionale ed equa dell’esecuzione o, se del caso,

se commesso da un dipendente dell’esecutore.

(6) Una delle seguenti misure disciplinari può essere imposta all’Esecutore per un reato disciplinare:

a) avvertimento scritto,

b) ammonizioni pubbliche,

c) una multa fino a CZK 2500000,

(d) ricorsi dall’ufficio esecutivo.

(7) Una delle seguenti misure disciplinari può essere imposta a un candidato per un illecito disciplinare:

a) avvertimento scritto,

b) ammonizioni pubbliche,

c) una multa fino a 250.000 CZK,

(d) appelli di rappresentanze.

(8) Sul tirocinante può essere imposto un reato disciplinare:

a) avvertimento scritto,

b) ammonizioni pubbliche,

c) una multa fino a 50000 CZK.

(9) Una misura disciplinare può essere eseguita per un grave illecito disciplinare conformemente al paragrafo 6 b) e d) e una multa da CZK 50000 a CZK 5000000, la misura disciplinare candidata ai sensi del paragrafo 7 b) e d) e una multa da CZK 10.000 a CZK 500.000 e una misura disciplinare ai sensi del paragrafo 8 b) e una multa di CZK 5.000 a CZK 100.000.

(10) Allo stesso tempo, può essere imposto un reato per un illecito disciplinare nonché un’ammenda o un ammonimento pubblico e una multa. Un reato pubblico e una multa possono anche essere imposti come un grave reato disciplinare. In che impone misure disciplinari tengono conto del fatto che un ufficiale giudiziario, impiegato o candidato di nuovo commesso un illecito disciplinare, anche se è già stato definitivamente condannato illecito disciplinare.

(11) Gli ufficiali giudiziari disposte misure disciplinari appello dell’ufficio esecutore, se fosse stato negli ultimi 5 anni precedenti la presentazione di una richiesta di avvio di un procedimento disciplinare almeno tre volte finalmente trovato colpevole di un illecito disciplinare serio, se questo fatto mette in discussione la credibilità del loro ulteriore permanenza nella professione esecutore. Candidato viene memorizzato disciplinare appeal azione di rappresentanza, se fosse stato negli ultimi 5 anni precedenti la presentazione di una richiesta di avvio di un procedimento disciplinare almeno tre volte finalmente trovato colpevole di un illecito disciplinare serio, se questo fatto mette in discussione la credibilità di un ulteriore esecutore di rappresentanza.

(12) Qualora un provvedimento disciplinare sia stato imposto da un’autorità esecutiva, l’esecutore revocato non può essere nominato esecutore per un periodo di 5 anni a decorrere dalla data in cui la decisione di ricorso è legittima. Se sono state imposte misure licenziamento disciplinare di rappresentanza non può essere revocata candidato per 5 anni dalla decisione di presentare appello o del rappresentante designato nominato esecutore testamentario. Un provvedimento disciplinare di pubblica ammonizione è obbligato a rivelare la persona a cui questo provvedimento disciplinare è stato imposto a proprie spese sulla stampa nazionale entro 1 mese dalla data in cui è terminato il procedimento disciplinare; questa decisione viene presa il giorno in cui è stata pubblicata. Il contenuto e la forma dell’ammonizione pubblica saranno determinati dal Senato della Corte Disciplinare nella decisione di chiudere il procedimento disciplinare.

(13) Il reddito derivante dalle ammende inflitte agli esecutori è un reddito del bilancio dello Stato, le entrate derivanti da ammende inflitte a candidati e tirocinanti ricadono nella Camera.

(14) La responsabilità dell’ufficiale giudiziario, candidato o tirocinante per il reato disciplinare scade se non vi è stata alcuna mozione per avviare un procedimento disciplinare entro 3 anni dal suo impegno.

(15) L’esecutore è sollevata dalla responsabilità di illecito disciplinare di cui ai paragrafi 4 e 5, se è dimostrato che essa ha adottato tutte le misure che possono essere ragionevolmente richieste presso l’ufficio gestione di esecutore ai sensi del § 13 paragrafo. 1 °

Sezione 117

(1) Il procedimento disciplinare deve essere avviato su una proposta denominata azione disciplinare.

(2) Un’azione disciplinare è autorizzata a proporre un’azione

a) il ministro contro qualsiasi esecutore, candidato o impiegato,

(b) il presidente del comitato di audit e il presidente della commissione di audit in materie che rientrano nel merito di tali commissioni nei confronti di qualsiasi esecutore, candidato o coautore

c) il presidente del tribunale regionale contro un ufficiale giudiziario che è stabilito in questa corte circuito impiegato del candidato o l’esecutore o esecutore rappresentante

(d) il Presidente della Corte Distrettuale contro l’Esecutore seduto nel distretto di quel tribunale, il candidato o tirocinante di quell’esecutore,

e) il presidente del tribunale dell’esecuzione contro l’esecutore che si è reso colpevole di tale esecuzione nei confronti del candidato o tirocinante di tale esecutore o del rappresentante dell’esecutore

(di seguito “il procuratore disciplinato”).

(3) L’ atto di accusa deve essere presentato entro 3 anni dal giorno in cui si è verificato il reato disciplinare.

(4) La petizione disciplinare deve contenere il nome e cognome del candidato esecutore o tirocinante contro cui il ricorso viene proposto, la sede, la sede del l’esecutore, in cui il candidato o tirocinante impiegati descrizione del fatto per il quale si propone di avviare un procedimento disciplinare e l’identificazione di prova, su cui si basa la proposta. Un’azione disciplinare deve essere accompagnata da elementi di prova a disposizione del pubblico ministero.

Procedimenti disciplinari nei confronti del candidato e del tirocinante
§ 117a

(1) Se il candidato o apprendista commesso un illecito disciplinare, e l’imposizione di sanzioni disciplinari sono decise in un procedimento disciplinare per ogni caso nominato un panel disciplinare di tre membri.

(2) La proposta di un membro della commissione di disciplina Camera del Presidente della Camera o il Vice Presidente della Camera partecipare se il presidente della Camera o, nel caso, con il consenso del Presidium della Camera respingere un membro del gruppo disciplinare, che è una grave violazione dei suoi obblighi o comunque minacciare la fiducia nella decisione equa e imparziale del pannello disciplinare . La cessazione del uno dei membri del collegio disciplinare, la Commissione Disciplinare della Camera senza indugio per eleggere un nuovo membro.

