About

NORMATIVA IVA

 

in Repubblica Ceca

Notizie e suggerimenti

Introduzione di una dichiarazione di controllo IVA

A partire dall’01 / 01/2016, tutte le società registrate IVA in Repubblica Ceca avranno un nuovo obbligo di presentare i dati elettronici nella dichiarazione di controllo IVA. Le sanzioni da 1.000 CZK a 50.000 CZK saranno applicabili in caso di mancata osservanza.

Nuova aliquota IVA ridotta

Una seconda aliquota IVA ridotta del 10% sarà applicata nella legge sull’IVA ceca a partire dal 1 ° gennaio 2015 .

Carica inversa locale su merci specifiche

A partire dal 01/04/2015 [originariamente 01/01/2015], sarà applicato un nuovo meccanismo di inversione contabile per le vendite domestiche di telefoni cellulari, macchine da gioco, computer portatili, tablet e chip informatici, cereali e colture industriali, materie prime e semi- metalli lavorati, compresi metalli preziosi definiti superiori a 100.000 CZK. Per quanto riguarda le barbabietole da zucchero, l’addebito inverso verrà applicato a partire dal 01/09/2015. Dall’01 / 01/2016, le parti possono scegliere di concludere un accordo sull’applicazione di un meccanismo di inversione contabile senza limiti al valore del bene.

Aliquota IVA ridotta per i servizi di ristorazione

A partire dal 01/12/2016, l’aliquota IVA sui servizi di ristorazione sarà ridotta dal 21% al 15%.

Altre notizie e consigli sull’IVA – Repubblica ceca

FARE AFFARI IN REPUBBLICA CECA [CZ] – GUIDA IVA

 

Generale Direttiva IVA Repubblica Ceca
Qual è la struttura del numero di partita IVA?

Ogni numero di identificazione IVA deve avere un prefisso in conformità con il codice ISO 3166 – alfa 2 – mediante il quale lo Stato membro può essere identificato.

 

 

I numeri IVA cechi hanno 10 caratteri [CZ + 8 cifre] per le persone giuridiche.

 

Verifica i numeri di partita IVA CZ

Qual è il nome locale della tassa?

 

 

Imposta sul valore aggiunto [IVA]

 

 

Aliquota IVA Direttiva IVA Repubblica Ceca
 Aliquote IVA

Gli Stati membri devono applicare un’aliquota IVA standard [non inferiore al 15%] che deve essere la stessa per le cessioni di beni e per la fornitura di servizi.

 

Gli Stati membri possono applicare una o due aliquote ridotte [ non inferiori al 5% ] solo alle cessioni di beni o servizi elencati nell’allegato III della direttiva IVA.

 

Repubblica Ceca applica un’aliquota IVA normale del 21% e due aliquote ridotte del 10% [dal 01/01/2015] e il 15% .

 

 

Vedi le aliquote IVA applicate nell’UE .

Rimborso IVA Direttiva IVA  Repubblica Ceca
Come viene determinato il periodo fiscale? 

Il periodo fiscale è fissato da ciascuno Stato membro a un mese, due mesi o tre mesi.

 

Tuttavia, gli Stati membri possono fissare periodi fiscali diversi, a condizione che tali periodi non superino un anno.

Mensile / trimestrale

 

La tua azienda deve segnalare la sua posizione IVA registrando periodicamente dichiarazioni IVA su base mensile [periodo d’imposta standard].

Può essere autorizzato un periodo di segnalazione trimestrale, a condizione che il fatturato dell’anno civile precedente non superi i 10 milioni di CZK. Questa opzione non è tuttavia possibile per i primi due anni dalla registrazione all’IVA.

 

 

Quando deve essere presentata la dichiarazione IVA periodica?

La dichiarazione IVA deve essere presentata entro un termine stabilito dagli Stati membri.

 

Tale termine non può essere superiore a due mesi dalla fine di ciascun periodo fiscale.

 

Le dichiarazioni IVA periodiche devono essere archiviate per via elettronica [ dal 1/1/2014 ] alle autorità ceche dell’IVA prima del 25 ° giorno del mese [25 di N + 1] dopo il periodo di imposta [mese / trimestre] a cui si riferisce.
dichiarazione Direttiva IVA Repubblica Ceca

Dichiarazione riepilogativa annuale

 

Questo requisito è stabilito nel paese e qual è il termine di presentazione?

Lo Stato membro può richiedere ai soggetti passivi di presentare una dichiarazione per tutte le operazioni effettuate nell’anno precedente.

 

Tale reso deve fornire tutte le informazioni necessarie per eventuali adeguamenti.

 

No

 

La tua azienda non è tenuta a presentare una dichiarazione IVA riepilogativa annuale in Repubblica Ceca.

Dichiarazione ricapitolativa delle cessioni di beni all’interno dell’UE [ European Sales Listing – ESL]

 

I depositi trimestrali sono consentiti dal Paese e qual è la scadenza per il deposito?

La dichiarazione riepilogativa deve essere redatta per ciascun mese di calendario.