§ 117b

(1) Un avviso di misure disciplinari, il Presidente del candidato pannello o impiegato disciplinare nei confronti del quale il procedimento disciplinare sono condotte (di seguito “intervistato disciplinare”), la sua consegna. Istruirlo sulla destra per selezionare un rappresentante tra gli esecutori o gli avvocati a commentare i fatti che egli è accusato di e proporre prove in sua difesa. Il Ministro sarà anche informato dell’apertura del procedimento, a meno che non sia un querelante disciplinare.

(2) La convenuta disciplinare che non è rappresentato, il guardiano Pannello di disciplinare, se è necessario per proteggere i suoi interessi, soprattutto se esso non sia inficiato da un disturbo mentale o malattia che gli impedisce di difendersi. Il tutore nominerà un gruppo disciplinare dell’esecutore o dell’avvocato con il loro consenso.

§ 118

(1) Una persona accusata dal reato ha il diritto di commentare tutti i fatti che gli sono stati imputati e di proporre prove per la sua difesa. L’imputato può essere rappresentato da un esecutore o da un avvocato nel procedimento.

(2) Testimoni, esperti e partecipanti possono essere intervistati solo quando compaiono volontariamente e danno preavviso.

(3) pannello disciplinare membro autorizzato svolgere le necessarie indagini, in particolare esaminare la necessità di ulteriori fatti e prove, a meno che non indicato nella proposta, e nel caso di documenti o altre cose, prevedeva l’assunzione delle prove. Le operazioni che non possono essere eseguite nel procedimento disciplinare devono essere eseguite dal tribunale su richiesta del pannello disciplinare ea spese della Camera; il tribunale accetterà la richiesta a meno che non sia inammissibile ai sensi di legge. Il tribunale prenderà tutte le decisioni necessarie per l’esecuzione della richiesta.

Sezione 119

(1) Il Senato Disciplinare, in assenza di audizione, interrompe il procedimento se

a) l’azione disciplinare è stata presentata in ritardo o è stata ritirata,

(b) l’ assunzione del candidato o del contraente presso l’esecutore,

c) la responsabilità dell’imputato per reati disciplinari cessata,

d) La persona incriminata è stata infine condannata nel procedimento penale come atto per il quale sono stati avviati procedimenti disciplinari.

(2) Il pannello di disciplina è sospendere il procedimento, qualora ritenga che l’atto che il convenuto disciplinare la colpa, ha elementi di un reato e sottoporre la questione alle autorità competenti delle forze dell’ordine.

(3) disciplinare Camera interrompe un’azione disciplinare anche quando, se si sa che l’atto per il quale è stata avviata un’azione disciplinare contro il convenuto disciplinare viene perseguito.

(4) Il Senato Disciplinare continuerà il procedimento se l’autorità di contrasto decide diversamente da quanto previsto al paragrafo 1 d).

(5) A meno che il pannello disciplinare della sospensione o interruzione del procedimento disciplinare è determinata dal presidente della data di udienza e lo informa del procuratore disciplinare, il convenuto disciplinare, e se il rappresentante, il suo vice. Se il convenuto guardiano disciplinare nominato ai sensi del § 117b par. 2, la data dell’udienza sono comunicate solo tutore. Se è necessario sentire i testimoni, convocare il presidente del collegio disciplinare a partecipare.

§ 120

(1) Se il pannello disciplinare ha concluso che il candidato ha commesso un illecito disciplinare, decide che lui è colpevole, e lo ha salvato un provvedimento disciplinare, ai sensi del § 116, comma 7. Se il pannello disciplinare ha concluso che l’impiegato ha commesso un illecito disciplinare , decide che lui è colpevole, e lo salvò un provvedimento disciplinare, ai sensi del § 116 paragrafo. 8

(2) Se il pannello disciplinare ha concluso che il convenuto disciplinare commesso un illecito disciplinare o illecito disciplinare non può dimostrarlo decide che intervistato disciplinare rinuncia le accuse disciplinari.

(3) Il Senato Disciplinare porrà fine al procedimento disciplinare se uno qualsiasi dei motivi per la sospensione di cui all’Articolo 119 (1 ) diverrà evidente all’udienza.

(4) Se il pannello disciplinare ha respinto l’azione disciplinare o accuse disciplinari assolto l’imputato, il candidato o tirocinante contro la quale sono state condotte le procedure disciplinari, diritto al rimborso delle spese sostenute in relazione ai procedimenti disciplinari. Se il procedimento disciplinare è stato avviato su proposta di un procuratore disciplinare ai sensi dell’articolo 117, paragrafo 2 (a), (c), (d) o (e), il candidato o tirocinante contro il quale è stato condotto il procedimento disciplinare ha diritto al rimborso allo Stato. Se il procedimento disciplinare è stato avviato su proposta di un procuratore disciplinare ai sensi dell’articolo 117, paragrafo 2 b), il candidato o tirocinante contro il quale il procedimento disciplinare è stato condotto ha diritto ad un risarcimento da parte della Camera.

(5) I costi del procedimento disciplinare sono a carico della Camera. Nella decisione di cui al paragrafo 1, la commissione di disciplina ordina disciplinatamente all’imputato di pagare alla Camera le spese processuali fissate da una somma forfettaria nell’ordine disciplinare.

(6) La Camera compenserà il testimone per le spese e le entrate che ha dimostrato di aver dimostrato. Il reclamo deve essere presentato alla Camera entro 3 giorni dall’interrogatorio, altrimenti scadrà; il testimone deve essere istruito. Il rimborso delle spese in contanti e il pagamento delle tasse a esperti ed interpreti è regolato da speciali disposizioni di legge 20b ) .

§ 120a

(1) La decisione del procedimento disciplinare determina lo stato di fatto e legale al momento in cui si è verificato il reato disciplinare; la legislazione successiva sarà applicata se è più favorevole per l’imputato.

(2) La decisione della commissione di disciplina deve essere formulata per iscritto e deve contenere una dichiarazione e una giustificazione; le disposizioni del codice di procedura amministrativa al servizio delle decisioni emesse nel corso del procedimento amministrativo si applicano mutatis mutandis al servizio.

(3) La decisione del Senato Disciplinare sarà consegnata all’imputato e al pubblico ministero disciplinare nelle sue mani. Se viene accusato di essere accusato in un rappresentante o custode, la decisione viene consegnata al posto dell’imputato. Sarà consegnato al Ministro se non fosse un pubblico ministero disciplinato.

(4) La decisione del pannello disciplinare non è ammissibile.

(5) attrice disciplinare ha il diritto di proporre ricorso ai sensi di una legge speciale 21 ) contro la decisione del pannello in base al disciplinare § 120 par. 1 a 3, se l’amministrazione ritiene interesse pubblico convincente.

§ 121

Procedimenti disciplinari contro l’ufficiale giudiziario
(1) Se non diversamente previsto nel presente documento, il procedimento disciplinare contro l’ufficiale giudiziario si applica mutatis mutandis, le disposizioni della legge sui procedimenti in materia di giudici e pubblici ministeri 21 ) .

(2) Il Ministero eseguirà le misure necessarie per eseguire la misura disciplinare imposta.

§ 122

Sospensione dell’esecuzione dell’ufficio dell’ufficiale giudiziario
(1) Il Ministro può sospendere l’esecuzione ufficio esecutore esecutore, quando è stato istituito contro di lui un procedimento penale per un crimine o un reato connesso alle attività di applicazione, fino alla decisione.

(2) Il ministro sospende l’esecuzione dell’esecuzione dell’esecuzione dell’esecuzione di una pena detentiva da parte dell’esecutore se non vi sono motivi per il suo ricorso.

(3) Durante il periodo di sospensione dell’esecuzione dell’ufficio dell’ufficiale giudiziario, l’esecutore non deve eseguire l’attività dell’ufficiale giudiziario.

(4) La decisione del Ministro di sospendere l’esecuzione dell’ufficio dell’ufficiale giudiziario può essere sottoposta al tribunale. 22 )

§ 123

Ridurre la punizione disciplinare
Dopo la scadenza di cinque anni dalla decisione di imporre misure disciplinari per la responsabilità disciplinare di guardare l’ufficiale giudiziario o di impiegato di candidato, in quanto non sarebbe stato perseguito per una violazione disciplinare. Se l’esecuzione del provvedimento disciplinare non è ancora terminata, la sanzione disciplinare viene sventata dall’esecuzione di un provvedimento disciplinare.

TITOLO XII

DISPOSIZIONI PARTICOLARI RELATIVE ALLA CONSEGNA
Sezione 124

(1) Se il codice di procedura civile prevede che lo strumento dovrebbe essere pubblicato nella bacheca della Corte, l’obbligo è soddisfatto con la pubblicazione sulla bacheca esecutore ufficiale, a meno che la legge prevede espressamente altrimenti. L’obbligo di pubblicare un decreto vari dati forniti nella legge è adempiuta la loro pubblicazione nel Bollettino commerciale, 23 ) se la legge non limita la pubblicazione di informazioni nella bacheca della corte.

(2) Se la legge prevede che una decisione o atto devono essere spedite in bacheca del tribunale o sulla scheda di esecutore ufficiale, il decimo giorno dopo l’annuncio sono stati consegnati ai partecipanti che non sono noti al fattore o la cui residenza non è conosciuto.

TITOLO XIII

REATI
Sezione 124a

Reati di persone fisiche
(1) Una persona fisica commette un reato da:

a) contrariamente a § 4 par. 1 è “ufficiale giudiziario” “ufficio esecutore”, derivato dalle forme di parole o segni sono in grado di creare un rischio di confusione con quei segni, anche se non effettuata in base alla applicazione della legge di titolo esecutivo

b) contrariamente a § 4 par. 2 indica la sua attività come “applicazione”, “esecuzione” o “atto di esecuzione” o forme di parole derivate da essi o qualsiasi altro segno capace di creare un rischio di confusione, anche se non effettuata esecuzione di titoli di esecuzione secondo la legge , o

c) esegue l’esecuzione o altra attività dell’esecutore ai sensi della presente legge, sebbene non sia una persona autorizzata a svolgere tale attività in base a questa o ad un’altra normativa legale.

(2) Per un reato ai sensi del paragrafo 1, (a) o (b), può essere inflitta una multa fino a 200.000 CZK e un reato ai sensi del paragrafo 1 c) una multa fino a 300.000 CZK.

(3) Per un reato ai sensi del paragrafo 1, c) è possibile imporre un divieto di attività entro un anno insieme a un’ammenda.

§ 124 ter

Reati di persone giuridiche e aziendali
(1) Una persona fisica o giuridica commette un illecito da:

a) contrariamente a § 4 par. 1 è “ufficiale giudiziario” “ufficio esecutore”, derivato dalle forme di parole o segni sono in grado di creare un rischio di confusione con quei segni, anche se non effettuata in base alla applicazione della legge di titolo esecutivo

b) contrariamente a § 4 par. 2 indica la sua attività come “applicazione”, “esecuzione” o “atto di esecuzione” o forme di parole derivate da essi o qualsiasi altro segno capace di creare un rischio di confusione, anche se non effettuata esecuzione di titoli di esecuzione secondo la legge , o

c) esegue l’esecuzione o altra attività dell’esecutore ai sensi della presente legge, sebbene non sia una persona autorizzata a svolgere tale attività in base a questa o ad un’altra normativa legale.

(2) Per un reato ai sensi del paragrafo 1, (a) o (b), può essere inflitta una multa fino a 200.000 CZK e un reato ai sensi del paragrafo 1 c) una multa fino a 300.000 CZK.

(3) Per un reato ai sensi del paragrafo 1, c) è possibile imporre un divieto di attività entro un anno insieme a un’ammenda.

§ 124c

Cattiva condotta dei compagni
(1) La Camera commette un illecito per mezzo di

a) non controlla l’ufficiale giudiziario o esecutore delle attività di gestione dell’ufficio o oltre il rispetto degli obblighi previsti dalla funzionario di polizia su alcune misure contro la legalizzazione dei proventi di reato e al finanziamento del terrorismo, o di supervisione è effettuata in violazione del § 7 par. 5,

b) non trasmette al Ministero i regolamenti professionali di cui all’articolo 8a (1)

c) non conduce o guida l’elenco dei tirocinanti in violazione della Sezione 20 (1) o (2)

d) non cancella il tirocinante dalla lista dei tirocinanti secondo il § 22, paragrafo 1 o cancella dalla lista dei tirocinanti secondo § 22 par.2,

e) non conduce o guida l’elenco dei candidati in violazione dell’articolo 24 (1) o (3)

f) non rilasciano la licenza, il timbro o il timbro dell’esecutore,

g) non stabilisce l’esecutore di un rappresentante o di un nuovo rappresentante ai sensi dell’articolo 16, paragrafi 1 e 2 o dell’articolo 18,

h) il corpo della Camera rinuncia alla riservatezza in violazione della Sezione 31 (2)

(i) il Presidium della Camera organizzerà esami di exequatur in violazione della Sezione 115 (4) o non assicurerà l’esecuzione dell’Esame di Esecuzione in conformità con le Regole di Esame emesse ai sensi della Sezione 115 (5)

j) non tiene un registro centrale dell’esecuzione o lo fa in violazione del § 125,

k) viola la decisione sull’amministrazione forzata della Camera,

l) viola gli obblighi di cui all’articolo 8 quinquies, paragrafo 3;

m) non propone, su invito del presidente del tribunale disciplinare, 10 esecutori sulla lista dei ricorrenti del tribunale disciplinare di cui all’articolo 112, paragrafo 1 e).