 

Tuttavia, gli Stati membri, nel rispetto delle condizioni e dei limiti da essi stabiliti, possono consentire ai soggetti passivi di presentare la dichiarazione riepilogativa in ciascun trimestre civile in cui l’importo trimestrale totale delle cessioni di beni all’interno dell’UE non eccede o per quanto riguarda nel trimestre in questione o in uno qualsiasi dei quattro trimestri precedenti la somma di € 50.000 o il suo equivalente in valuta nazionale.

La dichiarazione riepilogativa deve essere presentata entro un periodo non superiore a un mese.

 

L’estratto riepilogativo [ESL] deve essere redatto per ciascun mese di calendario e deve essere presentato alle autorità locali dell’IVA entro il 25del mese successivo alla fine del periodo di riferimento [mese].

 

Non è possibile presentare la dichiarazione su base trimestrale .

Pagamento Direttiva IVA Repubblica Ceca
Qual è la scadenza di pagamento?

Qualsiasi soggetto passivo soggetto al pagamento dell’IVA deve pagare l’importo netto dell’IVA al momento della presentazione della dichiarazione IVA.

 

Tuttavia, gli Stati membri possono fissare una data diversa per il pagamento di tale importo.

 

 

L’IVA dovuta dovrebbe essere pagata entro il termine di presentazione della dichiarazione IVA [25 del mese successivo al periodo d’imposta].
Sono richiesti pagamenti intermedi? Gli Stati membri possono esigere pagamenti intermedi.

I pagamenti intermedi non sono richiesti in Repubblica Ceca.

 

 

rimborso IVA Direttiva IVA Repubblica Ceca

Rimborso dell’IVA per le società IVA registrata nel paese.

 

Qualche credito IVA è automaticamente riportato o rimborsato?

Se, per un determinato periodo di imposta, l’importo delle detrazioni supera l’importo dell’IVA dovuta, gli Stati membri possono, a seconda delle condizioni che stabiliscono, effettuare un rimborso o portare l’eccedenza in avanti al periodo successivo. Tuttavia, gli Stati membri possono rifiutare il rimborso o il riporto se l’importo dell’eccesso è insignificante.

 

 

Non esiste un meccanismo di riporto automatico in Repubblica ceca.

 

Il rimborso viene effettuato immediatamente [generalmente entro un mese dalla scadenza per la presentazione della dichiarazione IVA] a condizione che l’importo superi CZK 100.

Misure speciali per le compagnie straniere Direttiva IVA Repubblica Ceca

Carica inversa opzionale [art. 194 della direttiva IVA] per n fornitore on residente.

 

FORNITURA DI MERCI

Gli Stati membri nei quali è dovuta l’IVA possono stabilire che la persona responsabile del pagamento dell’IVA sia la persona alla quale i beni o i servizi sono forniti quando l’operazione è effettuata da un soggetto passivo che non è stabilito nel paese in cui L’IVA è dovuta

 

È stato introdotto un nuovo meccanismo generale di inversione contabile che è applicabile a tutte le forniture nazionali di beni effettuate da una società non stabilita né alla partita IVA registrata nella Repubblica ceca e a condizione che il cliente sia un contribuente ceco registrato all’IVA. Pertanto, le società straniere attualmente registrate sull’IVA non sono più tenute a essere registrate IVA e possono avviare la procedura di cancellazione dell’IVA entro sei mesi.

Carica inversa opzionale [art. 194 della direttiva IVA] per il fornitore non residente. 

 

FORNITURA DI SERVIZI

Gli Stati membri nei quali è dovuta l’IVA possono stabilire che la persona responsabile del pagamento dell’IVA sia la persona alla quale i beni o i servizi sono forniti quando l’operazione è effettuata da un soggetto passivo che non è stabilito nel paese in cui L’IVA è dovuta

 

La tassa inversa è applicabile a tutte le forniture domestiche di servizi a condizione che il cliente sia registrato IVA [indipendentemente dal fatto che sia stabilito o meno] in Repubblica ceca.

Si applicano disposizioni speciali per ” call-off-stock “?

 

Disposizioni speciali si applicano per il call-off-stock. Non è pertanto necessario che i contribuenti stranieri siano registrati nella Repubblica ceca, a condizione che le condizioni siano soddisfatte.

 

La triangolazione può essere applicata quando l’intermediario (B) è registrato IVA [come una società non stabilita] per altre forniture nel 3 ° paese [Stato membro di destinazione]?

 

 

IVA sull’importazione Direttiva IVA Repubblica Ceca
Regime di deposito IVA

Gli Stati membri possono esentare l’importazione di beni e la cessione di beni destinati a essere collocati in un regime di deposito diverso dal deposito doganale.

 

 

No

 

La Repubblica ceca non ha introdotto il regime di deposito IVA.

IVA sull’importazione – Contabilità differita mediante la dichiarazione IVA.

 

È possibile che un’azienda paghi l’IVA all’importazione tramite la dichiarazione periodica dell’IVA?

Gli Stati membri possono prevedere che l’IVA all’importazione non debba essere pagata al momento dell’importazione a condizione che sia inserita come tale nella dichiarazione IVA da presentare.

 

 

 

La contabilità posticipata tramite la dichiarazione IVA viene applicata automaticamente a condizione che l’importatore sia registrato ai fini IVA in Repubblica Ceca al momento dell’importazione.