(2) Può essere inflitta un’ammenda per un reato ai sensi del paragrafo 1

(a) CZK 10000000 in caso di reato di cui ai punti (a), (i), (j), (k) o (l)

b) CZK 5.000.000 in caso di reato sotto c), d), e), g), h) o m),

(c) 1000000 CZK in caso di reato di cui alle lettere (b) o (f).

§ 124 quinquies

I reati previsti dalla presente legge sono trattati dal Ministero.

TITOLO XIV

ESAME DEGLI ESAMI CENTRALI
§ 125

(1) La Camera conserva i registri centrali delle esecuzioni in cui sono registrati dopo la scadenza del termine ai sensi dell’articolo 46, paragrafo 6

a) notifica dell’avvio dell’esecuzione ai sensi dell’articolo 44,

b) delibere finali sulla sospensione e sospensione dell’esecuzione,

c) i decreti di asta emessi ai sensi della Sezione 336b (2) e della Sezione 338 (2) del Codice di Procedura Civile,

d) Comunicazione dell’anno d’asta ai sensi dell’articolo 328 ter, paragrafo 3, del codice di procedura civile.

(2) Il numero di registrazione della persona obbligata deve essere inserito nella registrazione centrale dell’esecuzione, se è stato assegnato. Tuttavia, questa informazione non è fornita nei registri o non è inclusa nella dichiarazione di cui al paragrafo 8.

(3) Il registro centrale delle esecuzioni è un elenco pubblico che viene mantenuto, gestito e amministrato dalle Comore. La Camera pubblica i dati dal registro centrale dell’esecuzione in modo da consentire l’accesso remoto.

(4) L’assicuratore, che è incaricato dell’esecuzione dell’atto, deve eseguire i record nella registrazione centrale dell’esecuzione entro un termine ragionevole.

(5) La procedura per la registrazione e la cancellazione dei dati nel Registro centrale delle esecuzioni e per la sua gestione, funzionamento e amministrazione è regolata da un decreto ministeriale.

(6) Salvo diversa indicazione, il compenso fornito dal Ministero con un decreto è previsto per la fornitura di dati dal Registro Centrale dell’Esecuzione della Camera.

(7) Non si applica la remunerazione ai sensi del paragrafo 6 della Camera

a) fornire le informazioni di cui al paragrafo 1 c) annuncio),

(b) per fornire le informazioni di cui al paragrafo 1 al Ministero o ai tribunali.

(8) La Camera emetterà su richiesta un estratto del registro centrale delle esecuzioni o conferma che un particolare elemento nel registro centrale delle esecuzioni non è registrato. La quotazione e l’approvazione sono documenti pubblici che attestano lo stato registrato nel registro centrale dell’esecuzione al momento indicato su di essi.

TITOLO XV

DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI
Sezione 126

Fino all’inizio della Camera, il ministero eserciterà la sua funzione, che convoca una conferenza costituente di esecutori entro e non oltre 6 mesi dalla data effettiva della presente legge.

Sezione 127

Ministero approva la proposta della Camera di norme disciplinari, l’ordine clericale, ordine di prova per i test esecutore e stabilisce le regole per la composizione del comitato di selezione e la procedura per l’annuncio e tenero organizzazione ai sensi del § 10

§ 128

L’istruzione superiore ha ricevuto presso la facoltà di legge di un’università con sede a ceca e slovacca Repubblica federale e dei suoi predecessori legali è considerato una formazione universitaria in legge ai sensi del § 9. 1 punto. b).

§ 129

L’esecuzione di una decisione presa sulla base di una decisione di un tribunale sull’esecuzione di una decisione emessa prima della data effettiva della presente legge ha luogo secondo la legislazione in vigore; ma se il reclamo della persona avente diritto non è pienamente soddisfatto, egli può, con il consenso del tribunale, presentare una mozione per l’esecuzione dell’atto ai sensi della presente legge.

§ 130

(1) Laddove le norme giuridiche speciali si riferiscono all’esecuzione delle sentenze o all’esecuzione delle sentenze, ciò significa anche esecuzione ai sensi della presente legge. Laddove disposizioni speciali si riferiscono all’applicazione di una decisione, ciò significa anche esecuzione dell’esecuzione ai sensi della presente legge.

(2) Se le specifiche parla legislazione sul costo dello Stato per condurre un’esecuzione giudiziaria o di esecuzione, significa anche i costi di attuazione di cui alla presente legge.

(3) Se le esecuzioni elencati sensi della presente legge e l’esecuzione delle decisioni effettuate dalla procedura civile colpita dalle stesse attività, procedere secondo la legge che stabilisce le norme per i casi di concomitante prestazioni decisioni 16a ) .

§ 131

Il Ministero ha il potere di stabilire un decreto

a) l’ ammontare e il metodo di determinazione della retribuzione dell’ufficiale giudiziario, le spese di tesoreria, la compensazione per il servizio di documenti e il risarcimento per la perdita di tempo, compreso un importo adeguato dell’anticipo,

(b) il pagamento in capitale delle spese della parte in causa al fine di decidere le spese nei casi di cui all’articolo 89a,

(c) l’ importo e le modalità di determinazione della retribuzione dei dirigenti di fabbrica e il rimborso delle loro uscite,

d) condizioni dell’assicurazione di responsabilità civile per danni causati dall’esecutore di attività ai sensi della presente legge,

e) la procedura per la registrazione e la cancellazione dei dati nel registro centrale di applicazione e per la sua gestione, funzionamento e amministrazione,

(f) le procedure per l’esecuzione delle misure di esecuzione e altre attività per attuare le disposizioni dei capitoli da 3 a 8 della presente legge.

§ 132

Per un periodo di 2 anni dalla data effettiva della presente legge, un’altra pratica legale di 3 anni può essere conteggiata con il consenso del Segretario della Camera.

PARTE SECONDA
annullata

§ 133
abolito

PARTE TERZA
annullata

§ 134
abolito

PARTE QUATTRO è
stata annullata

§ 135
abolito

PARTE QUINTA

Modifica del codice di procedura civile
§ 136

Legge n. 150/2000 Coll., Legge n. 105/2000 Coll., Legge n. 130/2000 Coll., Legge n. 155/2000 Coll., Legge n. 204/2000 Coll., Legge n. 220 / 2000 Coll., Legge n. 227/2000 Coll., Legge n. 367/2000 Coll. e legge n. 370/2000 Coll., è modificata come segue:

In primo luogo nel § 78 bis, dopo la parola “notaio”, le parole “o ufficiali giudiziari”, i termini “alla presenza di un notaio”, le parole “o ufficiale giudiziario” e le parole “se un notaio”, le parole “o ufficiale giudiziario.”

2. Al § 125, la parola “o l’esecutore” deve essere inserita dopo la parola “notaio”.

PARTE SESTA è
stata annullata

§ 137
abolito

PARTE SETTIMA

Modifica della legge bancaria
§ 138

Legge n. 21/1992 Coll., Sulle banche, modificata dalla legge n. 264/1992 Coll., Legge n. 292/1993 Coll., Legge n. 156/1994 Coll., Legge n. della legge n. 84/1995 coll., legge n. 61/1996 coll., legge n. 306/1997 coll., legge n. 16/1998 coll., legge n. 127/1998 coll. e legge n. 165/1998 Coll., è modificata come segue:

1) Nella sezione 38, paragrafo 3, il punto alla fine della lettera g) è sostituito da una virgola e deve essere aggiunta la seguente lettera h):

” H) podestà autorizzato ad eseguire l’esecuzione da una legge speciale. 9b) .”

La nota 9b) recita come segue:

” 9b ) Legge n. 120/2001 Coll., Sugli esecutori e le attività di esecuzione (regolamento di esecuzione) e sugli emendamenti ad altri atti.”.

2. All’articolo 38, paragrafo 5, dopo le parole “paragrafo 3, lettera a)”, sono aggiunte le parole “(ah)”.

PARTE OTTAVO

Modifica della legge sulle licenze commerciali
§ 139

della legge n. 124/2000 coll., legge n. 149/2000 coll., legge n. 151/2000 coll., legge n. 158/2000 coll., legge n. 247/2000 coll., legge n. 249 / 2000 Coll., Legge n. 258/2000 Coll., Legge n. 309/2000 Coll., Legge n. 362/2000 Coll., Legge n. 409/2000 Coll., Legge n. 458/2000 Coll. e legge n. 100/2001 Coll., è modificata come segue:

1. Nella sezione 3 (2) c) i termini “consulenti in brevetti 6) ” le parole “e ufficiali giudiziari 6a) “

La nota 6a) recita come segue:

” 6a) Legge n. 120/2001 Coll., Sugli esecutori e le attività di esecuzione (regolamento di esecuzione) e sugli emendamenti ad altri atti.”.

2. Allegato n. 2 Legato in vita nel gruppo 214: Altri, nel settore del commercio L’operazione di un’agenzia di viaggi nella colonna 2 (b) le parole “o istruzione professionale secondaria completa” sono inserite dopo le parole “istruzione secondaria completa”.

3. Nell’appendice 3 VIVERE IN CONCESSO NEL GRUPPO 314: Altri, nel settore degli scambi L’operazione di un’agenzia di viaggi è nella colonna 2 (c) le parole “istruzione secondaria completa o” devono essere inserite prima delle parole “istruzione professionale secondaria completa”.

PARTE Nove è
cancellata

§ 140
abolito

PARTE TEN è
stata annullata

§ 141
abolito

PARTE Diciannove
abolita

§ 142
abolito

PARTE SECONDA

Modifica della legge sull’uso dell’emblema di stato, della bandiera nazionale e di altri simboli della Repubblica ceca
Sezione 143

Legge n. 68/1990 Coll., In caso di utilizzo del simbolo nazionale, bandiera nazionale e altri simboli della Repubblica Ceca, come modificata dalla legge n. 114/1992 Coll., Legge n. 358/1992 Coll. e legge n. 68/1993 Coll., è modificata come segue:

Nel § 1 par. (f) alla fine, saranno aggiunte le parole “e ufficiali giudiziari”.

PARTE TRENTA

Modifica della legge sui notai e le loro attività
§ 144

Legge n. 358/1992 Coll., Sui notai e le loro attività (ordinanza notarile), modificata dalla legge n. 82/1998 Coll., Legge n. 30/2000 Coll. e legge n. 370/2000 Coll., è modificata come segue:

In primo luogo nel § 7 cpv. 2, secondo periodo, le parole “avvocato commerciale” le parole “ufficiale giudiziario, i giudici della Corte Costituzionale, giudici aggiunti della Corte Costituzionale o la Corte Suprema ed esecutore candidato” e le parole ‘legge impiegato’, le parole ” , appaltatore esecutivo “.

2. Nella sezione 7 (3), dopo le parole “, esame da avvocato”, sono inserite le parole “, l’esame dell’esaminatore”.

PARTE NOVE

Modifica della legge sulla difesa
Sezione 145

Legge n. 85/1996 Coll., In Advocacy, modificata dalla legge n. 210/1999 Coll., È modificata come segue:

1. Nella sezione 2 (2) a) dopo la parola “notai” le parole “ufficiali giudiziari” e nota n ° 1), il testo seguente:.. “Legge n 120/2001 Coll, su Court Executors ed esecuzione (procedimento di esecuzione) e che modifica. altre leggi. “

2. Nella Sezione 6 (1), alla fine della parte della frase prima del punto e virgola, devono essere aggiunte le parole “ed Esame dell’Esecutore”.

3 ° § 6 par. 2 alla fine della prima frase prima delle parole e virgola “esecutore ed esecutore tirocinante, i giudici della Corte Costituzionale, giudici aggiunti della Corte Costituzionale o la Corte Suprema”.

PARTE QUINTA

Modifica della legge sulla responsabilità per danni causati dall’esecuzione di poteri pubblici con decisione o procedura ufficiale errata
§ 146

. Legge 82/1998 Coll, sulla responsabilità per i danni causati nell’esercizio della decisione dell’autorità pubblica o procedura ufficiale non corretta e che modifica la legge n 358/1992 Coll, ai notai e le loro attività (il Codice Notarile), come segue…:

In primo luogo nel § 4 par. 1 le parole “come un commissario giudiziale” le parole “e le azioni di un ufficiale giudiziario nello svolgimento delle attività di controllo, la redazione minuti usciere e durante le attività della autorità del tribunale ai sensi del regolamento speciale 3a) .”

Nota 3a) recita come segue:

” 3a ) Legge n. 120/2001 Coll., Sugli esecutori e le attività di esecuzione (regolamento di esecuzione) e sugli emendamenti ad altri atti.”.

2. Nella sezione 4 (2), le parole “e l’ufficiale giudiziario” sono inserite dopo le parole “Attività del notaio”.

PARTE PARTE è
stata annullata

§ 147
abolito

PARTE SEVENTHEN è
stata annullata

§ 148
abolito

PARTE OTTAVO

Modifica della legge sulle aste pubbliche
§ 149

Legge n. 26/2000 Coll., Sulle aste pubbliche, è modificata come segue:

1. Nella sezione 22 (1) (f):

” (f) se l’esecuzione è ordinata da un tribunale o da un’autorità pubblica per vendere l’oggetto di un’asta o parte di esso o essere emesso da un esecutore giudiziario mediante la vendita dell’elemento dell’asta o parte di esso”.

2. Nella sezione 46 (1) (g):

” G) se fosse esecuzione di una sentenza di un tribunale o di un’autorità pubblica la vendita della partita o parte di esso o esecutore giudiziario ha emesso un mandato di esecuzione vendita del lotto o di parte di esso”.

PARTE NINETE

Modifica della legge sull’imposta sul reddito
§ 150

100/2000 Coll., Legge n. 103/2000 Coll., Legge n. 121/2000 Coll., Legge n. 132/2000 Coll., Legge n. 241/2000 Coll., Legge n. 340/2000 Coll. e legge n. 492/2000 Coll., è modificata come segue:

Nella sezione 24 (2) y) il punto dopo il paragrafo 5 è sostituito da una virgola e deve essere aggiunto il punto 6, che include la nota 26k):

” 6. la cui proprietà a cui si riferisce un determinato reclamo, è influenzata dall’esecuzione, 26k) sulla base dei risultati dell’esecuzione dell’esecuzione.

26k ) Legge n. 120/2001 Coll., Sugli esecutori e le attività di esecuzione (norme di applicazione) e sulla modifica di altri atti. “.

PARTE SECONDA

efficacia
§ 151

Il presente atto entra in vigore il primo giorno del mese di calendario successivo al giorno della sua pubblicazione, ad eccezione del primo fino al terzo all’ottavo e della sezione 131, che entrerà in vigore il 1 ° settembre 2001.

Disposizioni transitorie introdotte dalla legge n. 347/2007 Coll. Art. II
1. Le disposizioni della Sezione 7a della legge n. 120/2001 Coll., Come in vigore dalla data di entrata in vigore della presente legge, si applicano a carenze minori nell’esecuzione e ad altre attività dell’Esecutore o a una cattiva condotta secondaria dalla data di entrata in vigore della presente legge .

2 ° I dipendenti Balì di eseguire l’esecutore lavoro deve soddisfare i requisiti di cui al § 27 par. 3 entro e non oltre un anno dal giorno in cui sarà approvato dal Ministro della Camera di regolamentazione professionale che disciplinano l’esame di qualifica ufficiali giudiziari ufficiali giudiziari.

La disposizione transitoria introdotta dalla legge n. 7/2009 Coll. Art. XXIV
Se fosse stato un ordine di esecuzione per l’applicazione della vendita di beni mobili e immobili rilasciato prima della data di efficacia della presente legge, l’esecuzione viene effettuata sotto la legislazione vigente.

Disposizioni transitorie introdotte dalla legge n. 183/2009 Coll. Art. II
1. Se la decisione del Presidio di annunciare un concorso è stata pubblicata prima della data di entrata in vigore della presente legge, la presente legislazione si applica alla presente procedura di selezione.

2. Se la Camera dei Deputati ha proposto l’appello dell’Esecutore prima della data di entrata in vigore della presente legge, la legislazione vigente si applicherà al suo ricorso.

3. Salvo diversa indicazione, la legge n. 120/2001 Coll., In vigore dalla data effettiva della presente legge, si applica ai procedimenti disciplinari iniziati prima della data effettiva della presente legge. Saranno valutate le infrazioni disciplinari e l’azione disciplinare sarà applicata in base alla legislazione vigente.

4 ° decide se la Commissione Disciplinare prima della data di efficacia della presente legge ai sensi del § 120 della legge n. 120/2001 Coll., Come modificato dalla data di efficacia della presente legge, e se non prodotte prima della data di efficacia della presente legge o di una decisione scritta non trasmetteremo l’ufficiale giudiziario o candidato accusato, il tribunale amministrativo supremo risolverà nuovamente la petizione. Una procedura simile, se il Presidio del ricorso prima della data di efficacia della presente legge ai sensi del § 121 par. 4 della legge n. 120/2001 Coll., Come modificato dalla data di efficacia della presente legge, e se non prodotte prima della data di efficacia della presente della legge, o non lo invia all’imputato.

5 ° è scaduto, se prima della data di efficacia della presente legge, il termine per presentare ricorso contro la decisione della Commissione Disciplinare o avviato, se tale termine è quello di eseguire dopo la data di efficacia della presente legge, deve fare appello alla Corte suprema amministrativa, a meno che prima dell’entrata in vigore della presente legge depositato presso la commissione disciplinare. Le norme legali esistenti si applicano per la durata del periodo di ricorso.

6 ° procedimento di impugnazione, che non è stato deciso prima della data di efficacia della presente legge, così come un ricorso ai sensi del paragrafo 4, secondo periodo, si applicano per analogia le disposizioni della legge sui procedimenti in materia di giudici e pubblici ministeri 21 ) . I ricorsi sono decisi dalle Camere che agiscono e decidono nei procedimenti giudiziari. Se la Suprema Corte Amministrativa non fa appello al ricorso, annullerà la decisione contestata in toto o in parte e deciderà sulla questione stessa.

7. La Camera presenterà al Tribunale amministrativo supremo i documenti e le pratiche per i procedimenti di cui ai punti da 3 a 6 entro 1 mese dalla data di entrata in vigore della presente legge.

Disposizioni transitorie introdotte dalla legge n. 286/2009 Coll. Art. II
1. Salvo quanto diversamente disposto, il Codice di applicazione sarà applicabile nella versione effettiva a partire dalla data in cui la presente legge entrerà in vigore anche per il procedimento iniziato prima della data effettiva della presente legge; gli effetti giuridici degli atti avvenuti nel procedimento precedente alla data di entrata in vigore della presente legge restano validi.

2. Per la determinazione della competenza territoriale e di fatto nei procedimenti iniziati prima della data effettiva della presente legge, si applica la legislazione vigente.

3 ° I ricorsi e le obiezioni contro la decisione del giudice di primo grado o l’esecutore, che è stato rilasciato prima della data di efficacia della presente legge, o che è stato rilasciato dopo il procedimento condotto ai sensi della legislazione vigente, per discutere e decidere in conformità con la normativa vigente.

4. Le proposte di applicazione, sospensione e sospensione dell’esecuzione che siano state presentate prima della data effettiva della presente legge sono decise in conformità con la legislazione vigente.

5. L’appalto deve essere risolto dalla Camera entro e non oltre 12 mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, che sarà vacante o stabilita prima della data effettiva della presente legge.

6. I procedimenti disciplinari avviati prima della data effettiva della presente legge devono essere completati conformemente alla legislazione vigente.

Disposizioni transitorie introdotte dalla legge n. 396/2012 Coll. Art. IV
Disposizioni transitorie
1. I procedimenti iniziati prima della data di entrata in vigore della presente legge devono essere completati conformemente alle vigenti disposizioni di legge, ad eccezione degli articoli 33 sexies, 44 ter, 46, 49 (1) h), § 55c capoverso 3, § 66 capoverso 4 e § 69a della legge n. 120/2001 Coll., che si applica nella versione effettiva a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge.

2. Fino al momento specificato nella sezione 27, paragrafo 3 d) della legge n. 120/2001 Coll., nella versione effettiva dalla data di entrata in vigore della presente legge, conta anche il periodo di tempo durante il quale il dipendente del tribunale ha esercitato l’attività dell’esecutore.

3 ° Corte Distrettuale, che ai sensi del § 103 par. 2 legge n. 120/2001 Coll., Come modificato dalla data di efficacia della presente legge, ha portato archivio esecutore presenterà entro 3 mesi dalla data di efficacia della presente legge, la Camera di francobolli, licenze e sigilli dell’esecutore che lei conserva. Gli scritti completati che egli conserva vengono consegnati dal tribunale distrettuale all’esecutore che è il successore dell’esecutore che ha completato gli scritti. Quando era la data di efficacia della presente legge, una richiesta scritta di un estratto, copiare o la conferma del file completato, procedere secondo la legislazione vigente.

4. Estratti ai sensi dell’articolo 78 a) legge n. 120/2001 Coll., come modificato dalla data di efficacia della presente legge, che sono stati redatti fino alla data di efficacia della presente legge, l’ordine di esecuzione dopo la data di efficacia della presente legge.

5 ° Le disposizioni del § 116 comma. 11 della legge n. 120/2001 Coll., Come modificato, con effetto dalla data di entrata in vigore della presente legge non si applicano in cui v’è stato il rispetto delle condizioni ivi stabilite, in tutto o in parte alla data di efficacia della presente legge.

6. Se la decisione del ministero della Giustizia è stata pubblicata prima della data di entrata in vigore della presente legge, la legislazione vigente si applica a questo concorso.

Disposizioni transitorie introdotte dalla legge n. 303/2013 Coll. Art. LII
1. L’assicuratore è obbligato a concludere il contratto sull’assicurazione responsabilità civile per danni entro 1 anno dalla data di entrata in vigore della presente legge. Se il contratto è concluso entro il termine previsto dalla prima frase, la condizione preliminare per svolgere l’attività dell’esecutore in base alla Sezione 11, Par. b) della legge n. 120/2001 Coll., in vigore dalla data di entrata in vigore della presente legge, se il contraente ha stipulato un contratto di assicurazione della responsabilità civile.

Disposizioni transitorie introdotte dalla legge n. 139/2015 Coll. Art. IV
1. Salvo disposizione contraria, il Codice di applicazione e il Codice di procedura civile, in vigore dalla data di entrata in vigore della presente legge, si applicano anche ai procedimenti iniziati prima della data effettiva della presente legge; gli effetti giuridici degli atti avvenuti nel procedimento precedente alla data di entrata in vigore della presente legge restano validi.

In secondo luogo la possibilità di chiedere alla sospensione dell’esecuzione forzata conformemente al paragrafo § 262 ter. 1 della legge n. 99/1963 Coll., Procedura civile, come modificato con effetto dalla data di entrata in vigore della presente legge deve indicare al marito obbligatoria esecutore nei procedimenti instaurati prima della data effettiva di questo della legge nell’ordine di esecuzione se tale ordine di esecuzione è stato emesso dopo la data effettiva della presente legge.

Terzo in procedimenti avviati prima dell’entrata in vigore della presente legge devono essere conformi con il § 58 cpv. 2 della legge n. 120/2001 Coll., Come modificato, con effetto dalla data di entrata in vigore della presente legge, in caso di loro prima della data di efficacia della presente legge non sono gli ordini di esecuzione vengono emessi per eseguire l’esecuzione ordinando l’account del debitore o del debitore presso l’istituto di moneta.

4. L’esecuzione dell’esecuzione di un diritto di pegno sulla base di un ordine di esecuzione emanato prima della data di entrata in vigore della presente legge deve essere completato in base alle vigenti disposizioni di legge.

Disposizioni transitorie introdotte dalla legge n. 164/2015 coll. Art. IV
1. Salvo disposizione contraria, il Codice di applicazione e il Codice di procedura civile, in vigore dalla data di entrata in vigore della presente legge, si applicano anche ai procedimenti iniziati prima della data effettiva della presente legge; gli effetti giuridici degli atti avvenuti nel procedimento precedente alla data di entrata in vigore della presente legge restano validi.

secondoindennità di pensionamento o indennità speciale di pensionamento ai sensi della legge che disciplina la valutazione dei partecipanti alla lotta nazionale per la costituzione e la liberazione della Cecoslovacchia e alcuni superstiti della stessa come modificata dalla presente legge. Restano gli effetti dell’ordine di esecuzione forzato.

3. Nei procedimenti di esecuzione in cui è stato effettuato un inventario di beni mobili prima della data effettiva della presente legge, l’estensione delle materie escluse dall’esecuzione deve essere valutata in conformità con le vigenti disposizioni di legge.

4. È possibile presentare una richiesta al candidato o al tirocinante qualora si sia verificata una minore mancanza di attività o un lieve peggioramento del comportamento dalla data di entrata in vigore della presente legge.

5. Nei procedimenti iniziati prima della data di entrata in vigore della presente legge, proventi ai sensi dell’articolo 58 della legge n. 120/2001 Coll., Come in vigore prima della data effettiva della presente legge.

Klaus vr

Havel vr

Zeman vr

Allegato n. 1 della legge n. 120/2001 Coll.

Pattern timbro e sigillo dell’esecutore
Pattern timbro e sigillo dell’esecutore

Allegato n. 2 della legge n. 120/2001 Coll.

Modello dell’Ufficio dell’Esecutore
Modello dell’Ufficio dell’Esecutore

Le note
2 ) Legge n. 65/1965 Coll., Codice del lavoro, e successive modifiche.

3a ) Sezione 265 (2) e (3) del codice di procedura civile.
§ 46 e seguenti decreto n. 37/1992 Racc., Sul regolamento di procedura per i tribunali distrettuali e regionali, e successive modifiche.

4 ) Sezione 167 del codice penale.

5 ) § 4 della legge n. 82/1998 Coll., Sulla responsabilità per i danni causati nell’esercizio della decisione dell’autorità pubblica o procedura ufficiale non corretta e che modifica la legge n. 358/1992 Coll., In notai e le loro attività (il codice Notarile), e successive modifiche della legge n. 120/2001 Coll.

6 ) Articolo 44 della legge n. 283/1991 Coll., Sulla polizia della Repubblica ceca, modificata dalla legge n. 120/2001 Coll.

7 bis ) Articolo 2, paragrafo 3 h) della legge n. 284/2009 Coll., sulle operazioni di pagamento.

7b ) Legge n. 133/2000 Coll., Sulle registrazioni dei cittadini e dei numeri di nascita e sugli emendamenti a determinati atti (atto sui documenti di popolazione), come modificato.

7c ) Legge n. 40/1993 Racc., Sull’acquisizione e sulla perdita della cittadinanza della Repubblica ceca, come modificata.

7d ) Legge n. 326/1999 Coll., Sulla residenza degli stranieri nel territorio della Repubblica ceca e sugli emendamenti a determinati atti, come modificato.

7e ) Legge n. 325/1999 Coll., Sull’asilo e sull’emendamento alla legge n. 283/1991 Coll., Sulla polizia della Repubblica ceca, come modificata (legge sull’asilo) e successive modifiche.

7f ) Sezione 13b della legge n. 133/2000 Coll., Come modificata dalla legge n. 53/2004 Coll.

7g ) Sezione 22 (5) della legge n. 344/1992 Coll., Nel registro fondiario della Repubblica ceca (atto catastale) e successive modifiche.

7h ) § 1, par. b) ec) della legge n. 133/2000 Coll., sulla registrazione degli abitanti e dei numeri nativi e sulla modifica di alcune leggi (legge sulle registrazioni della popolazione), come modificata.

7i ) § 42 par. 3 della legge n. 42/1994 Coll., In pensione complementare con un contributo statale e sulle modifiche ad alcuni atti legati alla sua introduzione, e successive modifiche.

7j ) § 2 della legge n. 42/1994 Racc., Sull’assicurazione pensione complementare con contributo statale e sugli emendamenti a determinati atti relativi alla sua attuazione, e successive modifiche.

7k ) Sezione 27 (1) della legge n. 592/1992 Racc., Sui premi generali di assicurazione malattia, come modificata.

8 ) Legge n. 82/1998 Coll., Modificata dalla legge n. 120/2001 Coll.

9 ) Sezione 53 del codice di procedura civile.

10 ) Sezione 14, par. c) della legge n. 328/1991 Coll., in materia di fallimento e regolamento, come modificato.

12 ) Sezione 6 della legge n. 358/1992 Coll., Sui notai e le loro attività (ordine notarile).

13 ) § 71a a 71c della legge n. 358/1992 Coll., Come modificato dalla legge n. 30/2000 Coll.

14 ) Articolo 12 della legge n. 328/1991 Racc., Come modificato.

15 ) Sezione 143a del codice civile.

16 ) § 200 bis a 200 d del codice di procedura civile.

16a ) Legge n. 119/2001 Coll., Che stabilisce le norme per i casi di esecuzione concomitante delle sentenze.

16b ) § 11 del decreto n. 330/2001 Coll., In materia di remunerazione e di rimborso dei giudice dell’esecuzione funzionari, su e rimborso delle spese di amministratore e di condizioni di business, assicurazione di responsabilità civile per danni causati da l’esecutore, e successive modifiche.

16c ) Ad esempio, Sezione 35 (2) della legge n. 216/1994 Coll., Sull’arbitrato e l’esecuzione dei premi arbitrali.

16d ) Ad esempio, Sezione 109 (1) c), § 267 (1) della legge n. 182/2006 Coll., sul fallimento e sui metodi della sua risoluzione (legge sull’insolvenza).

17 ) Legge n. 527/1990 Coll., Sulle invenzioni, disegni industriali e proposte di miglioramento, come modificato.
Legge n. 137/1995 Coll., Sui marchi, e successive modifiche.

18 ) Articolo 2 (1) della legge n. 151/1997 Racc., Sulla valutazione della proprietà e sulle modifiche a determinati atti (legge sulla valutazione della proprietà).

19 ) Art. 45 e seguenti del decreto n. 37/1992 Racc., Sulle norme procedurali per i tribunali distrettuali e regionali, e successive modifiche.

20 ) Legge n. 588/1992 Coll., Sull’imposta sul valore aggiunto, come modificata.

20b ) Legge n. 36/1967 Coll., Su esperti e interpreti, modificata dalla legge 322/2006 n.

21 ) Sezione 66 del codice di procedura amministrativa.

22 ) Articoli 247 e seguenti del codice di procedura civile.

23 ) Sezione 769 del codice di commercio.

24 ) Legge n. 408/2010 Coll., Su garanzia finanziaria.

25 ) Legge n. 427/2011 Coll., Sulla previdenza complementare.

27 ) Articolo 37, paragrafo 1, della legge n. 256/2004 Coll., Sulle imprese del mercato dei capitali, modificata dalla legge n. 230/2008 Coll.

28 ) Articolo 46 della legge n. 111/1998 Coll., Sugli istituti di istruzione superiore e sull’emendamento e supplemento ad altri atti (legge sull’istruzione superiore), come modificato.

29 ) Articolo 89 della legge n. 111/1998 Coll.

30 ) Legge n. 111/2006 Coll., Sull’assistenza in caso di necessità materiali, come modificata.

31 ) Sezione 41 septies della legge n. 21/1992 Coll., Sulle banche, e successive modifiche.

32 ) Legge n. 361/2000 Coll., Sul traffico stradale e emendamenti a determinate leggi (legge sul traffico stradale), come modificata.